5 motivi per smettere di bere bibite gassate

30 agosto 2018
Il consumo di bibite gassate non è solo dannoso per la salute dei denti e delle ossa, ma anche per la nostra salute generale.

Il consumo di bibite gassate è dannoso per la salute; lo sappiamo tutti e tuttavia sono in molti a non riuscire a smettere di berne. L’organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), diversi scienziati e molti nutrizionisti concordano: il consumo eccessivo di zucchero fa male.

In effetti, questa è l’unica cosa che che le bibite apportano: un’enorme quantità di zucchero e niente più. Eppure questo non è l’unico motivo per cui vanno eliminate. A seguire, analizzeremo cinque motivi per cui è meglio smettere di consumare bibite gassate.

Smettere di ingerire bibite gassate riduce il rischio di soffrire di sovrappeso e di obesità

Diversi studi scientifici hanno dimostrato che il consumo di bevande gasate accresce notevolmente le probabilità di soffrire di obesità. Una sola bevanda contiene circa otto o nove cucchiaini di zucchero; e questo è il motivo per cui il consumo incide direttamente sull’aumento del peso corporeo.

Bicchiere di coca cola

Ma ci sono altri punti da considerare che sono a sfavore del consumo di bibite gassate. Ad esempio, berle regolarmente altera il modo in cui il sapore dolciastro viene percepito e modifica il limite di percezione del dolce stesso.

Ingerire queste bevande modifica il meccanismo di “ricompensa”, ovvero il piacere che si prova ingerendo qualcosa di dolce. Questo provoca una maggiore appetibilità di questo tipo di cibi ipercalorici e il conseguente aumento corporeo.

Un altro motivo per cui il consumo di bibite gassate favorisce l’aumento del peso e la conseguente obesità è dato dal fatto che il ingerire queste bevande non ci fa sentire sazi. Nonostante l’elevato contenuto calorico, è stato dimostrato che trattandosi di un alimento allo stato liquido, il senso di sazietà non è lo stesso di quando ingeriamo la stessa quantità di calorie ma in forma solida.

Prevenire il diabete e altri problemi cardiovascolari

Quando smettiamo di ingerire bibite gassate, il rischio di soffrire di diabete di tipo 2 si riduce notevolmente, così come si riduce il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari. Questo succede principalmente a causa dell’elevato contenuto di zucchero in queste bibite.

Le bevande gasate non provocano solo l’aumento del peso corporeo, ma anche l’aumento del grasso addominale, strettamente associato al diabete e alle malattie cardiovascolari.

Le bibite gassate contengono di solito sciroppo di mais, ricco di fruttosio. Si tratta di una sostanza che è stata associata alla comparsa del diabete e delle malattie cardiache. Il rischio di soffrire di diabete di tipo 2 può aumentare fino all’80% nelle persone che consumano queste bibite giornalmente.

Bambino che gioca con lo zucchero e con un bicchiere di cola

Le bibite gassate danneggiano i denti

Gli acidi e lo zucchero contenuti nelle bevande gasate distruggono lo smalto dei denti. Inoltre, esiste una relazione diretta tra il consumo di zuccheri raffinati, contenuti in queste bevande e la comparsa di carie dentali.

Insomma, più consumiami bibete zuccherate, più siamo a rischio carie. Ciò succede a prescidere dal dentrifricio che utilizziamo e dalla qualità e dalla frequenza della nostra igiene orale.

Quando la carie non viene trattata in tempo, può danneggiare la radice del dente e provocarne la caduta. Smettere di ingerire bibite gassate previene frequenti visite dal dentista nonchè la perdita dei denti.

Attenzione all’osteoporosi

Il consumo di bibite gassate accresce il rischio di soffrire di osteoporosi; ciò non solo a causa dello zucchero. Queste bevante contengono acidi, additivi e gas. Alcune di queste componenti, come la caffeina o l’acido fosforico, quando vengono eliminate attraverso l’urina, trascinano via con sè il calcio.

In questo modo, questo minerale viene eliminato a forza dall’organismo e questo favorisce la comparsa di osteoporosi, soprattutto nelle donne.

Le bibite light non sono la soluzione

Nonostante quanto si possa pensare, sostituire le solite bibite gassate con la loro versione “light“, non è una buona alternativa. Dal punto di vista calorico, le bevande senza zucchero sono positive. Tuttavia, hanno causano diversi effetti indesiderati e il rischio deve essere tenuto in considerazione.

Non solo non apportano alcun valore nutrizionale, ma provocano in chiunque le ingerisca una predisposizione per i sapori dolci. E questo danneggia le sane abitudini alimentari, soprattutto dei bambini.

D’altra parte, le bibite light contengono edulcoranti -come l’aspartame- tutt’altro che salutari. Infatti, queste sostanze alterano la flora intestinale e contribuiscono allo sviluppo di determinate malattie metaboliche.

 

Guarda anche