Caschi e paradenti per pugilato e kickboxing

· 4 Giugno 2019
Se praticate sport di contatto come la boxe o la kickboxing ma non solo, in questo articolo vi diremo come scegliere bene caschi e paradenti di protezione.

Ci sono delle discipline sportive che richiedono, inevitabilmente, l’utilizzo di accessori di sicurezza. Nel pugilato e nella kickboxing, ad esempio, è fondamentale indossare caschi e paradenti per evitare lesioni gravi alla testa e al volto. Questi oggetti, per semplici che possano sembrare, consentono il normale svolgimento degli incontri e prevengono infortuni che potrebbero mettere a rischio l’incolumità dei lottatori.

Rispetto al passato, l’esperienza ha fatto sì che le Federazioni sportive si dotassero di appositi dipartimenti dedicati allo studio e sviluppo di nuove strumentazioni atte a garantire la sicurezza dei praticanti. L’uso di caschi e paradenti, per esempio, è obbligatorio a livello amatoriale e persino in alcuni competizioni, come ad esempio le Olimpiadi. I materiali usati, per realizzarli, sono molto diversi e permettono maggiore comfort a chi li indossa.

Se siete praticanti di uno di questi sport di contatto, non perdetevi questo articolo. Vi spiegheremo come scegliere caschi e paradenti senza sbagliare.

Conosciamo meglio la boxe

La boxe è uno degli sport di combattimento più antichi e popolari, amatissimo sin dall’antica Grecia. Durante il duello che ha luogo sul ring, i due pugili si affrontano colpendosi a vicenda con dei guantoni. Anche se lo scopo è il “knock out” finale (abbreviato come K.O.), è giusto ricordare che è possibile accumulare punti solamente colpendo l’avversario dalla cintura in su.

Il combattimento è suddiviso vari “round”, il cui numero cambia in base al tipo di categoria. Oggigiorno, per quanto riguarda i professionisti, si va dai pesi Paglia (sotto i 45 kg) fino a Massimi (a partire dai 91 kg). Queste categorie di peso, ovviamente, riguardano anche i dilettanti, uomini e donne, e gli atleti junior, con qualche leggera differenza.

Rispetto all’uso di caschi e paradenti, ci sono due curiosità che vale la pena conoscere. Il primo deve essere indossato dopo essere saliti sul ring. Il secondo non può essere di colore rosso, per permettere all’arbitro di verificare l’eventuale fuoriuscita di sangue.

Conoscete gli accessori per boxe e kickboxing

Qualche dettaglio sulla kickboxing

Come forse saprete già, la kickboxing è uno sport da combattimento di origine giapponese e sviluppo occidentale, in cui le tecniche di pugilato sono mescolate con le tecniche di calci di altre arti marziali, come ad esempio il Karate e la Muay Thai.

È uno sport strettamente legato a quest’ultima arte marziale, sebbene abbia qualche differenza, poiché i colpi con il gomito e con il ginocchio non sono normalmente consentiti. Inoltre, la kickboxing non è considerata un’arte formativa in stile orientale tradizionale, avendo caratteristiche più simili agli sport da combattimento. Inoltre, gli incontri di kickboxing presentano una chiara prevalenza nell’utilizzo della parte inferiore del corpo (ginocchia, stinchi e piedi).

Attualmente, è uno degli sport di contatto più preferiti e più praticati a livello mondiale, essendo una delle basi della sempre più popolare e violentissima MMA (arte marziale mista).

Caschi e paradenti per pugilato e kickboxing

Paradenti

È un elemento molto importante e dovrebbe essere usato in tutti gli sport che possono coinvolgere il terreno o che prevedono un qualsiasi contatto con l’avversario. Viene utilizzato, in primo luogo, per prevenire lesioni alla parte inferiore del viso, ma serve anche a proteggere la colonna vertebrale. Infatti, grazie al protettore, la mascella si trova un po’ più lontano dalla base del cranio.

Modella mostra caschi e paradenti

Inoltre, poche persone sanno che il paradenti serve anche a proteggere il cervello, dal momento che un eventuale colpo alla mascella genera un’onda che raggiunge la parte posteriore del cranio. Vengono elaborati in materiali termoplastici per adattarsi meglio ai denti dell’atleta.

Una volta che ne avete comprato uno, dovrete scaldare il paradenti in acqua bollente per circa 15 secondi per poi indossarlo, esercitando una leggera pressione. In tal modo, il suo utilizzo sarà molto più confortevole. Oltre che per gli sport di contatto, questo accessorio viene spesso usato in molte altre discipline sportive, come il rugby o l’hockey, sport famosi per provocare molti infortuni.

Casco

La prima cosa da dire, sui caschi che possono essere usati in sport come la boxe e la kickboxing è che esistono diversi modelli a seconda dell’utilizzo a cui verrà destinato. Ad esempio, un allenatore o sparring partner indosserà un casco diverso dal pugile vero e proprio. Inoltre, alcuni sono più aperti e altri ancora devono rispettare precise indicazioni dettate dalla federazione sportiva di appartenenza.

Due pugili lottano con caschi e paradenti

I caschi più comunemente usati sono solitamente integrali, con cinghie in velcro e lacci di chiusura e con un particolare rinforzo nell’area del mento e della guancia, che è il luogo in cui i colpi vengono solitamente diretti. Nel caso in cui abbiate appena iniziato la pratica di questo sport, l’acquisto del casco potrà essere rimandato. Infatti, all’inizio, seguirete lezioni dedicate alla tecnica ed è probabile che vi allenerete solamente tirando pugni contro il sacco o scaricandoli sui classici colpitori.

Generalmente, i caschi sono realizzati in pelle sintetica e hanno una vistosa imbottitura su fronte e orecchie. Il prezzo di questi oggetti varierà in base al tipo di materiale e alla marca. Trattandosi della protezione della vostra testa, comunque, vi consigliamo di evitare l’acquisto di prodotti scadenti ed eccessivamente economici, ne va della vostra sicurezza: ci sono sport che possono fare male. Sicuramente, il vostro istruttore saprà indicarvi il tipo di casco più adatto al vostro livello.

Come avete visto, caschi e paradenti sono accessori indispensabili per il pugilato e la kickboxing. Oltre ai guantoni, le bende, i pantaloncini e le scarpe, sono fondamentali per allenarsi in modo corretto e, soprattutto, sicuro. Nei negozi specializzati e su Internet troverete una vasta gamma di prodotti. Cercate sempre di informarvi con attenzione e preferite sempre la qualità a offerte che possono sembrare eccessivamente vantaggiose.