Tipologie di grasso presenti nel nostro corpo

· 12 agosto 2018
Esistono diverse tipologie di grasso che può accumularsi nel nostro corpo, in diversi punti. Inoltre, sulla tipologia influisce il fatto di essere uomo o donna.

Vi sarà capitato, facendo attività fisica, di dimagrirè solo in una zona del corpo, mentre le altre restavano invariate. Ciò è dovuto alle varie tipologie di grasso che il nostro corpo può accumulare e che non è, per intenderci, lo stesso sulla pancia e sulle gambe. Per questo motivo, gli esercizi per dimagrire devono essere mirati.

Per lungo tempo i grassi sono stati messi in croce in quanto colpevoli della nostra obesità o del fatto che quel bikini non ci sta bene come speravamo. Bisogna tuttavia tenere a mente anche che ne abbiamo bisogno! Andiamo quindi a vedere quali sono le tipologie di grasso che possono riguardarci.

Scoprite di più leggendo questo articolo.

Il grasso non è nostro nemico

Sempre ammesso che sia presente in percentuale ridotta e, quindi, sana (3% per gli uomini e tra l’8% e il 12% per le donne), il grasso ci permette di sopravvivere visto che protegge gli organi vitali. L’organismo utilizza il resto per ricavare energia quando facciamo uno sforzo o un’attività.

Tipologie di grasso

Per questo motivo, oltre ai chili di troppo che vediamo sulla bilancia, è importante sapere quanti grassi contiene il nostro organismo. Questo perché anche dopo alcune settimane dall’inizio dell’attività fisica regolare, potremmo ancora avere lo stesso peso -se non superiore al solito- pur avendo trasformato le riserve di grassi in massa muscolare.

Non tutti accumuliamo grasso allo stesso modo: normalmente è la donna a immagazzinare riserve sui fianchi, mentre l’uomo tende ad accumulare sulla pancia. Ciò, nonostante, ci sono eccezioni che vedono donne con il grasso sulla pancia e uomini con le cosce grosse.

Dimmi dove accumuli grasso e ti dirò come smaltirlo

Grasso addominale

Partendo dal fatto che un po’ di grasso in corpo non fa male (anzi!), bisogna però sapere quali sono i diversi punti in cui “il cattivo del film” fa la sua comparsa e si accumula, causando problemi sia alla nostra salute che a livello estetico.

Fondamentalmente il corpo immagazzina tre tipologie principali di grasso, classificabili a seconda della zona del corpo in cui compare, e altre tre secondarie, che dipendono dalla funzione che svolgono e dall’età in cui compaiono:

Tipologie di grasso presenti nel nostro corpo

1. Grasso viscerale

Conosciuto anche come grasso addominale, si accumula tra gli organi dell’addome e oltre a essere il più difficile da eliminare, è anche il più pericoloso, in quanto associato all’obesità, al diabete e agli attacchi cardiaci!

Solitamente è più frequente negli uomini che nelle donne e per ridurlo dobbiamo scegliere esercizi ad alta intensità come ad esempio l’HIIT, il Crossfit o la boxe. Questo tipo di allenamento ha come effetto quello di accelerare il metabolismo e di bruciare i grassi (non solo quelli della pancia, ma anche quelli di altre parti del corpo).

2. Grasso periferico

Si accumula tra gli arti inferiori e quelli superiori e viene anche chiamato “grasso morbido o sottocutaneo”, proprio perché si accumula al di sotto della pelle. Sebbene non si accumuli tra gli organi, questo grasso interessa una zona più estesa del corpo. Di solito è più frequente nelle donne, soprattutto su glutei e fianchi.

Per poter ridurre questo tipo di grasso (il che non è un compito facile) possiamo eseguire esercizi di potenziamento per trasformarlo in massa muscolare. Facciamo però attenzione a questo punto: se vogliamo dimagrire sulle cosce non possiamo allenare solo le gambe: l‘allenamento deve essere completo. Così facendo, vedrete che poco a poco i grassi si scioglieranno e spariranno.

3. Grasso intramuscolare

Si posiziona tra le fibre muscolari e rispetto alle altre due tipologie di grasso, è quello che si accumula in minore quantità. È presente sia nel corpo maschile che in quello femminile, e va di pari passo con l’invecchiamento. Potremmo dire che non c’è bisogno di ridurlo, a meno che provochi problemi di salute. Le buone abitudini e un’alimentazione equilibrata possono aiutare oltremodo.

È importante sapere che la tipologia di grasso che il nostro corpo accumula cambia con l’età. Quando siamo bambini tendiamo a immagazzinare quella tipologia di grasso che produce energia e che accelera in nostro metabolismo. In età adulta accumuliamo quel grasso che tende a immagazzinarsi ma che ci serve solo se passiamo giorni senza mangiare; con l’avanzare dell’età compare il cosiddetto “grasso beige”, ovvero una combinazione tra le altre due tipologie di grasso.

Infine, bisogna tenere a mente che il grasso può accumularsi in diverse parti del corpo, a seconda delle abitudini e dell’alimentazione. Se, ad esempio, mangiamo molti zuccheri, tenderà a vedersi sul basso ventre; mentre se trascorriamo molte ore seduti, aumenterà sui glutei; se, infine, notiamo che si accumula sulla pancia, sulle braccia e sul doppio mento, è dovuto alle quantità eccessive di cibo che ingeriamo.