Correre sotto la pioggia: consigli per appassionati di running

30 Aprile 2019
Correre sotto la pioggia può essere veramente difficile. Spesso molti runner sospendono gli allenamenti quando si trovano di fronte alle intemperie. In questi casi, ci sono una serie di accorgimenti che possono essere davvero di aiuto.

Correre sotto la pioggia per i veri appassionati del running non è un grosso problema. Solamente delle cause di forza maggiore impedirebbero loro di saltare un allenamento. Solo davanti ad un’inondazione biblica, ad un uragano o ad un acquazzone, troverebbero un motivo per fermarsi.

Al contrario, chi ha iniziato a correre da poco è più propenso a trovare delle scuse per non allenarsi. Una giornata di pioggia o dalle condizioni climatiche avverse diventa una giustificazione perfetta per saltare gli allenamenti senza avere troppi sensi di colpa.

Tranne in casi estremi, una giornata piovosa non rappresenta un motivo per non allenarsi. Ovviamente, bisogna adottare una serie di accorgimenti per non ammalarsi ed evitare gli infortuni.

Bisogna provare questa esperienza (che di solito è molto divertente e gratificante) senza tornare a casa con il raffreddore.

Anche sotto la pioggia è meglio correre in gruppo

Di solito, per i meno entusiasti, correre da soli sotto la pioggia non è un’idea attraente. Cercare dei compagni con i quali correre, potrebbe rappresentare un motivo in più per non rinunciare agli allenamenti. Sappiamo tutti che esercitarsi in gruppo aumenta la motivazione.

Se l’allenamento diventa una uscita tra amici, è molto probabile che rinunciate all’idea di rimanere a casa. Questa strategia può essere applicata sempre, indipendentemente dall’attività svolta e dalle condizioni climatiche che troverete.

L’abbigliamento adatto per correre sotto la pioggia

Quando si corre, l’abbigliamento è una parte essenziale. È chiaro che in nessun caso deve diventare il motivo per sospendere gli allenamenti.

Quando piove, concludere con successo il percorso stabilito, dipende in larga misura dall’abbigliamento scelto. Un po’ di buonsenso è sempre utile, in qualsiasi attività che svolgiamo.

correre con la pioggia in una maratona

È opportuno indossare degli abiti che non siano né troppo larghi né troppo stretti ed evitare di correre con dei “sacchetti di plastica” addosso. Bisogna utilizzare dei materiali impermeabili che non ostacolino la traspirazione. I tessuti sintetici rappresentano la scelta migliore.

Se la temperatura è molto bassa, potete utilizzare una giacca, purché non sia troppo pesante. Bisogna anche considerare la possibilità che a metà strada compaia nuovamente il sole. In questo caso, il calore provocato dall’umidità dell’ambiente e dal sudore accumulato tra gli strati di tessuto e la pelle, possono rappresentare un problema.

Per proteggere gli occhi più essere utilizzata una visiera. È opportuno anche indossare degli indumenti con dei colori vivaci, soprattutto se correte in strade dove passano auto, moto o biciclette. Non bisogna dimenticare che sotto la pioggia la visibilità diminuisce notevolmente.

Non dimenticate di fare stretching

Prima di correre bisogna preparare il corpo allo sforzo che sta per affrontare. I traumatologi ed i fisioterapisti sostengono che saltare questo passaggio è una delle principali cause di infortunio legate alla corsa.

Quando ci sono delle condizioni meteorologiche sfavorevoli, bisogna fare stretching al riparo, prima di bagnarsi. Lo stesso vale quando avete finito l’allenamento, sia per quanto riguarda la corsa, sia per qualsiasi altra attività fisica. Fare stretching (prima e dopo) facilità enormemente il recupero muscolare.

Rischi del correre sotto la pioggia

Quando si corre sotto la pioggia non è il momento più adatto per provare a migliorare le proprie prestazioni personali, anche se state partecipando ad una gara. La scelta più opportuna è quella di mantenere un’andatura moderata, ma costante. In questa maniera, ridurrete il rischio di appoggiare male il piede o scivolare sulla superficie bagnata.

L’idratazione è importante

Avere la pelle bagnata non influisce sull’idratazione del corpo. Portate sempre con voi una bottiglia d’acqua come quando vi allenate sotto il sole o quando fa caldo.

ragazza runner

Correre con la pioggia: dopo cambiate immediatamente i vestiti

Se avete il luogo adatto per cambiarvi prima dello stretching finale, fatelo. Quando avete finito gli allenamenti fate una doccia calda o tiepida (questo vale per tutti gli sport).

Appena avete finito, riscaldatevi bene, bevete una bevanda calda e mangiate dei cibi calorici. Queste sono delle misure semplici che vi permetteranno di evitare dei fastidiosi raffreddori.

Come avete visto, si può correre sotto la pioggia. Basta solo avere delle accortezze. Seguitele e non dovreste aver nessun problema.

 

  • Nike. Guía completa de iniciación al running. 2015. Extraído de: https://content.nike.com/content/dam/one-nike/en_us/season-2015-ho/running/NRC/RSG/1029_update/RSG_GUIDE_101415_es-ES.pdf
  • Ehrmann, A., & Blachowicz, T. (2011). Walking or running in the rain-A simple derivation of a general solution. European Journal of Physics, 32(2), 355–361. https://doi.org/10.1088/0143-0807/32/2/008
  • De Angelis, A. (1987). Is it really worth running in the rain? European Journal of Physics, 8(3), 201–202. https://doi.org/10.1088/0143-0807/8/3/011
  • Peterson, T. C., & Wallis, T. W. R. (1997). Running in the rain. Weather, 52(3), 93–96. https://doi.org/10.1002/j.1477-8696.1997.tb06281.x