Dormire bene: quattro motivi per cui è utile farlo

· 6 agosto 2018
Dormire, e farlo nei tempi ed alle condizioni adeguate, si ripercuote notevolmente  sulla nostra salute e sul rendimento di ogni giorno, comprese le attività sportive.

Con i ritmi frenetici di oggi, dormire bene per 8 ore al giorno sembra un miraggio. Tuttavia, gli specialisti avvertono coloro che dormono poco e male dei rischi per la salute.

Di seguito vi spieghiamo perché è importante dormire bene rispettando i momenti di riposo e relax.

Perché dormire di più?

Non mancano i motivi per andare a letto presto e mantenere un buona qualità del sonno; il nostro organismo ha bisogno di questa fase di relax per conservare il suo equilibrio psico-fisico. Ecco a cosa vi servirà dormire bene per almeno otto ore:

Effetto antiossidante

Dormire bene aiuta a combattere la formazione di radicali liberi e a prevenire l’invecchiamento cellulare. Questa azione è essenziale per prevenire numerose malattie degenerative, tra cui il cancro,  la demenza e i problemi coronarici.

Donna dorme felice

Con la giusta quantità di sonno, si ritardano i sintomi dell’invecchiamento sulla pelle, così come sui tessuti ossei e muscolari.

Migliori capacità nel contrastare scompensi fisici e psicologici

Dormire bene vi aiuterà a superare scompensi fisici, cognitivi ed emotivi in maniera più semplice. I pazienti che soffrono di disturbi del sonno sono più propensi a sviluppare i sintomi della depressione, dell’ansia, dello stress o della rabbia.

Per questi motivi, dormire bene aiuta a prevenire numerosi disturbi. È essenziale, inoltre, per ridurre la continua sensazione di stanchezza e per migliorare il vostro stato di salute. Dormendo adeguatamente, sarà più semplice accelerare il metabolismo  e ottenere un rendimento migliore sia a livello professionale che personale.

Mantenere il peso forma

Le persone che dormono meno sono più inclini all’obesità. Per questo motivo, la gestione del peso è una delle ragioni che deve spingervi a riposare il giusto e nella maniera adeguata; ricordate che essere in sovrappeso si traduce in fattori di rischio per alcune patologie come il diabete, l’ipertensione e altri disturbi cardiocircolatori.

Aumentare la resistenza fisica

Il lavoro, e le responsabilità che ne derivano, ci espongono quotidianamente ad un elevata soglia di stress; è bene ricordarsi sempre di avere una vita personale. Capita che durante la settimana rimaniate in piedi fino a tardi dovendo poi svegliarvi presto l’indomani.

Sembrerebbe una cosa normale ormai, ma in realtà state correndo dei rischi per la vostra salute. L’organismo di una persona che non gode del giusto riposo somiglia ad un macchinario che lavora incessantemente. Prima o poi, si andrà incontro  ad un esaurimento con conseguenze poco piacevoli.

Il nostro organismo ha bisogno di recuperare le forze prima di affrontare un’altra giornata piena di impegni, sfide ed emozioni nuove. Il sonno incide direttamente sul metabolismo delle cellule e sulle risposte del sistema immunitario. Ecco perché le persone che riposano bene sono tendenzialmente più resistenti ai dolori ed alle malattie.

Dormire bene diminuisce il rischio di Alzheimer

Studi recenti hanno identificato una maggiore concentrazione dei biomarcatori dell’Alzheimer in persone che dormivano meno di cinque ore al giorno e lo stesso è stato osservato nei pazienti che dormivano dalle sei alle otto ore al giorno, ma che presentavano disturbi del sonno.

Quindi, tra le ragioni che è bene considerare, vi è la necessità di proteggere il cervello dal rischio di Alzheimer.

Consigli per dormire di più e meglio

In generale, cambiare abitudini e migliorare la qualità della vita dipende dalle scelte di ciascuno di noi. Dormire meglio è possibile e richiede un approccio semplice e costante.

Grazie a queste regole e semplici consigli, sarà più semplice migliorare la qualità del vostro sonno:

  • Riducete lo stress quotidiano.
  • Mantenete un’alimentazione varia ed equilibrata prediligendo cibi biologici.
  • Praticate regolarmente attività fisica (preferibilmente una volta al giorno per 30-60 minuti).
  • Rispettate i momenti di relax, le pause e lo svago (non si vive per lavorare).
  • Mettete dei limiti che siano salutari per la vita personale e professionale.
  • Dedicate del tempo ad un hobby o ad un’attività che favorisca l’equilibrio psico-fisico, come Yoga e Pilates.

E per finire, non sottovalutate l’importanza di consultare uno specialista dei disturbi del sonno. Il medico valuterà la necessità di iniziare una cura a base di prodotti omeopatici o farmacologici per aiutarvi a ridurre la stress e dormire meglio.