Consumare frutta secca: quali benefici per la salute?

· 9 Marzo 2019
Consumare frutta secca a merenda o colazione è un grande aiuto per la salute. E in più mandorle, pistacchi, anacardi e via dicendo, sono buonissimi!

La frutta viene definita secca quando non contiene succo. Si tratta di frutta dalla buccia molto dura, che presenta una percentuale di acqua inferiore al cinquanta per cento. Ma perché si consiglia di consumare frutta secca?

Il contenuto energetico della frutta secca è molto elevato. Si caratterizza, inoltre, per il suo alto apporto di proteine e di grassi, e in molti casi anche per le vitamine del gruppo B. Oltretutto, è tra i pochi alimenti a contenere fosforo.

Vediamo più in dettaglio perché consumare frutta secca fa bene.

I benefici della frutta secca

  • La frutta secca previene malattie con il cancro, e questo grazie al suo contenuto di vitamine B ed E, al rame, al ferro, al fosforo, al potassio e al selenio.
  • Il suo alto contenuto di fibra previene la stitichezza, per cui previene la comparsa di malattie intestinali.
  • Il suo apporto calorico è alto: circa 500 calorie ogni 100 grammi.
consumare frutta secca

  • Questi alimenti contengono acido folico e un amminoacido (la lisina) che aiuta a prevenire problemi vascolari.
  • Rinforza le ossa, favorisce la crescita e previene l’osteoporosi, e questo grazie al suo elevato contenuto di calcio. Questo la rende il sostituto ideale di latticini, ed è, quindi, perfetta per le persone intolleranti al lattosio.
  • L’apporto dell’acido oleico e linoleico aiuta a migliorare la circolazione sanguigna, a preservare la salute del cuore e a normalizzare i livelli di colesterolo.
  • La frutta secca è l’ideale per le donne in menopausa, dato che sono una fonte di fitoestrogeni e questo li rende utili per alleviare gli effetti della meno pausa e le sue caratteristiche vampate di calore.
  • Per le persone affette da anemia, consumare frutta secca è un modo per assumere ferro, particolarmente indicato in questo caso.
  • Sono consigliati per aumentare la fertilità negli uomini e perché favoriscono il movimento degli spermatozoi, dato che contengono elevati livelli di zinco e selenio.
  • Con il consumo di nocciole, è possibile che si riduca il rischio di soffrire di arteriosclerosi, grazie agli oligominerali che contengono.
  • Si tratta di un tipo di alimento adatto alle persone che soffrono da artrite a causa di mancanza di omega 3.
  • Se consumate frutta secca per venti o più giorni consecutivi, ridurrete i livelli di colesterolo cattivo.
visita medica

  • Aiuta il sistema nervoso grazie ai suoi effetti lenitivi, eccellenti per chi soffre di ulcera.

Cosa bisogna tenere a mente per consumare frutta secca?

Tutta la frutta secca deve essere conservata in modo adeguato, in un contenitore e in luogo fresco e asciutto.

Se consumate mandorle e noci, assicuratevi che siano del tutto matura, dato che altrimenti correrete il rischio che contengano sostanze tossiche.

Non è raro sviluppare un’allergia alla frutta secca, per cui dovete assicurarvi di non avere effetti indesiderati dopo averla consumata.

La frutta secca non è consigliata a quelle persone che soffrono di ipertensione arteriosa, di obesità, che sono a dieta e che sono allergiche a determinati tipi di frutta secca.

Se scegliete di consumare frutta secca tostata, sappiate che dopo la cottura la frutta perde le sue proprietà, per cui è preferibile mangiarla a crudo, dopo averla lasciata a mollo in acqua per dieci minuti.

Inoltre, si consiglia di evitare la frutta secca salata come gli arachidi, e questo perché il sale stimola la sete e bere acqua in eccesso sovraccarica i reni.

Consumare frutta secca moderatamente

D’altra parte, porta gravi conseguenze per gli ipertesi: favorisce l’indurimento dei grassi che si depositano nei tessuti e che iniziano a trattenere acqua; da qui deriva la comparsa della cellulite.

Se ne consiglia il consumo a giorni alterni, con sei castagne cotto o con un pugno di nocciole o di cinque noci.

Si consiglia di integrare la frutta secca a colazione, a merenda o durante le portate principali, ma anche di aggiungerla all’insalata, accompagnata da formaggi freschi, legumi e cereali.

frutta secca

Consumare frutta secca è particolarmente indicato per gli sportivi professionisti, e per i bambini piccoli in costante movimento; inoltre, è consigliato a quelle persone che eseguono un intenso lavoro intellettuale, grazie al suo contenuto di fosfato organico; questo perché il fosforo è un elemento particolarmente importante per il metabolismo cerebrale.

Come abbiamo visto in questo articolo, la frutta secca contiene numerosi benefici, ma bisogna anche tenere a mente quando è bene mangiarne e quali modalità di consumo scegliere. Fate quindi tesoro di questi consigli e consumate questi alimenti con moderazione.