I prodotti biologici sono davvero più sani?

· 6 Febbraio 2019
Negli ultimi anni i prodotti biologici si sono affermati, ma molti ancora dubitano della loro reale qualità. in questo articolo vi chiariremo ogni dubbio.

Al giorno d’oggi, sono moltissime le persone che si sforzano di trovare la “dieta perfetta”. In questo senso, i prodotti biologici stanno acquistando sempre maggiore importanza. Ma come mai? Si tratta davvero di alimenti migliori, sotto il profilo nutrizionale?

In questo articolo vi aiuteremo a conoscere meglio i prodotti biologici, cercando di svelarvi quali sono i vantaggi e svantaggi derivanti dal consumo di questi cibi. Se volete iniziare a inserii nella vostra routine alimentare, quindi, continuate a leggere!

Prodotti biologici: cosa sono e perché mangiarli

Per alimento biologico si intende un cibo che viene trattato in minima parte e non contiene ingredienti o conservanti artificiali, né è stato sottoposto a radiazioni ionizzanti.

Possono anche essere definiti, più ampiamente come:

“Alimento ottenuto da agricoltura o allevamento basato sul rispetto per l’ambiente, il benessere degli animali e il mantenimento o l’aumento della produttività del suolo”.

Due mucche marroni al pascolo

Quindi, con questo termine non ci si riferisce solamente a una tipologia di prodotto, ma si definisce per lo più un modo di vivere. Insomma è una scelta di vita che si basa su un modo di alimentarsi diverso dagli standard industriali e dove la produzione e la gestione del cibo (coltivato o allevato) avviene in modo ecologico.

Vantaggi dei prodotti biologici

Cura della salute

Nella produzione di prodotti biologici non si usano fertilizzanti, pesticidi chimici o semi transgenici. Tuttavia, non è possibile escludere la totale assenza di contaminazione, dal momento che le sostanze nocive possono, a volte, trovarsi direttamente nel terreno, nelle acque di irrigazione o anche cadere assieme alla pioggia.

Mantengono le qualità nutrizionali e di sapore originali, sono alimenti equilibrati, ricchi di sostanze nutritive e devono rispettare dei severi controlli di qualità a tutela del consumatore.

Tutela dell’ambiente

Promuovono la biodiversità animale e vegetale e mantengono l’habitat degli animali e della flora selvatica locale.

Nell’agricoltura biologica, la terra viene fertilizzata e il problema della desertificazione viene fermata grazie all’abbandono delle monocolture. Inoltre, produrre prodotti biologici non inquina le falde acquifere dato che non vengono utilizzati pesticidi né altro materiale chimico.

Valore nutrizionale

Sebbene siano in corso ulteriori studi, è stato dimostrato che molti prodotti biologici (soprattutto di tipo ortofrutticolo) possiedono un contenuto più elevato di vitamine e minerali, rispetto a quelli convenzionali, a causa del loro minore contenuto di acqua.

Sebbene non siano veri e propri “nutrienti”, questi alimenti contengono una quantità maggiore di enzimi, antiossidanti e sostanze biologicamente attive (come polifenoli, flavonoidi, ecc.).

Delle carote affiorano dal terreno coltivato

Svantaggi dei prodotti biologici

Sono più difficili da trovare

Potete trovare dei prodotti di questo tipo in negozi di generi alimentari alternativi, cooperative di consumatori e alcune sezioni di grandi aree commerciali. Ma, di solito, i prodotti biologici non sono disponibili nei negozi più tradizionali.

Hanno un peggior aspetto

La maggior parte dei prodotti biologici o organici hanno migliori proprietà organolettiche rispetto ai tradizionali, ma il fatto di essere coltivati o prodotti senza conservanti chimici li rende “più brutti” rispetto ad altri prodotti. L’aspetto e le dimensioni, più naturali ma che non corrispondono all’immagine creata artificialmente dalla pubblicità, possono allontanare i potenziali consumatori.

I prodotti biologici costano di più

Un elemento da tenere in considerazione è il prezzo dei prodotti biologici, rispetto a quelli tradizionale, che è il vero freno per lo sviluppo del settore. Probabilmente vi sarete già accorti che alimenti come il latte o altri, raddoppiano o triplicano il loro prezzo, se prodotti da fattorie o aziende 100% biologiche.

Uno dei motivi è la necessità di cercare alternative ai fertilizzanti e ai pesticidi, il che significa più macchinari e manodopera.

Inoltre, essendo prodotti poco conosciuti, c’è una bassa domanda, che porta a una bassa produzione, aumentando i costi di distribuzione e trasporto.

I prodotti biologici sono più sani?

Dopo tutte queste informazioni analizzeremo se gli alimenti biologici sono veramente più salutari dei cibi tradizionali.

In precedenza abbiamo commentato che alcuni frutti e verdure hanno un contenuto più elevato di vitamine e minerali, come conseguenza del loro basso contenuto di acqua.

Nonostante ciò, sono necessari ulteriori studi sull’argomento per affermarlo con certezza scientifica. Un consumo abbondante e vario di verdure, frutta e verdura tradizionali vi darà tutte quelle vitamine e minerali di cui l’organismo ha bisogno. Senza dimenticare il resto dei gruppi alimentari come legumi, cereali integrali e integrali, noci, uova, ecc.

Occorre dire che i prodotti biologici sono certamente più sani, se prodotti in assenza di contaminazione, sostanze chimiche e fertilizzanti.

Tuttavia, in termini di valore nutrizionale, gli alimenti che provengono da agricoltura o coltivazione biologica, consumati con la stessa frequenza e la stessa quantità di quelli tradizionali, in teoria non dovrebbero comportare alcun valore aggiunto a livello di benessere o miglioramento della salute.

Si può sicuramente affermare che preferire il consumo di prodotti biologici, principalmente, è il modo migliore per ridurre l’impatto ambientale, per garantire il rispetto e la maggiore cura di animali e terreni, oltre che lo sviluppo delle realtà economiche locali.