Cosa non fare mai durante una maratona

· 30 agosto 2018
Se vogliamo affrontare una maratona con tutte le garanzie, dobbiamo prendere in considerazione alcuni errori frequenti ed evitare di essere loro preda, i nervi e l'eccesso di desiderio possono giocarci un brutto tiro

Sempre più persone corrono lunghe distanze e competizioni solitamente organizzate a livello locale, nazionale o internazionale. Se state pensando di correre una maratona, vi consigliamo di leggere le seguenti linee guida, dove parleremo degli errori tipici dei partecipanti durante una maratona.

In questo modo saprete cosa non si deve mai fare durante una maratona!

Cosa non fare mai durante una maratona?

Ogni grande città (e anche molte città di medie dimensioni) ha almeno una maratona all’anno e decine di atleti, sia professionisti che amatori, giungono a questo evento sportivo. Forse vi è piaciuta l’idea di correre un po’ più del solito e volete “tentare la sorte” davanti a diversi chilometri. Se è così vi diciamo quali sono gli errori più comuni tra i partecipanti durante una maratona.

1. Fidarsi

Una maratona è esercizio che richiede uno sforzo da moderato a alto, anche se non presenta molta velocità rispetto alle altre discipline. Molti runners credono di fare la gara perfetta e si fidano troppo…E questo può costare caro.

Preparazione per una maratona

Persino i professionisti possono subire le conseguenze di questa cieca fiducia nelle loro capacità. Quando credete che la maratona sia troppo “semplice”, mantenete lo stesso il rispetto. Non si sa mai quando potete avere un crampo, un colpo di calore o fare una caduta. Ricordate questo motto:”La maratona non è finita finché non si raggiunge il traguardo”.

2. Mettersi davanti agli altri corridori

Nella maggior parte delle gare i corridori vengono separati in base al loro tempo. In questo modo, i più veloci o con più resistenza non dovranno “sorpassare” i più lenti. E non c’è niente di sbagliato nel partire per ultimi… Potreste essere la sorpresa della gara!

Un errore comune durante la maratone è di voler partire allo stesso momento di quelli davanti. Ognuno ha i suoi tempi e le sue abilità.

Se è la prima volta che correte, vi consigliamo di mettervi nei recinti più arretrati.

Partenza durante la maratona

3. Correre pensando di fare qualcosa di “epico”

La maratona è un test molto complicato che richiede concentrazione, sforzo e , soprattutto, impegno. Come voi, ci sono altre persone che stanno dando il meglio per raggiungere la meta. Pertanto, non vogliamo essere la rivelazione dell’anno, soprattutto se non abbiamo esperienza.

È possibile che abbiate grandi aspettative per la vostra prima gara ed avete persino immaginato di vincerla. Tuttavia, restate con i piedi per terra (o sulla strada) e fate in modo che i vostri obiettivi siano chiari e facili da raggiungere, almeno all’inizio.

4. Iniziare veloce

Lo sapevate che i primi cinque chilometri sono più importanti degli ultimi cinque? Esatto, perché in una maratona dovete dosare lo sforzo visto che la distanza è più che considerevole (specialmente se è la prima volta).

Molti maratoneti debuttanti commettono il terribile errore di iniziare a tutta velocità. Questo può essere pericoloso per quelli che vanno con voi – perché al passarli potreste colpirli – e soprattutto controproducente per voi. Se vi stancate all’inizio, non sarete in grado di finire la gara, il vostro corpo si stancherà rapidamente e non risponderà ai vostro ordini.

5. Abusare di bevande sportive

Ovviamente, l’idratazione è molto importante prima, durante e dopo la gara, ma l’eccesso di liquido non va bene. Prima di tutto perché una maratona richiede diverse ore di esercizio e in quel lasso di tempo può venirvi voglia di urinare. E non c’è esperienza peggiore di provare a correre con una vescica piena!

Ragazza beve bibita isotonica

Inoltre, un altro errore comune dei maratoneti principianti è l’abuso di gel sportivi, quelli che hanno proteine, sali e altri nutrienti. Perché? Bene, perché possono causare un disagio insopportabile allo stomaco. Bevete ciò che è sufficiente per non avere sete e per non disidratarvi.

6. Abbandonare o fermarvi a metà cammino

Ovviamente se siete vittime di un infortunio o se non vi sentite bene potete abbandonare la gara, tuttavia, dovete fare tutto il possibile per continuare e raggiungere la meta. Questa è la spinta fisica di cui avete bisogno per correre di nuovo un’altra maratona in futuro.

Se non riuscite a farlo e temete di soffrire un problema più grande e volete abbandonare… Non restate in mezzo alla strada! Rispettate gli altri corridori, può essere molto pericoloso scontrarsi con voi.