I vari tipi di lattuga ed i benefici per l’organismo

30 Aprile 2019
Impariamo a conoscere i vari tipi di lattuga ed i benefici derivanti dall'introduzione di questo tipo di vegetali nella nostra alimentazione. Sono un elemento base delle nostre insalate e ci permettono di rimanere in salute.

La lattuga è una pianta commestibile che per crescere ha bisogno di una determinata temperatura. Grazie alle serre, possiamo consumarla tranquillamente tutto l’anno. Si tratta di una verdura molto comune, ma dalle preziose qualità.

Questo alimento ha poche calorie e un alto contenuto di acqua. È ricco di antiossidanti, fibre, sali minerali e vitamine del gruppo B (B1, B2, B6), A, C ed E.

L’alto contenuto di acido folico e minerali come il potassio ed il ferro favorisce l’assorbimento di quest’ultimo e previene le infezioni.

La lattuga ha anche altre caratteristiche come quelle di essere depurante, diuretica e di contrastare le infezioni intestinali. Inoltre, favorisce la digestione e, essendo un rilassante naturale, aiuta a prendere sonno.

Le varietà di lattuga

La scarola

Questa lattuga presenta due varietà. Possiamo trovare la scarola a foglie lisce e quella a foglie ricce. Ha un sapore amaro ed un colore che va dal verde scuro al giallo man mano che eliminiamo le foglie. Quando la consumiamo è possibile aggiungere della vinaigrette creando un contrasto che lega bene entrambi i sapori.

La lattuga iceberg

Ha una forma simile a un cavolo, con foglie lunghe, rotonde e croccanti tutte molto vicine tra loro. Il suo nome è dovuto alla sua particolare resistenza al freddo. Si distingue per il suo sapore delicato e può essere utilizzata come ingrediente base per varie insalate, per i tacos o per guarnire i vostri piatti. È una delle meno nutrienti.

L’indivia

È un tipo di lattuga che presenta una foglia liscia, dura e bianca con un sapore dolce all’inizio ed un fondo amaro alla fine. È succosa, croccante e molto rinfrescante.

lattuga di tipo indivia

Ha una forma cilindrica che diventa appuntita alla fine ed è composta da una serie di foglie bianche strette sovrapposte tra loro che nelle punte diventano verdi, morbide e luminose.

L’indivia è una verdura che possiamo trovare nei mercati tutto l’anno, ma la sua produzione è maggiore nel periodo che va dall’autunno all’inizio dell’estate.

In realtà, quello che compriamo è il cuore della pianta. In questo modo sfruttiamo tutte le parti di questa lattuga perché non dobbiamo eliminare nessuna foglia prima di consumarla.

La francese

Le sue foglie sono sottili, verdi e lunghe. Sono unite da uno stelo corto che è rotondo e di colore bianco. Questo tipo di lattuga presenta il grumolo. Le sue foglie sono tenere ed hanno un sapore dolce. Per questo motivo è consigliabile un condimento leggero. La stagione migliore per consumarla è la primavera.

La lattuga romana

Le sue foglie sono robuste e allungate, non presenta il grumolo ed ha un sapore leggermente amaro. È una delle lattughe più usata in Italia ed anche la più nutriente. Tollera bene le basse temperature, questo significa che possiamo trovarla tutto l’anno. La stagione migliore per consumarla è comunque l’estate.

La rucola

Viene spesso usata per dare un aroma particolare alle insalate, anche se può essere utilizzata da sola. È una pianta commestibile originaria delle regioni mediterranee, il suo sapore è potente, con un retrogusto speziato e leggermente amarognolo.

La valeriana

Si dice che in passato i preti ne consumassero in abbondanza. La valeriana ha un colore verde, intenso e brillante. È una verdura tenera dal sapore delicato e piacevole che richiama vagamente il gusto delle noci.

La sua stagione inizia in autunno e termina in primavera. Può essere usata nelle insalate o cucinata.

Lattuga lollo rossa

Questo tipo di lattuga ha un colore rosso intenso e delle foglie molto arricciate. Ha una consistenza morbida ed un sapore amaro. Il periodo migliore per consumarla è nei mesi che seguono l’estate. Di solito si consuma preparando delle insalate, da sola o mescolata con altri tipi di lattuga.

lattuga rossa

Lattuga tatsoi

Questa varietà di lattuga proviene dall’Asia. La sua forma richiama quella di un rosone e ha delle foglie piccole e arrotondate e degli steli lunghi. Il colore delle foglie è verde scuro mentre quello degli steli (che hanno una superficie liscia) è verde chiaro. Ha una consistenza cremosa ed un sapore intenso che può essere apprezzato sia da cruda, nelle insalate, che da cotta, negli stufati, fritta o al vapore.

Come avete potuto vedere ci sono molti tipi di lattuga. Ciascuna ha una forma ed un sapore differente. Le proprietà nutrizionali cambiano a seconda della varietà. Provatele, non avete che l’imbarazzo della scelta!