Sostituire le carni grasse con quelle magre: quali benefici?

29 Marzo 2019
In generale, possiamo distinguere due tipi di carni: quelle grasse e quelle magre; vale la pena sostituire le prime con le seconde, perché ci aiuterà a migliorare la nostra salute.

La carne è uno degli alimenti fondamentali nell’alimentazione di molte persone. Apporta proteine e vitamina B12. Al momento di mangiare questo alimento, abbiamo a disposizione un ampia varietà di scelta, in base all’animale e al taglio di carne che preferiamo. In questo articolo scopriremo perché è meglio sostituire le carni grasse con quelle magre.

Quali sono le carni grasse?

Le carni grasse sono quelle che contengono oltre il 10% di grasso ogni 100 grammi di prodotto. Questa carne, oltre ad apportare proteine, aggiunge una eccessiva quantità di grassi poco salutari per l’organismi. Per questo motivo è preferibile scegliere carni magre, per trarre i benefici di questi alimenti, senza essere costretti a ingerire una quantità eccessiva di grassi poco salutari.

Le carni grasse derivano dall’animale da cui provengono e dalla parte del corpo di quest’ultimo. Tra i tipi di carne che fanno parte di questa categoria e che non sono consigliate, troviamo principalmente le seguenti:

  • Carne di agnello
  • Preparati a base di sanguinaccio o il chorizo
  • Pollo con la pelle
  • Bistecca di vitello

Un modo per poterle mangiare più spesso è eliminando il grasso in eccesso e la pelle. Inoltre, se cotte alla piastra, alla brace o al forno, parte del grasso di queste carni si scioglierà. Ad ogni modo, è sempre meglio sostituire le carni grasse con quelle magre.

Quali sono le carni magre?

Piatti a base di carne

Vengono classificate come carni magre quelle carni che contengono meno di 10 grammi di grasso ogni 100 grammi di prodotto. Ciò è dovuto al fatto che la sua composizione è praticamente quasi del tutto fibra muscolare. Visto che contengono davvero pochi grassi, queste tipologie di carni sono più salutari e apportano le proteine necessarie, senza determinare un aumento del peso corporeo né dei livelli di grasso nell’organismo.

Nel gruppo delle carni magre distinguiamo due tipologie: carne rossa e carne bianca. Di sicuro avrete sentito parlare di queste due denominazioni, ma conoscete davvero la differenza tra le due? Ve la spieghiamo noi!

  • Carni rosse: si tratta di carne di manzo, bovino, cavallo e selvaggina, oltre che di alcune parti del maiale e dell’agnello. Contengono livelli più elevati di grassi e di ferro. Il loro consumo deve limitarsi al massimo a due volte al mese.
  • Carni bianche: ovvero, carne di pollo, tacchino o coniglio, oltre ad alcune parti del maiale e dell’agnello. Contengono meno grassi e sono meno saporite. Questo tipo di carne può essere consumata anche fino a tre volte a settimana.

Benefici delle carni magre

Come avrete notato, il modo giusto per seguire una dieta bilanciata è mangiare carni magre. Con questo non vogliamo dire che bisogna eliminare del tutto i grassi dalla nostra dieta, ma assumerli solo determinate volte in un arco di tempo e con moderazione. 

Oltre a scegliere carni magre, è importante che siano cotte in modo salutare. Non serve a nulla scegliere della carne a basso contenuto di grassi se ne facciamo una cotoletta fritta o se la accompagniamo con salse poco salutari.

A questo bisogna aggiungere una nota sulla quantità eccessiva di pane con cui molto spesso accompagniamo la carne. A seguire, vi sveliamo alcuni dei benefici più importanti che derivano dal consumo di carni magre.

sostituire le carni grasse con quelle magre

Sostituire le carni grasse con le carni magre: quali vantaggi?

  • Basso contenuto di grassi. Il vantaggio principale che deriva dal sostituire le carni grasse con quelle magre è la riduzione dei livelli di grasso ingerito. Il grasso è associato all’aumento di peso e, nel concreto, al sovrappeso e all’obesità. Questo si deve al fatto che questi sono gli effetti più visibili di un consumo eccessivo di grassi; in realtà mangiarne troppi porta con sé molti altri problemi, come il rischio di infarto o di una trombosi, nonché altri tipi di problematiche.
  • Non contengono zuccheri. Quasi tutti gli alimenti contengono zucchero e questo è un vero supplizio per i diabetici. Eppure, questo non è il caso delle carni magre, che oltre ad avere un basso contenuto di grassi, non contengono zuccheri. Questo aspetto le trasforma in un prodotto ancora più salutare.
  • Elevato contenuto di fibre. Il consumo di carni magre migliora il transito intestinale e previene problemi come la stitichezza. Inoltre, contribuisce al perfetto stato di salute della flora intestinale. Una dieta ricca di frutta, verdura e carni magre è fondamentale per affrontare i problemi della digestione in modo naturale. Ricorrete ai farmaci solo quando questo tipo di problemi sono molto frequenti e se non tendono a migliorare con una variazione della dieta.