Diete ipocaloriche: quali pericoli nascondono?

01 marzo, 2019
Ingerire un quantitativo insufficiente di calorie può ripercuotersi negativamente sulla nostra salute. Conoscete i possibili effetti di un'alimentazione non adeguata?
 

Tra tutti i metodi per perdere peso, oggi ci concentreremo sulle diete ipocaloriche. Questo tipo di diete vengono solitamente seguite quando l’obiettivo è perdere peso in poco tempo, e facendo appena qualche sforzo. Le conseguenze -non potrebbe essere altrimenti- sono dannose per l’organismo, oltre al fatto che non portano ai risultati sperati.

A seguire, analizzeremo le caratteristiche delle diete ipocaloriche e i pericoli che nascondono per chi le segue. Infine, vi presenteremo un modo per perdere peso, molto più efficace e salutare.

Cosa si intende per diete ipocaloriche?

La dieta ipocalorica è quel regime alimentare caratterizzato dall’ingestione di una quantità molto limitata di calorie. Dando all’organismo un quantitativo di nutrienti inferiore a quello di cui ha bisogno, il dimagrimento sarà più veloce. Per lo meno, questo è quanto affermano i sostenitori di questo tipo di dieta finalizzata alla perdita di peso.

Per quanto riguarda gli alimenti, vengono eliminati tutti quelli a elevato contenuto calorico, mentre quelli a basso contenuto vengono assunti in piccole quantità.

Questo tipo di dieta può essere più o meno restrittiva, in base alla quantità di calorie che verranno eliminate dall’alimentazione quotidiana e al peso che si vuole perdere. In questo articolo ci concentreremo su quelle diete che limitano notevolmente l’ingestione di alimenti, visto che sono i più dannosi.

Conseguenze della dieta ipocalorica

Indebolisce il sistema immunitario

 

Il pericolo principale di questo tipo di diete è la riduzione di nutrienti fondamentali. Quel che è certo è che limita il consumo di grassi poco salutari o di zuccheri, ma bisogna anche tenere presente che limita l’ingestione di vitamine o di altri tipi di nutrienti. 

In conseguenza alla limitazione dei nutrienti fondamentali, il sistema immunitario si indebolisce, principalmente per il deficit di vitamine del gruppo B e C. Di conseguenza, è più probabile contrarre un virus o prendere raffreddore o influenza nei mesi più freddi.

Questo è un chiaro esempio del fatto che la dieta ipocalorica danneggiare davvero l’organismo. Inoltre, non ha alcun senso limitare il consumo di nutrienti così importanti e ricchi di benefici come le vitamine.

Effetti negativi delle diete ipocaloriche

Stanchezza ricorrente

Abbiamo già detto che alla base di questo tipo di dieta c’è una limitazione dell’apporto calorico. La prima cosa che succede quando lo facciamo è una sensazione costante di stanchezza. Facciamo più fatica a svolgere le attività quotidiane e arriviamo esausti a fine giornata.

Questo si verifica perché l’organismo è privo di energia e non ha forza a sufficienza per eseguire tutte le attività quotidiane. Un esempio molto eloquente potrebbe essere quello di un’auto cui facciamo mezzo serbatoio di benzina anziché fare il pieno. Chiaramente l’auto avrà meno autonomia e non renderà allo stesso livello di un’auto con il serbatoio pieno.

 
Donna stanca

Perdita della massa muscolare

Le persone che seguono una dieta ipocalorica lo fanno allo scopo di bruciare la quantità di grassi in eccesso.Ma il risultato è esattamente l’opposto.

Quando iniziamo una dieta ipocalorica, i primi a risentirne sono i muscoli, che iniziano a indebolirsi e che perdono volume piano piano.

Per recuperare massa ci sarà bisogno di tempo e di una dieta ricca di proteine, visto che non è facile farli tornare come prima. Questo è un altro motivo per cui le diete ipocaloriche molto rigide non sono una buona scelta.

Livelli elevati di cortisolo

Dopo alcuni giorni di dieta ipocalorica gli ormoni si destabilizzano, e questo si deve al fatto che non stanno ricevendo i nutrienti necessari. Di conseguenza, si elevano i livelli di cortisolo.

Forse questo nome non vi sarà familiare, ma ne avrete di sicuro sentito parlare come “ormone dello stress“. Esso agisce direttamente sul nostro stato d’animo e sul nostro temperamento. Di conseguenza, compaiono irritabilità, stanchezza, insonnia e depressione.

Donna con mal di testa
 

Conclusioni

Le diete ipocaloriche rigide non sono una scelta indicata per perdere peso. Bisogna tenere in considerazione che raggiungere il peso ideale richiede tempo e sacrifici. Inoltre, l’unico modo per dimagrire in salute è seguendo una dieta completa e variegata (preferibilmente concordata con uno specialista) e facendo regolarmente attività fisica.

  • Trombetta, I. C. (2003). Exercício físico e dieta hipocalórica para o paciente obeso: vantagens e desvantagens. Rev Bras Hipertens10(2), 130–133.
  • Stern, L., Iqbal, N., Seshadri, P., Chicano, K. L., Daily, D. A., McGrory, J., & López, P. O. (2004). La dieta baja en hidratos de carbono es más eficaz que la dieta hipocalórica convencional. FMC – Formación Médica Continuada En Atención Primaria11(8), 525. https://doi.org/http://dx.doi.org/10.1016/S1134-2072(04)76206-4