Benefici del melone: un frutto delizioso

23 ottobre, 2018
Uno dei migliori frutti da mangiare d'estate, ma di cui possiamo sfruttare i benefici durante tutto l'anno. Il melone è ideale per l'idratazione e per mantenere il benessere del nostro corpo.
 

Il melone è uno dei cibi più gustosi dell’estate. È rinfrescante e si può mangiare a qualsiasi ora, in vari modi. Quello che forse non tutti sanno è che oltre ad essere un alimento rinfrescante, fa molto bene al corpo. Per far sì che conosciate tutti i benefici del melone, li analizzeremo in questo articolo.

1. Alto contenuto di potassio

Ogni 100 grammi di questo frutto contengono 167 milligrammi di potassio, una quantità praticamente uguale a quella della banana.

Questo fa sì che il melone sia particolarmente indicato per le persone che fanno esercizio e che perciò sono solite perdere una quantità considerevole di minerali.

Inoltre, gli alimenti ricchi di potassio comprendono tutti i benefici di seguito indicati.

  • Aiutano a mantenere la pressione sanguigna
  • Stimolano i movimenti intestinali
  • Contribuiscono al corretto sviluppo del sistema osseo
  • Sono fondamentali per la produzione di proteine
Melone

Oltre che nel melone e nella banana, il potassio si trova in molti altri cibi. Alcuni sono: la patata, la carne di maiale, le prugne, il cavolfiore, l’arancia e le uova.

La quantità giornaliera di potassio consigliata per un adulto è di 3500 milligrammi al giorno. È per questo che la cosa migliore per raggiungere questa quantità è mangiare melone e consumare anche altri tra gli alimenti che abbiamo elencato in precedenza.

 

2. Aiuta a perdere peso

Il melone è uno dei cibi fondamentali in qualsiasi dieta. Ciò è dovuto al fatto che contribuisce alla perdita di peso e fa in modo che sia più efficace. Il melone è per la maggior parte composto d’acqua e questo lo rende un alimento che sazia, oltre ad essere povero di calorie.

Perciò, il melone è un frutto perfetto per coloro che desiderano perdere peso, dato che calma la sensazione di fame e allo stesso tempo non aggiunge calorie alla vostra dieta.

Una fetta di melone è perfetta da mangiare tra i pasti, quando l’appetito comincia a farsi sentire.

Una buona opzione è tagliarlo a pezzi e metterlo in un contenitore. Avrete uno snack salutare che potrete portare al lavoro o quando uscite di casa.

3. Benefici del melone: potere lassativo

Tra i benefici del melone ce n’è uno particolarmente interessante dal punto di vista digestivo. Infatti, il melone possiede proprietà lassative. Un paio di fette di melone al giorno sono sufficienti per combattere in modo naturale i problemi di costipazione occasionale lieve.

Il miglior momento per facilitare l’evacuazione è la colazioneCiò è dovuto al fatto che si tratta di un alimento molto facile da digerire e che sortirà rapidamente l’effetto desiderato.

4. Protegge il sistema immunitario

L’ultimo beneficio del melone è anche il meno conosciuto. Poche persone sanno che mangiandolo contribuiscono a proteggere il sistema immunitario e perciò, lo rendono più resistente a varie malattie.

 

Consumare melone è un modo naturale di prevenire tosse e altri lievi sintomi influenzali. 

Il nostro consiglio è che prima di prendere qualsiasi integratore alimentare, variate la vostra alimentazione e includiate alimenti come melone, broccoli, carote, pomodori e cipolla.

Aggiungerli alla dieta di tutti i giorni è un modo naturale per aumentare le difese immunitarie.

Come avete potuto vedere, i benefici del melone sono molti e perciò risulta interessante introdurlo nella nostra alimentazione quotidiana.

Questi benefici sono particolarmente importanti per coloro che hanno un sistema immunitario debilitato o soffrono di costipazione occasionale. 

Ad ogni modo, prima di terminare questo articolo, è importante darvi un’avvertenza. Il melone è un alimento che contiene una quantità considerevole di zuccheri, perciò chi soffre di diabete deve fare particolare attenzione al suo consumo.

Questo non vuol dire che non potrà essere mangiato, ma che bisognerà assumerlo in porzioni moderate, ovvero massimo due fette al giorno.