Scarpe da ginnastica per il running: quali scegliere?

31 luglio 2018
Scegliere le scarpe da ginnastica giuste per andare a correre è cruciale per avere buone prestazioni e non rischiare lesioni.

Esiste in commercio un’ampia varietà di scarpe da ginnastica per il running. Alcune ci offrono un prezzo appetibile, altre un bel design e comodità.

Correre significa un maggiore impatto, fino a tre volte il nostro peso corporeo, a ogni passo. Da qui l’importanza di scegliere un buon paio di scarpe da ginnastica, tenendo conto delle vostre necessità.

Cosa sono le scarpe da ginnastica?

Si tratta delle calzature finalizzate a fare sport, che in generale vengono fabbricate in pelle, tela o in materiale sintetico. A seconda del Paese di produzione, vengono chiamate scarpe sportive, da sport, da tennis, da ginnastica, bambas, scarpe in gomma, o plasma.

Per offrire maggiore flessibilità, la loro suola è fatta di gomma. Sebbene originariamente fossero disegnate per fare sport, molte persone di qualunque età, sia bambini che giovani e adulti, le utilizzano oggi nella vita di tutti i giorni.

Tipologie di scarpe da running

Esiste un’ampia gamma di scarpe sportive per il running; a seconda della marca, del genere, del tipo di passo e dell’uso che ne facciamo, abbiamo ad esempio:

  • Quelle da gara.
  • Da allenamento.
  • Da trail running, da trekking o da escursionismo.
  • Quelle miste, adatte sia all’allenamento che alle gare.
  • Scarpe da atletica, con i chiodini, in base alla tipologia di atletica.

Quali componenti della scarpa da ginnastica bisogna considerare

Atleta che corre

Al momento di scegliere, considerate le seguenti componenti della scarpa da running:

L’upper

Si riferisce alla parte superiore della scarpa sportiva, meglio conosciuta come tomaia. Si tratta della parte soprastante la suola. Può essere cucita in vari punti uniti tra loro o può semplicemente essere un unico pezzo.

La suola

Si tratta della parte che si consuma con più facilità a causa del contatto con il suolo. Al momento dell’acquisto, accertatevi che sia morbida e che si possa piegare facilmente, permettendo, quindi, un buon movimento dei piedi.

Il peso

Scegliete sempre un paio di scarpe sportive più leggere possibile, che pesino, quindi, meno di 300 grammi. Le scarpe da ginnastica pesanti causano infatti molti problemi.

Il drop

Si tratta dello differenza di altezza tra il tallone e la punta della scarpa sportiva. Dato che il drop influisce sul modo in cui corriamo, è consigliabile che questo spazio non superi gli 8 millimetri.

La comodità

Il comfort offerto dalla scarpa da ginnastica è importante quando si tratta di correre. Le scarpe devono essere comode per evitare che si verifichino fastidiosi attriti.

L’ammortizzazione

L’ammortizzazione (o camera d’aria) è importante perché il piede possa riposare e avere un buon controllo del tallone. Questo aspetto aiuta a minimizzare l’impatto del corpo sulle articolazioni. Il livello di ammortizzazione della scarpa, dona una maggiore resistenza.

C’è chi opta per delle scarpe da ginnastica minimaliste, ovvero con poco o con nessun tipo di ammortizzazione. Alcuni le preferiscono perchè aiutano a correre in modo più naturale e offrono quindi una migliore percezione del terreno. Non esistono dati specifici che indichino quale sia la migliore opzione in questo senso.

Il momento giusto per cambiare scarpe da ginnastica

Per stabilire quale sia il momento giusto per cambiarle, dovete tenere conto del vostro peso corporeo, del modo in cui camminate e del modo in cui conservate le scarpe. Inoltre, ci sono altri fattori, come:

  • Se presentano buchi, graffi o striature.
  • Quanti chilometri hanno percorso.
  • Se hanno le solette danneggiate.
  • Se provate strani dolori al tallone o al tarso quando le indossate.

7 consigli degni di nota

Scarpe da ginnastica per correre

Tenete a mente i seguenti suggerimenti:

  1. Devono essere una misura in più della vostra misura di scarpe abituale; questo perchè i piedi tendono a gonfiarsi mentre correte.
  2. Usate dei calzini, in modo che i vostri piedi non sudino troppo.
  3. Non usate scarpe sportive rovinate, perché producono un disequilibrio meccanico del piede, che può portare a lesioni gravi.
  4. Controllate regolarmente la soletta della scarpa sportiva, soprattutto se correte per lunghe distanze. Tenete a mente che la sua “vita utile” varia dai 600 ai 1200 chilometri.
  5. Per allungare la vita delle vostre scarpe da tennis, compratene due paia. In base all’allenemento che andrete a fare, alternatele.
  6. Non fate mai “il rodaggio” a una scarpa sportiva durante una gara. Date alla scarpa il tempo di adattarsi al vostro piede durante gli allenamenti dei giorni precedenti la gara stessa.
  7. Eseguite una prova del vostro passo, in modo tale da sapere quale è il tipo di scarpa sportiva da utilizzare.

Dato che le scarpe sportive sono l’aspetto più importante del vestiario di un corridore, dovete scegliere con scrupolosità. Però, se non sapete scegliere o se avete dubbi al momento dell’acquisto, vi consigliamo di rivolgervi a qualcuno che conosca il tema a fondo. Potreste anche recarvi presso un negozio specializzato in calzature sportive da running.

Guarda anche