Imparare a nuotare da adulti: è possibile?

· 17 agosto 2018
Che sia per esercizio, per accedere a determinate opportunità lavorative, o semplicemente per divertimento, saper nuotare è attualmente una necessità primaria.

Molti adulti credono che il loro momento per imparare a nuotare sia passato, ma è affatto vero.

Molte volte sentiamo delle persone dire in modo rassegnato ‘Non so nuotare’. E questo con la coscienza del fatto che il nuoto porta grandi benefici per adulti e bambini. Si percepisce il tono di rassegnazione come se fosse un treno che ormai hanno perso. Tuttavia, è davvero così? È davvero impossibile imparare a nuotare da adulti?

Anche se è vero che la migliore età per imparare è da bambini, quando le abilità sono ancora in fase di sviluppo e il cervello assorbe più facilmente cose nuove, nessuno dice che non si possa imparare più tardi.

Come imparare a nuotare da adulti

imparare a nuotare da adulti

In primo luogo, bisogna liberarsi della vergogna. Infatti, molte persone non si iscrivono a corsi di nuoto per non dover sopportare questo momento imbarazzante.

Non dovrebbe essere così. Per prima cosa, perché non c’è niente di male nel non saper nuotare. E poi, perché ognuno ha le proprie capacità. Avete mai pensato a come sarebbe se chi vi prende in giro cercasse di fare quello in cui voi invece eccellete? Questo dovrebbe essere il vostro pensiero quando non vi sentite a vostro agio.

Dopo di che, dovrete iscrivervi a un corsoUna volta fatto, dovreste considerare 4 cose:

  • Essere costante e realizzare l’obiettivo di imparare a nuotare.
  • Rispettate i giorni e gli orari di allenamento senza scuse.
  • Metteteci entusiasmo e divertitevi durante l’apprendimento, sfruttando i pro e i contro. Socializzate e create una collaborazione con altri partecipanti e con gli istruttori.
  • Mettete da parte tutte le vostre paure.

Prendere lezioni di nuoto

Come prima cosa, dovrete apprendere vari movimenti, come galleggiare, e controllare la respirazione. Galleggiare è naturale per l’uomo, dato che la densità del nostro corpo è minore di quella dell’acqua. Nonostante ciò, non sempre è facile.

Per imparare, seguite questi passi:

  1. Mettetevi in una parte poco profonda della piscina.
  2. Inspirate e controllate la respirazione.
  3. Inclinate il corpo fino a sommergere la metà della testa nell’acqua.
  4. Con una spinta, sollevate i piedi fino a ritrovarvi con il corpo steso.
  5. Mantenete la schiena dritta e spingete con l’addome verso il basso.
  6. Rilassatevi ed esalate lentamente.

Questo ultimo punto è fondamentale per poter galleggiare. Piuttosto che fare forza per sostenervi a galla – il che è inutile – dovete rilassarvi e l’acqua farà il lavoro per voi.

Nozioni basilari di nuoto

In generale, nei primi giorni dopo il condizionamento iniziale, gli istruttori cercano di insegnare le nozioni basilari ai principianti. Principalmente, si tratta di prendere una tavola e praticare spinte e bracciate.

Un’altra delle attività che proporrà l’istruttore sarà familiarizzare con il mezzo. Attraverso giochi, camminate in piscina – dov’è meno profonda – e altre proposte, farà in modo che tutti si sentano a proprio agio. 

Per sentirvi più sicuri, potete mettervi ad un lato della piscina. Nel mezzo potreste sentirvi scoperti o a rischio. Questo sarà negativo per la vostra autostima e vi impedirà di concentrarvi.

imparare a nuotare

Crawl, schiena o petto?

Una volta raggiunti questi obiettivi e acquisita destrezza, potrete cominciare a praticare poco a poco la tecnica più semplice: il crawl. Di sicuro penserete che in due o tre settimane nuoterete come Michael Phelps o simili. Ovviamente, non sarà così.

Probabilmente, man mano che acquisirete la conoscenza base, vi sentirete incoraggiati a praticare per conto vostro. È sempre consigliabile avere qualcuno accanto – e ovviamente, anche un bagnino, in caso di necessità. Nessuno è totalmente al riparo da crampi e dal bisogno di chiedere aiuto.

È sottinteso che non dovete arrivare in acque profonde dove non toccate. Allo stesso modo, non andate in spiaggia a nuotare da soli. Siete principianti: non sottovalutate i pericoli delle acque aperte o delle piscine profonde.

Per concludere, come in molte altre attività, è importante porsi delle mete realistiche. Al contrario, finireste per restare delusi e frustrati nella vostra decisione di imparare a nuotare da adulti. Rilassatevi e affrontate questa sfida personale!