9 effetti della dieta chetogenica che non conoscete

27 Dicembre 2019
La chetosi è un processo mediante il quale il corpo trasforma i grassi accumulati in corpi chetonici da utilizzare come combustibile del corpo umano. Una dieta chetogenica può avere anche diversi effetti collaterali da tenere sotto controllo.

Gli effetti della dieta chetogenica sono spesso sconosciuti. Questa dieta si basa sul consumo di una quantità molto bassa di carboidrati, cosa che costringe il fegato a produrre chetoni da utilizzare come fonte di energia.

Gli effetti della dieta chetogenica derivano dal fatto che non è una dieta ricca di proteine. Si basa su un consumo moderato di grassi e sulla restrizione di carboidrati. La dieta consiste nel consumo di grassi naturali e nell’assunzione di proteine adeguate per raggiungere lo stato ottimale di chetosi.

Il consumo di carboidrati dovrebbe rappresentare tra il 2% e il 5% del totale delle calorie, a differenza dell’alimentazione occidentale nella quale le persone assumono tra il 45% e il 65% delle loro calorie con i carboidrati.

È molto importante controllare bene il processo di chetosi e non seguire questa idea per molto tempo. I chetoni che vengono prodotti possono essere tanto problematici per i muscoli quanto utili per bruciare i grassi.

Effetti della dieta chetogenica

Come funziona il nostro corpo

I carboidrati sono la principale fonte di energia del nostro corpo,perché una volta digeriti vengono trasformati in glucosio, che viene trasportato dal sangue e trasformato in seguito in glicogeno. Viene immagazzinato nel fegato e nei muscoli, e rappresenta l’energia istantanea per il nostro movimento.

Anche ignorando tutto ciò che riguarda la glicogenesi, va sottolineato che per contrastare la glicemia, il pancreas genera insulina, che attiva la trasformazione del glucosio in glicogeno. Più idrati semplici, più picchi di insulina, più glucosio si trasforma, fino al punto in cui, non potendo più essere immagazzinato, si trasforma in grasso.

Chetosi: definizione

Quando riduciamo la quantità di carboidrati che consumiamo, la quantità di glicogeno diminuisce a tal punto che il corpo deve far uso di riserve energetiche per generare glicogeno e quindi di grasso.

Per trasformare il grasso in corpi chetonici, il pancreas sintetizza un ormone chiamato glucagone ed inizia un processo chiamato chetogenesi. Questo processo sprigiona i corpi chetonici. Se questa situazione si mantiene per diversi giorni i corpi chetonici si accumulano nel sangue e questo è noto come chetosi.

È chiaro quindi che quello che otteniamo con la chetosi è bruciare i grassi per usarli come combustibile. È normale, quindi, che esistano diete basate su questo principio, basate su cibi proteici e non su idrati. Tuttavia, bisogna considerare le conseguenze e gli effetti della dieta chetogenica, alcuni di questi collaterali.

Effetti collaterali della dieta chetogenica

  • Vertigini e mal di testa. Questo effetto si verifica dopo il terzo giorno ed è il peggiore, poiché il corpo non ha energia e anche se vi alzate rapidamente, potreste avere le vertigini. Il cervello ha bisogno di glicogeno – o corpi chetonici – per funzionare.
  • Urina con odore molto forte. I corpi chetonici si eliminano anche attraverso l’urina,per questo il suo odore è più forte, come quello dell’alito.
  • Alito cattivo. Quando il nostro corpo ha un eccesso di corpi chetonici, questi vengono espulsi attraverso la respirazione, quindi è consigliabile bere molta acqua, perché ci sono persone che notano persino un sapore metallico in bocca.
  • Sudore forte.I corpi chetonici vengono eliminati anche con il sudore, quindi è normale che il suo odore sia sgradevole, come nei casi precedenti.
Eccesso di sudore

  • Mancanza di appetito.  Proteine e grassi sono molto sazianti per l’organismo, inoltre ci vuole molto di più per digerirli rispetto ai carboidrati, quindi l’appetito diminuisce notevolmente.
  • Nausea, vomito, dolore addominale, difficoltà respiratoria e indebolimento generale.
  • Possibili aritmie. È possibile che si verifichino problemi al sistema di conduzione elettrico cardiaco e aritmie.
  • Perdita di calcio. L’eccesso di proteine favorisce la perdita di calcio attraverso i reni (proveniente precedentemente dalle ossa) e può favorire l’osteoporosi.
  • Problemi di funzionamento del cervello. Il suo alimento principale è il glucosio che, in questa dieta è insistente, e deve nutrirsi di corpi chetonici. Non alimentandosi in modo corretto, il cervello potrebbe soffrire alcuni problemi.