Ritmi circadiani e alimentazione: una relazione importante

3 Agosto 2019
Ritmi circadiani e alimentazione. Si o no?

L’obbiettivo finale dell’organismo è mantenere un’adeguata alimentazione, digerire bene il cibo e gestire appropriatamente le calorie rispetto ai normali ritmi circadiani di specifici momenti della giornata. In questo modo i tempi di riposo del corpo vengono rispettati. L’organismo avrà energia sufficiente da usare quando più ne ha bisogno, durante il giorno.

Molti sportivi amano l’attività fisica anche perché aiuta a perdere e controllare il peso e a sentirsi meglio fuori e dentro. Ma per farlo, occorre anche avere una buona dieta e alimentarsi rispettando i ritmi circadiani. Ma come si fa? Lo scopriamo qui.

Cosa sono i ritmi circadiani?

Il nostro corpo funziona in modo diverso a seconda del momento del giorno o della notte. Dobbiamo sapere innanzitutto che:

  • durante il giorno tutte le funzioni corporali, includendo il metabolismo, sono al massimo del loro funzionamento. Mentre durante la notte si paralizzano quasi completamente.
  • la luce solare penetra la nostra retina e invia segnali al principale ‘orologio biologico’ del nostro corpo, ossia l’ipotalamo. Questo regola la rapidità o la lentezza del nostro processo metabolico. Ha l’incarico di assorbire luce e generare adrenalina durante il giorno per aiutare le funzioni corporali. Durante la notte è incaricato della produzione di melatonina e serotonina permettendo un adeguato riposo.

Come funziona il nostro metabolismo durante questi cicli?

ritmi circadiani

Alimentarsi rispettando i ritmi circadiani funziona davvero?

Chiaramente tutti conosciamo il segreto per perdere peso: una dieta ipocalorica, acqua ed esercizio. Se nutriamo il corpo con una quantità insufficiente di calorie non stiamo diamo al nostro organismo l’energia che gli serve per svolgere tutte le sue funzioni. Il corpo accumulerà lo stress della carenza durante tutto il giorno. La conseguenza sarà una fame vorace durante le ore notturne.

Le diete ipocaloriche devono essere sempre adeguate al tipo di lavoro che svolgiamo. Ma soprattutto al tipo di sport che ci aiuta a bruciare calorie! Durante il giorno il corpo elabora il cibo in energia. Se non gli forniamo sufficiente energia durante il giorno, questo richiederà troppe calorie durante la sera per riequilibrarsi. Esattamente quando il metabolismo avrà appena cominciato a riposare.

Mantenere questa abitudine nel tempo sicuramente determinerà un aumento di peso. A qualcuno può capitare di aver bisogno di consumare zuccheri e carboidrati durante le ore della notte. Questo dipende dal fatto di non aver mangiato sufficientemente di giorno.

Zuccheri e carboidrati non comportano un aumento di peso se consumati alla mattina. Il corpo avrà tutto il tempo per poter consumare l’energia. Il problema sorge se il consumo avviene durante le ore della notte in assenza di attività. Il corpo convertirà l’energia in grassi che si accumuleranno nelle sue parti più problematiche.

Chiaramente non vogliamo spaventarvi. Mangiare zuccheri e carboidrati durante una notte, magari ad un incontro tra amici, non vi trasformerà in balene, però non deve diventare un’abitudine.

Ma allora, alimentarsi a seconda dei ritmi circadiani serve davvero? Sì, e funziona!

La dieta mediterranea funziona anche a colazione

Il segreto di una dieta efficace

Avete mai sentito la frase:

“fai colazione come un re, pranza come un principe e cena come un povero”?

Questo è il segreto di un’alimentazione che segue i ritmi circadiani!

Nonostante sembri un semplice detto, questa affermazione ha una base scientifica. Durante le ore del giorno i livelli di insulina nel sangue sono alti. Questo permette al corpo di gestire meglio zuccheri e carboidrati. Al contrario, durante le ore notturne, il livello di insulina diminuisce ed il corpo non può far altro che trasformare zuccheri e carboidrati in grassi.

Per questo motivo, è raccomandabile non consumare zuccheri e carboidrati durante la sera. L’organismo non è pronto a processarli.

Alimentarsi rispettando i ritmi circadiani è importante per perdere peso, se associato alla guida di una personale ed adeguata tabella nutrizionale.

Ricordiamo che ingerire meno calorie non basta. Devono sempre essere proporzionate a tutti gli altri nutrienti. Non serve a nulla assumere 1000 calorie provenienti esclusivamente da carboidrati e zuccheri raffinati.

Rispettare una dieta ipocalorica adeguata basata in una ricca colazione, una pranzo normale e una cena ricca di proteine e verdura, favorirà una perdita di peso naturale e sicura. E la notizia migliore è che aiuterà a mantenere i risultati nel tempo.