Correre durante la gravidanza: è possibile?

· 20 agosto 2018
Un tempo, si credeva che fare esercizio in gravidanza fosse controproducente, ma fortunatamente non è così.

Durante la dolce attesa, è molto importante fare attività fisica che si adatti alle condizioni del corpo. Dunque, è possibile correre durante la gravidanza?

Se siete abituate a fare sport e state per avere un figlio, è possibile proseguire la routine con alcuni consigli. In questo articolo parleremo della possibilità di correre durante la gravidanza.

Correre durante la gravidanza: è possibile?

Quest’idea è cambiata grazie a studi e ricerche. Durante la gestazione è fondamentale fare esercizio, sia per la madre che per il bambino.

Oltre allo yoga, il nuoto, il pilates o le passeggiate, molte donne decidono di uscire a correre durante la gravidanza.

Quest’attività è sempre più popolare ed ha molti benefici.

correre durante la gravidanza

Fatta eccezione per i casi di gravidanze a rischio o per il parere contrario del medico, correre o camminare in gravidanza migliora l’autostima, previene l’osteoporosi, evita l’eccesso di peso, riduce i gonfiori alle gambe, evita la preeclampsia, facilita il parto e il recupero successivo.

Correre è un esercizio d’intensità media o alta, ma la cosa positiva è che il ritmo viene scelto da chi lo pratica. Se non avete mai praticato running, forse vi conviene iniziare un po’ alla volta per far abituare il corpo.

Consigli per correre durante la gravidanza

Sia che si pratichi running o no prima della gravidanza, quest’attività è possibile seguendo alcune raccomandazioni importanti.

1. Consultate il medico

Anche se le vostre amiche o conoscenti sono andate a correre durante la gravidanza e non hanno avuto problemi, non tutte le donne sono uguali. Dovete chiedere consiglio al medico relativamente alla vostra condizione. Lui vi raccomanderà o consiglierà il tipo di attività più adatto a voi.

2. Praticate esercizio moderato

Pur avendo esperienza nell’attività del runningadesso che siete incinte dovete essere coscienti degli effetti che questo ha sul bambino (e su di voi). Non serve dire che si sconsiglia di correre maratone, che facciate attività a mezzogiorno o che esigiate più di quello che il corpo può sopportare.

Se necessario, invece di correre, camminate rapidamente, soprattutto nel terzo mese di gravidanza. Infatti, il peso del ventre inizia ad essere considerevole e la stanchezza si fa sentire. Non dimenticate di bere acqua e di non uscire nelle ore più calde della giornata.

3. Indossate vestiti comodi

Questo consiglio non è solo per donne incinte che vogliono andare a correre, ma per tutti gli sportivi in generale. Ma nel vostro caso particolare, indossate abiti che si adattino alla forma del vostro corpo, che non comprimano il ventre o i talloni e che permettano un buon drenaggio e una corretta traspirazione.

Per quanto riguarda le scarpe, bisogna che siano comode e adeguate per correre su diverse superfici. Questo aiuterà ad evitare di cadere o di farsi male. Non dimenticate, poi, che durante la gravidanza le donne sono propense a soffrire storte provocate dalla debolezza dei legamenti.

4. Ascoltate il vostro corpo

Correre durante la gravidanza può essere un’attività divertente ed entusiasmante, ma è anche fortemente d’impatto. Per tanto, ha i suoi effetti sul corpo. Quindi è fondamentale che prestiate attenzione ai segnali che manda.

Per esempio, se siete molto stanche, vi fanno male le ginocchia e avete il battito cardiaco accelerato anche dopo la routine. Affidatevi al medico per qualsiasi fastidio o dolore.

5. Adottate la postura corretta

correre durante la gravidanza

La zona lombare è la più pregiudicata durante la gravidanza, dato che deve sopportare il peso della pancia. È normale che la madre si sporga con la schiena in avanti per ridurre i dolori, ma questo può portare a cadere. Per correre, mantenete la colonna dritta, la testa in alto e le spalle all’indietro. In questo modo, eviterete contrazioni e dolori muscolari.

Ricordate che correre durante la gravidanza dev’essere un attività piacevole e divertente, non una gara in pista. Sfruttate l’esercizio moderato e i benefici che offre per voi e per il bambino.