6 falsi miti sull’alimentazione che è ora di sfatare

· 14 Maggio 2019
Il cibo è una questione molto importante nella nostra vita quotidiana. In questo articolo, ci dedicheremo alla mistificazione di alcuni alcuni miti popolari sull'alimentazione.

I miti sul cibo sono da sempre presenti nella società. Ma l’incertezza e la mancanza di informazioni adeguate sono alcuni dei motivi per cui le abitudini alimentari si muovono nella direzione sbagliata. Vediamo insieme 6 falsi miti sull’alimentazione.

Riguardo l’alimentazione, spesso ci si ritrova confusi perché non si capisce a cosa bisogna credere. Pertanto, vi presentiamo una lista di 6 falsi miti sull’alimentazione con l’obiettivo di svelare alcune teorie e rispondere a tutte le vostre domande. Prendete nota!

6 falsi miti sull’alimentazione

1. Mangiare dopo le 18 è una cattiva idea

Il primo dei falsi miti sull’alimentazione che presentiamo è uno dei più diffusi. Molte persone pensano che sia sbagliato mangiare dopo le 18:00. Niente di più falso: smettere di mangiare dopo le 18:00 è una cattiva opzione. Infatti, bisogna tenere presente che il nostro corpo non ha idea di che ora sia!

Per questo motivo, non importa se sono le 6:00 o le 8:00, la cosa importante è che la quantità di calorie che assumete non sia superiore a quella di cui ha bisogno il vostro corpo. Ricordate che, se volete perdere peso, il metodo migliore per farlo è mangiare più frequentemente, preferibilmente a orari prestabiliti e in piccole quantità.

2. Gli spinaci sono ricchi di ferro

Come secondo falso mito, presentiamo una credenza che ha accompagnato molti bambini durante l’infanzia e che sicuramente ha fatto in modo che siano stati mangiati fino alla fine molti piatti. Tuttavia, gli spinaci non sono un alimento ricco di ferro.

Foglie di spinaci

In effetti, gli spinaci forniscono un livello molto basso di ferro, quindi non sono sufficienti per coprire le vostre esigenze. Il ferro, invece, è un minerale presente nelle carni rosse, nel timo, nelle vongole, nelle telline o nei legumi come le lenticchie.

3. Dolci vietati: uno dei falsi miti sull’alimentazione più popolari

La prima cosa che dovreste sapere è che non è mai bello vietare completamente certi cibi, dal momento che tutto è una questione di moderazione. Più vi private del cibo, più rischierete di aumentare il senso di frustrazione che in seguito potrebbe portare agli eccessi. In definitiva, vietare determinati cibi al proprio corpo può produrre l’effetto opposto e impedire la perdita di peso.

Pertanto, è importante indulgere in piccoli capricci di volta in volta. Se volete pianificare un’uscita per andare a cena al vostro ristorante preferito o mangiare qualche caramella, potete sempre compensare aumentando la frequenza dell’allenamento. In questo modo, manterrete in equilibrio l’assunzione di calorie mentre vi sarà concesso di assaporare il vostro piatto o dessert preferito. Quindi, se volete concedervi qualcosa di dolce, vi consigliamo semplicemente di intensificare l’esercizio fisico.

“Siamo ciò che mangiamo, ma ciò che mangiamo può aiutarci ad essere molto più di quello che siamo”

-Alice May Brock-

4. Le verdure surgelate contengono meno nutrienti

Le verdure fresche appena raccolte contengono ovviamente più nutrienti. Quindi, più lungo è il tempo trascorso tra la raccolta e il piatto, meno vitamine e minerali ci saranno.

Al contrario, questo problema non si verifica con le verdure surgelate, poiché generalmente vengono congelate subito dopo la raccolta per preservarne l’aspetto e le qualità nutrizionali. È ovvio che le verdure perderanno alcune vitamine durante il processo di congelamento, ma ne conserveranno comunque altre. Di conseguenza, le verdure surgelate sono spesso più ricche di nutrienti rispetto ad alcune verdure fresche.

5. Lo zucchero crea dipendenza

In quinto luogo, dovreste sapere che è vero che lo zucchero crea dipendenza. Tenete presente che, sebbene i dolci non siano essenziali, forniscono un senso di piacere al cervello. È vero che lo zucchero non causa dipendenza fisica, ma il suo consumo causa fluttuazioni di zucchero nel sangue, che possono causare voglie o perdita di energia se non viene consumato. Pertanto, vi consigliamo di mangiare i cibi zuccherati con moderazione.

Zucchero di canna
6. Saltare i pasti aiuta a perdere peso

Infine, presentiamo il falso mito totalmente sbagliato secondo cui saltare i pasti aiuterebbe a perdere peso. Tenete presente che saltare i pasti costringe il metabolismo a rallentare per risparmiare carburante. In tal modo, accumula il grasso. Inoltre, l’omissione del primo apporto calorico favorisce le voglie. A lungo termine, questo può portare a sovrappeso o addirittura raddoppiare il rischio di obesità.

In breve, grazie a questo articolo abbiamo imparato a mistificare alcuni falsi miti sull’alimentazione. Speriamo di avere fornito gli argomenti necessari per convincervi e mettere fine ad alcune cattive abitudini generate da falsi miti che sicuramente vi hanno accompagnato fino ad oggi!