L'allenamento funzionale per principianti

04 giugno, 2020
Una delle tendenze del fitness di maggiore successo oggi è l'allenamento funzionale. Scoprite insieme a noi i segreti di questa disciplina per migliorare le vostre prestazioni giorno dopo giorno.
 

Oggi ci sono sempre più alternative per chi vuole praticare attività fisica. L’allenamento funzionale, grazie alle sue caratteristiche, è una tra le più diffuse. In questo articolo, scoprirete quali sono le chiavi per iniziare questo tipo di allenamento e quali sono gli esercizi che si adattano meglio per i principianti che partono da un livello base.

Cos’è l’allenamento funzionale?

Il funcional training o allenamento funzionale è una delle tendenze del fitness di maggiore successo oggi. Tuttavia, poche persone sanno chiaramente di cosa si tratta.

Gli esercizi dell’allenamento funzionale sono piuttosto semplici: vengono eseguiti con tutto il corpo e in diversi piani di movimento, imitando per lo più i movimenti che eseguiamo quotidianamente.

Uno degli obiettivi primari dell’allenamento funzionale è la continua ricerca del trasferimento. Per trasferimento si intente il processo finalizzato a guadagnare forza e coordinazione per poi trasferirli alle attività della vita quotidiana o allo sport, allo scopo di migliorare le prestazioni e ridurre il rischio di lesioni.

Un’altra caratteristica dell’allenamento funzionale per principianti è l’uso del peso del corpo per svolgere gli esercizi. Una volta acquisito il dominio della materia, possono essere inclusi altri elementi.

Chi può praticarlo?

Chiunque voglia migliorarsi e aumentare la propria resistenza. Certo, vale la pena conoscere fin dall’inizio i propri limiti e cercare di non sforzarsi troppo.

 

Per questo motivo, è consigliabile rivolgersi ad un professionista, che farà una valutazione iniziale e vi fornirà una guida per evitare qualsiasi problema. In questo senso, uno dei punti chiave dell’allenamento funzionale per principianti sarà la progressione.

HIIT:  allenamento funzionale per principianti

Vantaggi dell’allenamento funzionale per la vita quotidiana

Se allenate il vostro corpo in modo completo con esercizi di tipo funzionale, otterrete benefici quali:

  • Miglioramento dell’equilibrio.
  • Aumento del controllo posturale.
  • Maggiore coordinazione.
  • Aumento della forza nelle attività quotidiane.
  • Prestazioni sportive maggiori.
  • Riduzione della probabilità di infortuni, sia nell’attività sportiva che nella vita quotidiana.

5 esercizi di allenamento funzionale per principianti

Se volete iniziare a praticare l’allenamento funzionale, ecco i cinque esercizi più consigliati:

1. Squats

È uno degli esercizi più importanti quando si lavora sul treno inferiore. Senza andare oltre, uno squat tradizionale imita il nostro movimento quando si tratta di sedersi e alzarsi da una sedia.

Dobbiamo garantire una corretta esecuzione di questo lavoro, poiché può essere un esercizio che richiede un grande sforzo delle ginocchia. Allo stesso tempo, deve essere mantenuta una corretta posizione della schiena, che sarà essenziale per ridurre il rischio di lesioni.

 
Squat: coppia si allena a casa

2. Lunges

I lunges, insieme agli squat, sono uno dei migliori esercizi quando si lavora sul treno inferiore. Pensate che possiamo simulare questo tipo di esercizio quotidianamente, quando camminiamo.

Durante l’esecuzione e in base all’obiettivo, è possibile eseguirli in avanti o all’indietro o in modo dinamico o statico. Per una corretta esecuzione, sarà essenziale non lasciare mai andare il ginocchio oltre la punta del piede in avanti. Inoltre, i lunges possono far parte anche del riscaldamento dinamico.

Allenamento funzionale in casa


3. Push-up o flessioni

I push-up sono un altro degli esercizi funzionali fondamentali. È uno dei modi migliori per esercitare la forza della spinta che usiamo in molte attività quotidiane. Questo esercizio richiede lo sforzo dei muscoli della parte superiore del corpo, in particolare il pettorale, le braccia e il core.

 

All’inizio, è conveniente fare i push-up con le ginocchia appoggiate; una volta che avrete ottenuto abbastanza forza, potete eliminare il supporto. Ancora una volta, l’allenamento funzionale per principianti entra in gioco con questo esercizio.

Flessioni su un prato

4. Pull-up

Se prima ci siamo concentrati sui movimenti di spinta, in questo caso ci riferiamo ai movimenti di trazione, che hanno la stessa importanza dei primi. Un ottimo modo per allenare la trazione è con il noto esercizio di pull-up. Con questo tipo di esercizio funzionale lavoreremo sui muscoli della schiena, così come le braccia e la fascia addominale.

Si consiglia di iniziare con i piedi appoggiati. Una volta acquisita abbastanza forza, elimineremo il sostegno fino a quando non riusciremo a realizzare il nostro primo esercizio usando solo il peso corporeo.

Esercizi con il peso corporeo
 


5. Rotazione del tronco

Il movimento rotatorio del tronco dovrebbe essere una priorità nell’allenamento funzionale, poiché molte persone si feriscono alla schiena durante i movimenti di torsione. Uno degli esercizi che meglio si adattano a questo scopo è quello con l’elastico. Bisogna tenerlo con entrambe le mani e ruotare il tronco per esercitare il core.

Se volete iniziare o includere l’allenamento funzionale nella vostra routine, cominciate con questi esercizi. In breve tempo potrete dominarli e continuare ad andare avanti, oltre a notare i loro effetti sulla vita quotidiana, soprattutto per quanto riguarda la stabilizzazione dei muscoli. In questo modo, potrete usare il vostro corpo al massimo senza preoccupazioni!

  • Bliss, LS and Teeple, P. Core stability: The centerpiece of any training program. Curr. Sp. Med. Rep. 4: 179-183, 2005.
  • Boyle, M. (2004). What is functional training? Functional Training for Sports. Human Kinetics.
  • Bryant, C.X. (1999). 101 frequently asked questions about health & fitness and nutrition & weight control. Sagamore Publishing.
  • DiStefano, Lindsay J; Clark, Micheal A; Padua, Darin A. (2009). Evidence Supporting Balance Training in Healthy Individuals: A Systemic Review. Journal of Strength & Conditioning Research. 23(9)