Le calorie non sono tutte uguali: contarle non serve

20 Aprile 2019
Se siete tra quelli che pesano gli alimenti e controllano ogni caloria ingerita, sappiate che le calorie non sono tutte uguali. Contarle, quindi, è inutile.

Uno dei dubbi più ricorrenti, quando si vuole perdere peso, riguarda il numero di calorie da ingerire ogni giorno. Teoricamente, una caloria è una caloria. Eppure, esistono grandi differenze nel modo in cui il corpo risponde al loro consumo e a come ci fanno sentire. In questo articolo, dunque, vi spiegheremo perché le calorie non sono tutte uguali.

Di solito, si parla di calorie in relazione ai grassi accumulati in eccesso. Le persone che amano mantenersi in forma, così come quelle che desiderano perdere chili, spesso pesano gli alimenti e calcolano il numero esatto di calorie, ogni giorno. Dal loro punto di vista, diminuendo l’assunzione di calorie, diminuiscono anche le possibilità di ingrassare. Ma ciò non ha molto senso dato che, come vedrete, le calorie non sono tutte uguali.

A livello di salute o di perdita di peso, ciò che fa la differenza sono quelle calorie di cui l’organismo ha bisogno. Semmai, il discorso va spostato sul modo in cui queste calorie vengono inserite nel corpo. Possono essere accompagnate da proteine, fibre o anche dai grassi cosiddetti “buoni”. Oppure derivano da alimenti ricchi di zuccheri. Ed è proprio qui, che si gioca la partita.

Donna prepara insalata

Perché le calorie non sono tutte uguali

Se state cercando di perdere peso, non dovrete fare altro che mangiare cibi calorici contenenti fibre. Ciò vi aiuterà a saziarvi velocemente e terrà lontana, per più tempo, la sensazione di fame. Tenete presente che molti cibi ipercalorici sono pieni di zuccheri, nel qual caso si parla appunto di “calorie vuote”. Sono quelle con un apporto nutrizionale infimo o nullo. Non dimenticate mai che la quantità di calorie che bisogna consumare dipende da molti fattori: il vostro stile di vita, l’età e il peso corporeo desiderato.

Il rapporto tra calorie e tipologia di alimenti

Una caloria è l’unità di misura dell’energia. Quindi, solamente da questo punto di vista, una caloria “vale” l’altra. Ciò che succede è che la loro presenza varia a seconda del tipo di alimento. In effetti, alcuni cibi offrono un potere saziante più immediato, facendo scomparire l’appetito all’istante. Altri, nonostante vengano assunti in maggiori quantità, al contrario stimolano ulteriormente la fame. Già solamente in base alla tipologia di alimento, potete evincere facilmente che le calorie non sono tutte uguali.

Per essere corretti, potremo dire che sono uguali ma solamente “al di fuori” dell’organismo. Una volta dentro, le calorie vengono utilizzate in modo diverso a seconda della fonte e della natura del cibo consumato.

Se vi nutrite correttamente, seguendo una dieta salutare e variata, potreste mangiare fino a quando non vi sentirete sazi. Ciò significa senza concentrarvi su peso, quantità e porzioni: tutte le calorie svolgeranno il loro ruolo garantendo benessere all’organismo.

Infatti, sono proprio i cibi dannosi (quelli a “calorie vuote”, privi di nutrienti), che non riescono a soddisfare la fame, portandovi a consumi maggiori. E, di conseguenza, vi spingono verso una possibile situazione di sovrappeso. Ecco spiegato il perché:

I problemi nascono proprio dalla coesistenza di questi due pericolosi elementi. L’alto contenuto di calorie vuote del cibo spazzatura, sommato alla sua incapacità di saziare l’appetito. Milioni di persone, in tutto il mondo, stanno ingerendo quantità di alimenti poveri sotto il profilo nutritivo ma carichi di calorie. Non deve sorprendere, quindi, se l’obesità è uno dei drammi del mondo moderno.

Le calorie non sono tutte uguali

Le calorie sono uguali prima di entrare nell’organismo umano. Una volta dentro, sono collegate al tipo di alimento che le veicola. Quindi, il consumo di cibi ipercalorici ma poveri di nutrienti porterà inevitabilmente al sovrappeso. Occorre privilegiare alimenti naturali e sani che, poi, sono quelli che hanno un alto potere saziante.

Un esempio per capire perché le calorie non sono tutte uguali

Prima di concludere, vorremmo proporvi un caso pratico, per farvi capire in che modo le calorie influiscono sul vostro corpo a seconda della natura del cibo. L’obiettivo sarà quello di verificare le eventuali differenze tra 2 cibi che contengono approssimativamente le stesse calorie:

  • una bibita gassata.
  • un sandwich al pollo.

Da un lato, la bibita gassata contiene solo carboidrati semplici e richiede poca digestione. Inoltre, le calorie vengono rapidamente assorbite nel flusso sanguigno, causando un rapido aumento della glicemia.

Al contrario, il sandwich al pollo è una combinazione di carboidrati complessi, fibre e proteine. Le fibre e le proteine ​​aiutano a rallentare la digestione e l’assorbimento di nutrienti, il che causa un aumento più graduale e costante della glicemia. Allo stesso tempo, favorisce una sensazione di pienezza, il che porta la persona a mangiare meno e per un periodo di tempo maggiore.

Queste semplici differenze vi permetteranno di capire come vengono elaborate le calorie e come possono farvi sentire. Osservando questo semplice esempio è palese che la natura degli alimenti gioca un ruolo primario e che le calorie sono solamente “l’effetto” della loro assunzione. La risposta metabolica dell’organismo, quando si beve una bevanda gassata, è completamente diversa se, al contrario, si mangia un panino al pollo.

Come avete dunque visto, le calorie non sono tutte uguali. Questo discorso è importante per instaurare delle abitudini alimentari più sane che tengono meno in considerazione il numero delle calorie e prediligono la natura del cibo. Lasciate da parte tutto ciò che rientra nei cosiddetti cibi con “calorie vuote” (che non saziano nonostante possiate mangiarne quantità enormi), aprendo la vostra dieta a ingredienti sani e naturali.

Agendo in tal maniera, vi libererete dello stress di controllare ossessivamente le etichette dei prodotti, grazie al fatto che dare al vostro organismo cibi sazianti e ricchi di proprietà nutrienti.