Il ritiro di Petr Cech, una leggenda del calcio

24 dicembre, 2019
I voli di Petr Cech per parare i goal più impossibili sono scolpiti in modo indelebile nella memoria degli appassionati di calcio. Dopo più di vent'anni, il portiere ceco ha deciso di concludere la sua carriera.
 

Sia gli amanti della posizione del portiere che i fan del calcio in generale hanno saputo apprezzare le straordinarie abilità di Petr Cech. Di recente, questo leggendario giocatore della Repubblica Ceca e della Premier League ha deciso di appendere i guanti. Rivediamo la sua immensa carriera sportiva.

Alla fine della sua carriera, Cech era noto per indossare il casco ogni volta che scendeva in campo. Il motivo è l’affondamento del cranio subito in seguito ad una ginocchiata alla testa nell’ottobre 2006. Questo incidente lo ha costretto a sottoporsi a un’operazione e a stare lontano dal gioco per diversi mesi.

Nonostante questo spiacevole infortunio, Petr Cech ha saputo reintegrarsi con coraggio nell’élite del calcio mondiale e a raggiungere grandi risultati. Per il suo stile sobrio e sicuro, le sue conquiste e le spettacolari copertine di cui è stato protagonista per così tanti anni, verrà di certo ricordato dai fan di questo sport.

Petr Cech: carriera e titoli più importanti

Questo giocatore si è ritirato dal calcio professionista a 36 anni, dopo aver trascorso 15 anni nelle migliori squadre e competizioni calcistiche inglesi, che sono le migliori del mondo. Inoltre, ha saputo giocare e vincere molti dei più importanti tornei internazionali.

I suoi inizi come professionista furono con lo Sparta Praga, la prima divisione del calcio ceco. Nel 2001, a soli 19 anni, ha battuto il record di minuti senza ricevere goal nella lega professionale del suo Paese: è rimasto imbattuto per 855 minuti.

 

Passa al Rennes di Francia a metà 2002, comprato dalla squadra francese per 5,5 milioni di euro. Le sue buone prestazioni in una squadra che ha combattuto duro nei campionati gli fanno guadagnare un trasferimento al Chelsea nel 2004.

Petr Cech in porta


Chelsea, la massima gloria in Inghilterra e in Europa

Al suo arrivo nel Chelsea, Petr Cech dovette sostenere l’onere di essere il portiere più pagato nella storia del club di Londra. Con il portoghese Mourinho, vince il suo primo titolo in campionato nella stagione 2004/2005. Mantiene il suo record rimanendo imbattuto 21 volte e concedendo solo 15 goal in tutto il campionato. In altre parole, realizza una performance fenomenale.

La sua squadra è riuscita a difendere il campionato nel torneo successivo. Ancora una volta Petr Cech gioca con le carte in regola per la consacrazione: subisce solo 22 gol in 34 partite giocate. Viene proclamato campione alla Premier League 2009/2010 e nel 2014/2015.

Cech vince il titolo più importante della sua carriera durante la Champions League 2011/2012. Sebbene il Chelsea abbia licenziato il suo allenatore a metà stagione, la squadra inglese ha raggiunto la finale a Monaco, contro il Bayern.

 

Il portiere ceco ha avuto la sua notte da sogno e, insieme all’attaccante ivoriano Didier Drogba, è stato in grado di dare una nuova stella al suo club. Oltre a una grande prestazione di gioco, ha incoronato la notte coprendo due rigori nel turno decisivo. Pertanto, il Chelsea ha vinto il suo primo titolo UCL e Cech è stato il quarto giocatore nel suo paese a vincerlo.

Il passaggio all’Arsenal

Dopo tanti successi al Chelsea, Petr Cech ha continuato la sua carriera in un altro club londinese, l’Arsenal, in cambio di 10 milioni di sterline. Anche se non riesce a vincere un titolo di campionato, con l’Arsenal ottiene due scudi comunitari e una Coppa d’Inghilterra. Inoltre, batte un nuovo record mantenendo il suo recinto a zero per la 200esima volta in Premier League.

Durante la sua ultima stagione, proprio durante l’incontro di addio come professionista, Cech ha avuto l’opportunità di ottenere il primo titolo internazionale di Gunners. Tuttavia, ha perso nella finale di UEFA Europa League contro il Chelsea, la sua ex squadra, per un voluminoso 4-1.

Petr Cech nel Chelsea

Petr Cech nella nazionale ceca

Con la maglia ceca, Petr Cech ha giocato 124 partite in 14 anni. Nel corso di questo periodo, ha disputato una Coppa del Mondo U20 – quella dell’Argentina 2001, in cui ha raggiunto i quarti di finale – e un’altra – Germania 2006 -, eliminato nella prima fase.

 

Ha anche avuto l’opportunità di giocare a quattro Euro Cup. La sua migliore esibizione in questo campionato ha coinciso con la migliore posizione storica della selezione. In Portogallo 2004, Cech ha ricevuto solo 4 goal in 5 partite e la Repubblica Ceca ha ottenuto un passaggio senza precedenti in semifinale, in cui però perse contro la Grecia, il campione in carica.

Questa breve panoramica ci consente di affermare che Petr Cech è uno dei migliori portieri della storia del Chelsea e della squadra ceca, i due set che ci sono piaciuti di più. Al di là di ciò, siamo sicuri che tutti gli appassionati di calcio si siano meravigliati almeno una volta per una reazione di Cech.

  • Petr Čech. Wikipedia. https://es.wikipedia.org/wiki/Petr_%C4%8Cech
  • Micheles, J. 2019. ¿Por qué Petr Cech atajó casi toda su carrera con un casco? TyC Sports. https://www.tycsports.com/nota/al-angulo/2019/01/15/por-que-petr-cech-atajo-casi-toda-su-carrera-con-un-casco.html
  • Petr Cech anuncia su retirada del fútbol. 2019. Mundo Deportivo. https://www.mundodeportivo.com/futbol/premier-league/20190115/454156082691/cech-retiro-arsenal.html
  • Petr Cech anunció su retiro: sus mejores atajadas y por qué usó un casco los últimos 12 años de carrera. 2019. La Nación. https://www.lanacion.com.ar/deportes/futbol/petr-cech-anuncio-su-retiro-sus-mejores-nid2211044