Andy Murray: profilo di un grande tennista

4 Ottobre 2019
Andy Murray è un tennista professionista scozzese, precisamente di Glasgow, nato il 15 maggio del 1987. Gioca in tutto il Regno Unito ed è riuscito ad affermarsi in tutti i tornei più importanti.

Andy Murray è uno dei tennisti più in gamba dell’ultimo decennio, è riuscito a far fronte all’ondata negativa britannica in un torneo emblematico come quello di Wimbledon. Inoltre è arrivato a vincere anche due Grand Slam.

Scozzese, precisamente di Glasgow, nato il 15 maggio del 1987, gioca in tutto il Regno Unito ed è riuscito ad affermarsi in tutti i tornei più importanti. È stato il numero uno al mondo nella stagione 2016-2017. Ma vediamo un po’ le sue partite più famose e i risultati che ha ottenuto.

Lo stile di gioco di Andy Murray

Murray ha una statura di 1,90 metri, il che gli permette di essere un ottimo servitore. Un’altra caratteristica tipica di questo giocatore è il fatto che utilizza il rovescio a due mani e il suo gioco è perlopiù di tipo difensivo.

Il tennista in qualche caso ha anche dichiarato di preferire i campi in terra battuta. Tuttavia, i suoi successi sono perlopiù titoli guadagnati su superfici dure.

Murray ha la capacità di di mescolare, nello stesso punto, servizi slice e servizi lift. Questa qualità lo rende uno dei tennisti dei nostri giorni con una migliore tecnica; è capace di realizzare colpi molto diversi da qualsiasi punto del campo.

Come detto in precedenza, probabilmente la principale caratteristica di questo tennista scozzese è il suo perfetto gioco difensivo. Si tratta di un grande vantaggio in un mondo del tennis che si è evoluto ed è diventato molto più fisico e aggressivo. Inoltre, questo giocatore è anche in grado di controbilanciare la potenza e l’aggressività di servizi e attacchi con una buona tecnica e una strategia difensiva, tutte capacità che lo pongono al di sopra degli avversari.

Punti di forza e di debolezza

Come già detto, Murray è capace di realizzare qualsiasi colpo. Tuttavia, la sua arma migliore è il rovescio a due mani; secondo molti esperti si tratta di uno dei migliori rovesci al mondo. Un’altra sua qualità è la capacità di cambiare ritmo. Infatti Murray riesce a passare da tiri molto rapidi a tiri estremamente lenti con una grande facilità.

Andy Murray durante il servizio

Ciononostante, il tennista scozzese non domina solo il rovescio a due mani -liftato o flat-, ma ha anche un grande rovescio in slice. Non gioca molto nei pressi della rete, ma a causa della sua tecnica impeccabile, se necessario se la cava anche in questo tipo di gioco.

Per quanto riguarda i suoi punti deboli, si potrebbe dire che il colpo meno efficace di questo tennista è il dritto (o drive); sebbene nel tempo sia migliorato molto grazie al costante allenamento di questa tecnica, Murray continua a basare il suo gioco sul contrattacco.

I titoli vinti da Andy Murray durante la sua carriera

A livello individuale, ha ottenuto tre titoli Grand Slam. Il primo lo ha vinto il 10 settembre del 2012. In quell’occasione si scontrò con l’allora favorito Novak Djokovic nella finale degli US Open e riuscì a batterlo. Questo risultato fece di Murray il primo britannico ad aver vinto un Gran Slam dopo Fred Perry che aveva vinto quello stesso torneo nel 1936.

Nell’anno 2013 ha vinto anche il torneo che si disputa nella sua terra natia: Wimbledon. La finale si disputò il 7 di luglio e vide nuovamente protagonisti Murray e Djokovic. I pronostici davano ‘Nole’ vincitore, ma ancora una volta Murray riuscì a ribaltarli imponendosi con un indimenticabile tre set a zero.

Questa vittoria lo rese anche il primo tennista britannico a vincere il tradizionale torneo di Wimbledono dopo ben 77 anni. L’ultimo a riuscirci era stato sempre Fred Perry, nel 1936.

La conferma della sua maestria sui campi d’erba è arrivata il 10 giugno del 2016, quando arrivò nuovamente in finale a Wimbledon e dovette affrontare il canadese Milos Raonic. Ancora una volta riuscì ad ottenere la vittoria e il titolo di campione di Wimbledon. Anche quella volta vinse tutti e tre i set:6-4/7-6/7-6.

Altri risultati

Oltre a quanto detto finora, Murray è arrivato in finale ai Grand Slam ben 8 volte, 5 delle quali agli Australia Open. In ogni caso a batterlo sono stati sempre giocatori che si erano qualificati nella Top4 della classifica ATP. Questi grandi risultati lo hanno portato a collocarsi in cima alle classifiche da novembre 2016 ad agosto 2017.

Andy Murray fa un rovescio

Inoltre, Andy Murray ha vinto anche 14 tornei della categoria Masters 1000, tra cui ricordiamo tre titoli nel Masters di Canada e altri tre nello Shangaii Rolex Masters. Inoltre, è riuscito ad arrivare in finale in altri sette tornei della categoria.

Grazie a questi risultati, Murray è nono nel ranking dei tennisti che hanno vinto più tornei Master 1000 dal 1970. E, ciliegina sulla torta, Murray ha anche vinto le ATP World Tour Finals nel 2016 battendo in finale Novak Djokovic.

Gli ultimi anni non sono stati semplici per il tennista scozzese, colpito da una lesione all’anca che lo ha costretto a ricorrere alla chirurgia e di conseguenza ad allontanarsi dalla sua carriera professionale. Nel prossimo torneo di Wimbledon saluterà ufficialmente il mondo del tennis a soli 32 anni, ma consapevole di aver avuto una carriera invidiata da molti.

  • Andy Murray. Profile. Sitio oficial de Andy Murray. http://www.andymurray.com/profile/
  • Andy Murray. Sitio oficial ATP Tour. https://www.atptour.com/es/players/andy-murray/mc10/rankings-history
  • Andy Murray. Wikipedia. https://es.wikipedia.org/wiki/Andy_Murray#Estilo_de_juego