Allenamento funzionale: di cosa si tratta?

· 3 luglio 2018
L'allenamento funzionale è basato sulle caratteristiche del proprio corpo, in cui la postura, il riconoscimento delle capacità e dei limiti motori e l'apprendimento di movimenti quotidiani molto intensi, sono essenziali.

L’allenamento funzionale è una combinazione di esercizi che si è imposta prepotentemente negli ultimi anni. Anche se sono in molti a confonderlo con il CrossFit, è bene sottolineare quali sono le differenze rispetto a quest’ultimo. Si tratta di un tipo di attività fisica che richiede molto impegno e che apporta molti benefici al nostro organismo.

Quello che hanno in comune queste due discipline è che entrambe si avvalgono di circuiti di esercizi, ma in realtà la sostanza non è la stessa. Rispetto all’allenamento funzionale, il CrossFit è nato come un allenamento militare e dopo è diventato popolare tra gli sportivi; il suo obiettivo è la massima disciplina, per cui non è adatto a qualunque tipo di pubblico.

Inoltre, si fa particolare leva sull’equilibrio e sulla coordinazione. La propriocezione – ovvero la capacità di percepire la posizione dei propri muscoli e i loro movimenti – è fondamentale per eseguire gli esercizi.

In cosa consiste l’allenamento funzionale?

La caratteristica che più risalta da questo tipo di allenamento è che si pianifica sulla base di determinati obiettivi. È per questo motivo che molti sportivi professionisti lo scelgono per la propria preparazione: permette di concentrarsi sugli aspetti del corpo determinanti per avere successo in una specifica disciplina.

Ragazza si allena correndo

Ad esempio, per tutti quegli sport che richiedono il potenziamento delle gambe, l’allenamento funzionale dovrà prevedere degli esercizi mirati. Invece, se stiamo lavorando con un operaio che deve sollevare ogni giorno carichi notevoli, ci si focalizzerà su movimenti mirati a prevenire lesioni.

Sebbene possano essere impiegati alcuni attrezzi come, ad esempio, la palla, i pesi russi, le fasce elastiche TRX o le scale di agilità, il cuore è rappresentato dai movimenti a corpo libero.

Allenamento funzionale: quali benefici?

A seguire, descriveremo in dettaglio alcuni dei principali vantaggi dell’allenamento funzionale:

Rafforza la restistenza cardiovascolare

Come la maggior parte dei circuiti di esercizi, anche l’allenamento funzionale mette alla prova la resistenza aerobica. In generale, le sessioni constano di diversi circuiti da 6-8 esercizi ciascuno; ognuno di loro viene eseguito per uno specifico lasso di tempo (ad esempio, per 30 secondi); si lasciano quindi 10 secondi di riposo prima di passare al prossimo giro.

Potenzia i muscoli impegnati negli esercizi

Lavorando ogni giorno (ad esempio sollevando pesi da terra a fin sopra la testa, scendendo e salendo le scale mentre teniamo un peso o sollevando pesi da terra) l’allenamento funzionale aumenterà la resistenza dell’individuo.

Ragazza si allena correndo sulle scale

Da ciò, la sua vita di tutti i giorni trarrà beneficio. L’individuo diventerà più forte, agile e resistente nello svolgimento delle attività quotidiane.

Allo stesso tempo, questo effetto si riflette anche se pratichiamo altri sport. Abilità come il salto o l’esecuzione di movimenti rapidi – con la mano e per mezzo di un altro strumento, come la racchetta – possono trarre beneficio dalle virtù che questi esercizi risvegliano nel corpo.

Migliora l’equilibrio

A causa del fatto che molti esercizi si focalizzano sul core -ovvero sulla zona addominale e sulla parte inferiore della schiena – la postura si correggerà e così l’equilibrio.

Le sessioni di allenamento muscolare convenzionali lavorano singolarmente sul determinati muscoli. Nell’allenamento funzionale, invece, si lavora su diversi gruppi muscolari contemporaneamente; a sua volta, il core agisce da punto di equilibrio, il che vuol dire che si trova sempre sotto sforzo.

Previene le lesioni

L’allenamento funzionale consiste in movimenti naturali, senza sforzi smisurati nè abilità particolari. Questo fa sì che i muscoli si potenzino naturalmente, quasi senza alcun rischio di subire lesioni durante il processo di rafforzamento.

Inoltre, come conseguenza diretta del potenziamento muscolare, le probabilità di soffrire di lesioni mentre facciamo sport, diminuiscono. In questo senso, la potenza del core diventa fondamentale, visto che permette di trasferire forza a tutto il corpo.

Allenamento funzionale

Migliora l’aspetto fisico

I risultati di questo tipo di allenamento sono visibili in poco tempo. Gli esercizi funzionali sono eccellenti bruciagrassi e brucia calorie, a una velocità incredibile. Inoltre, i muscoli si tonificheranno, per cui saranno più definiti.

Migliora il rendimento sportivo

Come poc’anzi accennato, molti sportivi scelgono di intraprendere la strada dell’allenamento funzionale per lavorare sulle proprie capacità fisiche. Questo perchè permette di selezionare gli esercizi sulla base degli obiettivi stabiliti.

Per concludere, l’allenamento funzionale è ideale per fare in modo che ognuno di noi lavori sulla base dei propri obiettivi e delle proprie capacità. La maggior parte delle persone si abitua facilmente agli esercizi, visto che sono movimenti semplici e molto naturali. Non esitate a dare una possibilità a questa valida disciplina sportiva!