Come eseguire correttamente il curl per i bicipiti

12 Maggio 2019
Per eseguire correttamente gli esercizi per le braccia è importante adottare una buona postura ed effettuare i movimenti senza commettere errori. Gli obbiettivi principali sono: rinforzare le articolazioni e tonificare i muscoli degli arti superiori.

Quando si inizia una nuova routine di allenamento, è necessario procedere passo dopo passo. Esercizi come il curl per i bicipiti, gli affondi e gli squat sembrano semplici, in realtà, richiedono una tecnica eccellente. Il movimento per eseguire il curl per i bicipiti permette di rafforzare e definire la parte anteriore delle braccia.

Ricordatevi che per sollevare un peso maggiore, non dovete mai sacrificare una buona postura. Potreste ottenere pochi risultati e modellare i muscoli in maniera errata.

Questo vale soprattutto per i gruppi muscolari più piccoli: è meglio avere una buona postura che aumentare la difficoltà e il peso dei vostri esercizi. Andiamo a vedere come dovreste eseguire questo esercizio.

L’allenamento per le braccia: uno dei più eseguiti

Uno dei motivi per frequentare una palestra è quello di allenare le braccia. Tra pesi, manubri e macchine varie possiamo tonificare e aumentare il volume dei muscoli delle nostre braccia. Si dice che i bicipiti e i tricipiti sono i muscoli più allenati dagli uomini, in realtà, anche le donne non sono da meno.

Partiamo dal presupposto che ogni persona ha il suo tipo di muscoli. Per questo motivo, a seconda dei casi, bisogna usare macchine e pesi diversi per allenarli correttamente. In questo senso, la genetica gioca un fattore determinante. Se volete modellare la parte superiore del corpo, gli allenamenti in palestra con i pesi sono la scelta migliore che potete fare.

Di solito, per allenare i muscoli piccoli si eseguono degli allenamenti specifici. Nel caso della parte anteriore delle braccia, il curl per i bicipiti è un esercizio che non può mancare.

allenamento bicipiti

Cosa sono i bicipiti e quale è la loro funzione?

I bicipiti sono un muscolo composto da due parti: la prima viene chiamata “capo breve” e la seconda “capo lungo”. Entrambe permettono la mobilità del braccio tra il gomito e le sue articolazioni.

Questi muscoli permettono cinque tipi di movimenti: flettere l’avambraccio sul braccio, flettere il braccio sulla spalla, girare il palmo della mano durante la flessione dell’avambraccio, la rotazione esterna della spalla e “l’intrarotazione” del braccio. Gli esercizi devono essere eseguiti con estrema cautela, altrimenti, potrebbero causare lesioni, tendiniti o strappi.

Il curl per i bicipiti è uno degli esercizi più praticato nelle palestre. Anche se è facile da eseguire, richiede molta attenzione. Vi consigliamo di allenarvi con i manubri perché i bilancieri limitano notevolmente i movimenti dell’avambraccio.

Suggerimenti per eseguire il curl per i bicipiti

Prima di iniziare la vostra routine è importante fare un riscaldamento di almeno 5 o 10 minuti. Potete fare una corsa o usare il tapis roulant.

Fate anche dello stretching, in questa maniera i muscoli saranno “caldi” ed eviterete delle possibili lesioni quando inizierete a sollevare i pesi.

Per eseguire correttamente il curl per i bicipiti è necessario mantenere una postura eretta. Le ginocchia devono essere leggermente piegate e i glutei e l’addome contratti. In questa maniera, lavorerete indirettamente anche su altre parti del corpo.

Un altro consiglio è quello di aumentare gradualmente il peso man mano che acquisite esperienza durante gli allenamenti. Bisogna aumentare progressivamente il carico in modo da evitare lesioni e che il muscolo possa crescere correttamente. Inoltre, è bene variare attrezzo. Se state usando il bilanciere, utilizzate anche i manubri o viceversa.

curl con manubri per bicipiti

Gli errori più comuni quando si esegue il curl per i bicipiti

Un errore molto comune commesso dai principianti è di non ruotare il polso durante la fase di ascesa. Nella prima parte dell’esercizio va bene, ma quando inizia il movimento, bisogna ruotarlo gradualmente. La rotazione deve avvenire prima che l’avambraccio si trovi parallelo al suolo.

Un altro errore molto frequente è quello di staccare i gomiti dal busto. In questa maniera la tensione dell’esercizio si distribuisce per tutto il braccio. Più tenete il braccio largo, meno lavoreranno i vostri bicipiti (che sono i muscoli per i quali state facendo questo esercizio).

Per quanto riguarda le spalle, evitate di farle oscillare in avanti. Di solito, questo errore è dovuto a una cattiva postura durante l’esecuzione dell’esercizio. Gli arti superiori devono essere perpendicolari al suolo. È importante evitare le oscillazioni del tronco perché sono una delle cause dello spostamento delle spalle nella direzione sbagliata.

Se seguite tutti i suggerimenti che vi abbiamo dato e vi fate assistere da un istruttore esperto, allenerete con successo i vostri bicipiti. La buona notizia è che non avete bisogno di caricare troppo peso per ottenere dei risultati visibili. Come abbiamo detto in precedenza, ricordatevi di aumentare il peso in maniera graduale e di eseguire i movimenti correttamente.