Quali sono i requisiti dei prodotti bio ed ecologici?

13 Febbraio 2019
I prodotti bio ed ecologici devono rispettare una serie di norme internazionali. Oggi, vi spiegheremo quali sono, come riconoscerli e che differenze hanno.

I prodotti bio ed ecologici sono sempre più richiesti. La consapevolezza di una sana alimentazione è maggiore e quindi questi alimenti stanno diventando sempre più popolari. Non a caso, anche nel nostro paese iniziano ad avere sempre più spazio sugli scaffali dei supermercati.

Ma vi siete mai chiesti cosa sono i prodotti bio ed ecologici? Quali requisiti devono avere? Come riconoscerli? In questo articolo vi sveleremo tutto ciò che bisogna sapere sull’argomento, in modo che possiate consumare questi alimenti in maniera più consapevole.

Differenze tra prodotti bio ed ecologici

Un alimento biologico è un alimento che coltivato senza usare pesticidi né altri prodotti chimici e senza manipolazione genetica. Dal momento della semina alla raccolta, l’intero processo viene eseguito in modo tradizionale. Proprio come avveniva molti decenni fa.

D’altro canto, con il termine prodotti ecologici, intendiamo tutta quella serie di articoli o beni (non alimentari) che sono stati realizzati nel pieno rispetto delle dinamiche ambientali. Per esempio, utilizzando materiali riciclati o energie rinnovabili.

Da ciò si capisce che un alimento bio può anche “non” essere ecologico. Ad esempio, delle banane bio prodotte in Brasile ma che vengono vendute in Russia, produrranno molto inquinamento per il loro trasporto.

Cassa di prodotti prodotti ecologici

I prodotti bio ed ecologici hanno un prezzo più alto rispetto a quelli convenzionali anche se la loro “estetica” non è altrettanto curata. Nonostante ciò, stanno conquistando sempre più persone e chi inizia a consumare frutta e ortaggi bio, difficilmente torna indietro.

Il sapore è molto più intenso e questa coltivazione meno aggressiva permette una migliore conservazione dei loro valori nutrizionali. Anche nel caso dei prodotti ecologici, riciclati o realizzati con un basso impatto ambientale, che stanno piano piano sostituendo oggetti comunemente usati: come carta, sacchetti, penne, libri, strumenti musicali o utensili per la cucina.

Come riconoscere i prodotti bio ed ecologici?

Se anche voi volete provare a cambiare e inserire i prodotti bio ed ecologici nella vostra vita, dovete sapere come identificare questo tipo di prodotti. Non è sufficiente un’etichetta o un bollino qualsiasi, anzi spesso proprio gli elementi visivi e la pubblicità creano spiacevoli equivoci. I prodotti che soddisfano i requisiti per essere ecologici devono presentare una o più delle seguenti etichette ufficiali:

  • Logo biologico dell’Unione Europea. Questa etichetta è in uso già da diversi anni ed è un modo per raggruppare e eguagliare tutti gli alimenti biologici del Vecchio Continente. Se vedete questo sigillo sui prodotti, potete stare sicuri che sono stati coltivati senza pesticidi né hanno sofferto manipolazioni transgeniche.
  • Marchio ecologico Ecolabel. Questo sigillo europeo viene utilizzato per prodotti non alimentari. Potrete facilmente notarli su mobili, elettrodomestici, dispositivo informatici e molti altri oggetti. Indica all’acquirente che i materiali usati sono riciclati e che i processi di produzione utilizzati vengono portati avanti nel rispetto dell’ambiente, per esempio inquinando poco.
  • Agricoltura ecologica biologica. Gli alimenti bio italiani hanno un loro marchio. Questo sigillo indica che il cibo è stato prodotto seguendo le normative europee.

Perché consumare alimenti bio?

Il cibo bio ha molto più sapore, ma è anche vero che il suo prezzo è generalmente più alto. Vale la pena pagare di più per prodotti che altrove costano meno? In realtà, scegliere degli alimenti biologici non significa solo cercare un miglior sapore. Stiamo parlando di un vero e proprio modo di vivere, portato avanti nel rispetto dell’ambiente e nella consapevolezza di una vita sana.

Ragazza sorride davanti al frigo tenendo delle uova

Così come chi acquista prodotti ecologici, le persone che consumano alimenti bio lo fanno non solo per mangiare meglio, ma anche e soprattutto per essere fedeli alle loro convinzioni. Questi sono alcuni dei motivi che spingono sempre più uomini e donne a preferire il consumo di alimenti bio.

4 motivi per scegliere alimenti biologici

  • Nel caso di carne e uova, si cerca di rispettare la vita e il benessere degli animali. Gli agricoltori bio sostengono che è possibile consumare carne in modo sostenibile e garantire la qualità della vita degli animali. Infatti, li allevano in spazi molto più grandi e in uno stato di semi-libertà, migliorando notevolmente le condizioni delle tipiche batterie delle fattorie convenzionali.
  • Riduzione dell’inquinamento. Non usando pesticidi o altri elementi chimici, i livelli di contaminazione generati dalla produzione alimentare diminuiscono enormemente. Inoltre, va aggiunto che nella maggior parte dei casi gli alimenti bio sono ” a km 0″, quindi l’inquinamento derivante dal trasporto viene drasticamente ridotto.
  • Prodotti più sani. Sebbene quando si consumano prodotti bio ciò che notiamo principalmente è il miglior sapore, in realtà dietro ciò si nasconde anche dell’altro. Si tratta di prodotti che sono stati coltivati ​​rispettando i periodi di crescita, sono stati raccolti quando erano maturi e utilizzando fertilizzanti naturali, come quelli di tipo organico.
  • Migliora l’economia rurale. La maggior parte del cibo che si consuma oggi proviene da migliaia di chilometri di distanza e persino da altri continenti. Da un lato, aumenta drasticamente l’inquinamento dovuto al trasporto. Dall’altro, le economie agricole locali vengono messe in ginocchio. Consumando cibo bio di prossimità, l’economia rurale si rafforza. I piccoli agricoltori possono vendere più prodotti e guadagnare, riuscendo così a sostenere questo sistema virtuoso.