La pubblicità del cibo spazzatura dovrebbe essere regolamentata?

· 8 Febbraio 2019
La pubblicità di questo tipo di cibo appare costantemente in televisione e nei mass media. Per questo motivo, in molti, la ritengono responsabile dell'aumento dell'obesità infantile

Controllare la pubblicità del cibo spazzatura dovrebbe essere obbligatorio. Pubblicizzare alimenti con un alto contenuto di zuccheri e sale ha un impatto immediato e concreto sui bambini e li induce a seguire diete nocive per la loro salute.

Negli ultimi tempi, i dati sull’obesità infantile ci informano di un netto aumento di questa malattia. In parte la colpa è attribuibile alla pubblicità che incoraggia a mangiare cibi ricchi di zuccheri e grassi poco salutari. Da qui nasce l’esigenza di regolamentare le pubblicità che propongono cibo spazzatura.

Ad esempio, nel 2013, in Messico, è stata vietata la pubblicità del cibo spazzatura nelle fasce orarie protette. Perché non applicare questa misura anche nel nostro paese? Perché non ci preoccupiamo dei bambini che rappresentano il nostro futuro?

bambino mangia cibo spazzatura

Forse tutto questo ha a che fare con l’enorme quantità di denaro che gira intorno alla pubblicità. Solo negli Stati Uniti, gli inserzionisti spendono più di 2 miliardi di dollari per la promozione di cibi e di bevande destinate ai più piccoli.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) rileva che in molti paesi dell’Unione Europea sono state imposte delle restrizioni alla pubblicità di alcol e tabacco nei media, ma denuncia anche il fatto che non sono stati stabiliti dei limiti per la pubblicità di cibi rivolti ai bambini.

In Spagna, ad esempio, il sovrappeso colpisce un terzo dei bambini sotto i 12 anni. Secondo i dati dell’Agenzia Spagnola per la Sicurezza Alimentare, la cifra sale al 46% per i bambini compresi nella fascia d’età tra i 6 e i 9 anni.

I minori spagnoli tra i 3 e i 12 anni sono i secondi in Europa per il tempo trascorso davanti alla televisione, con una media di due ore e mezza al giorno.

In questo arco di tempo, la maggior parte delle pubblicità riguarda prodotti alimentari. È stato calcolato che ogni bambino arriva a vedere 54 spot televisivi al giorno e la maggior parte (il 71,2%) riguarda proprio cibi e bevande ad alto contenuto di zuccheri e di calorie.

Il cibo spazzatura

La maggior parte di questi prodotti sono poco salutari e possono essere raggruppati nelle seguenti categorie:

1) Cereali con zuccheri aggiunti: tipici nelle colazioni per bambini, ad esempio i fiocchi di riso con miele.

2) Bevande zuccherate: come la Coca-Cola e l’aranciata.

3) Aperitivi dolci: cioccolatini, pasticcini, biscotti.

4) Aperitivi salati: come patatine e altri snack.

5) Cibo da fast food: i tipici hamburger o i nuggets.

fritture e grassi

Una buona scelta sarebbe quella di sostituire le merendine e gli snack della mezza mattinata con della buona frutta fresca di stagione. Inoltre, si dovrebbe far bere ai nostri piccoli esclusivamente acqua, invece di dar loro continuamente bevande zuccherate spesso piene di coloranti.

Dove si compra il cibo spazzatura?

Oltre a controllare la pubblicità, dovreste prendere in considerazione anche i luoghi dove è possibile trovare questo tipo di cibo.

  • Nei supermercati o nella classica bottega sotto casa. Non solo si possono trovare facilmente, ma spesso sono prodotti in promozione con una confezione molto accattivante e con i disegni e i personaggi che piacciono ai bambini.
  • Sui mezzi di trasporto. Avrete notato che in molti autobus è presente la pubblicità ben esposta sui lati o dietro, ma non parliamo solo di questo. È molto comune trovare dei distributori automatici alle fermate della metropolitana o anche dentro alcuni treni dove è possibile reperire cibi veloci da consumare e poco salutari.
  • Nelle scuole. In molte scuole ci sono dei distributori automatici o un bar dove si vendono patatine, cioccolatini o prodotti altri pieni di zuccheri o sale e coloranti.

Dato che è molto facile trovare il cibo spazzatura ovunque, vi consigliamo di controllare le pubblicità che guardano i vostri bambini e di educarli a consumare nei loro spuntini alimenti sani come la frutta. Questo aiuterà molto a ridurre l’assunzione di cibo spazzatura da parte dei vostri bambini.