Le migliori ore per fare jogging in estate

· 11 Giugno 2019
Arriva il caldo, e bisogna modificare le proprie abitudini sportive. Ecco quali sono i migliori orari per fare jogging in estate, allenandosi senza stancarsi troppo.

Per chi ama correre all’aria aperta, le calorose giornate estive rappresentano una sfida aggiuntiva. Oltre a pianificare le distanze da coprire e a seguire il programma di allenamento, infatti, devono preoccuparsi anche delle alte temperature e dei raggi solari. Due elementi che finiscono per influenzare le loro prestazioni, inevitabilmente. Ma allora, qual è il miglior momento della giornata per fare jogging in estate?

Evidentemente, come vedrete in questo articolo, ci sono diversi fattori da considerare. Alcuni possono essere la vostra disponibilità oraria, la zona in cui vivete, la necessità di preparare una gara o altro ancora. Aspetti come il calore, l’umidità, il tipo di abbigliamento e il suolo su cui andrete ad allenarvi, sono elementi egualmente importanti. Se volete sapere quando è meglio fare jogging in estate, allora, continuate a leggere!

Fattori da considerare per fare jogging in estate

La maggior parte dei podisti, sia amatori che professionisti, sono atleti che seguono una routine di allenamento ben definita e rigida. Molti di loro rispettano giustamente le sessioni che saranno propedeutiche per affrontare competizioni e gare.

Ma, in ogni sport che preveda un allenamento costante, intervengono fattori extra-sportivi che vanno dalla disponibilità oraria sino ai gusti personali. Ad esempio: chi ama dormire fino a tardi raramente pianificherà una sessione di allenamento alle primissime ore del mattino.

Ecco quando fare jogging in estate

Ci sono alcune persone che, per motivi di lavoro o responsabilità familiari, riescono a ritagliarsi dei piccoli spazi solamente in momenti molto specifici. Sono periodi altamente variabili e che spesso si scontrano con condizioni climatiche avverse.

Sebbene si cerchi di gestire questi rari momenti di libertà in modo da spostarli o molto presto o alla sera tardi, non è da escludere che vi troviate a correre alle due del pomeriggio. Durante i mesi estivi, ciò significherebbe allenarvi sotto il solo cocente e nel bel mezzo dell’afa cittadina.

Sarà sempre preferibile mantenere sempre la stessa routine, prima di modificarla a causa di fattori ambientali. Naturalmente, vi suggeriamo sempre di agire in modo sensato. Tra maggio e settembre, in alcune città italiane correre sotto al sole è francamente pericoloso.

Molto presto o molto tardi

Il primo consiglio, che ad alcuni potrà sembrare un’ovvietà, riguarda fare jogging in estate quando il sole è meno forte. Stiamo parlando o della prima mattina o delle ore successive al tramonto. Oltre ad evitare possibili scottature, manterrete alte le vostre prestazioni, evitando una sudorazione eccessiva e avvalendovi di una qualità dell’aria migliore e più fresca.

Ragazza stira quadricipiti

Oltre alla spiacevole sensazione di calore, dovuta alle alte temperature, l’azione diretta dei raggi ultravioletti sulla pelle è qualcosa che ogni atleta dovrebbe evitare. Spesso persino un cappellino o la crema solare sono insufficienti a proteggervi in modo adeguato. Pertanto, meglio non rischiare.

Il problema no è il caldo, bensì l’umidità

Al di là del calore solare, ciò che può rendere difficoltoso fare jogging in estate è certamente l’umidità. In effetti, l’indice termico è il valore a cui dovrebbe essere data più attenzione, quando si esaminano le previsioni del tempo e si pianifica l’allenamento.

Il livello di umidità è l’elemento che genera la reale sensazione termica, dato che media la temperatura con l’indice di acqua presente nell’ambiente. Tanto per fare un esempio, se vivete in una zona costiera, nei mesi estivi è una pessima idea correre al mattino, dato che tra luglio e agosto i livelli di umidità saranno altissimi. Infatti, durante la notte, la temperatura si mantiene vicina ai 35 gradi.

Correre in un ambiente con alti livelli di umidità non è affatto raccomandato. Il corpo non verrà adeguatamente raffreddato dalla sudorazione, quindi apparirà una sensazione di soffocamento davvero insopportabile.

Quando fare jogging in estate?

Il momento migliore per fare jogging in estate è dopo le 9 di sera. Il sole è già completamente scomparso e l’umidità è generalmente inferiore a quella del mattino.

La maggior parte dei podisti cerca di evitare il periodo tra le 11.00 e le 20.00. È un periodo in cui le condizioni sono di solito svantaggiose. Tuttavia, c’è anche chi si sforza con l’idea di far adattare il proprio corpo a queste condizioni climatiche avverse.

Ricordate sempre di correre in modo adeguato al vostro livello, senza esagerare e rispettando sempre le normali regole di sicurezza. Ad esempio, scegliere vestiti appropriati e idratarvi correttamente. Fate attenzione anche ai segnali che il corpo vi trasmetterò, per evitare infortuni o svenimenti dovuti ai possibili colpi di calore.

Ricordate di abbassare l’intensità

Oltre a sapere quando fare jogging in estate, nelle giornate estive non si può sempre pretendere di andare al limite. Le condizioni complicate dell’ambiente sono un invito indiretto a dosare gli sforzi. Le calorose giornate estive non sono adatte per stabilire nuovi record. Mantenetevi in forma, rispettate i limiti imposti dal caldo e attendete con pazienza l’autunno, che vi accoglierà con temperature molto più miti e favorevoli.