Le donazioni degli atleti per combattere il coronavirus

07 aprile, 2020
Combattere il coronavirus è più complicato di quanto sembri. Per questo motivo, diversi atleti stanno donando denaro per aiutare ad affrontare questa situazione di emergenza globale.
 

Gli atleti di tutto il mondo e di diverse discipline stanno donando milioni di euro per combattere il coronavirus. Le campagne per raccogliere fondi, donazioni e per far acquistare consapevolezza sono alcuni dei metodi scelti dagli atleti. In questo articolo, parliamo delle donazioni degli atleti per combattere il coronavirus.

Chi sono gli atleti che donano per combattere il coronavirus?

Non è un segreto che gli atleti d’élite guadagnano un sacco di soldi. Per fortuna, in casi come questi alcuni di loro decidono di usare questi profitti per mostrare solidarietà. Nel campo del calcio, ci sono molti giocatori che donano parte dei loro cachet agli ospedali.

Ad esempio, il giocatore del Liverpool Sadio Mané ha donato € 45.000 al suo nativo Senegal per aiutare gli ospedali. Finora questo Paese africano ha pochi casi di COVID-19. Inoltre, il suo team ha donato la stessa quantità di sterline – circa $ 52.000 – alle banche di alimenti della città britannica.

A Manchester, le due squadre più importanti – City e United – effettueranno una donazione congiunta di £ 100.000 – circa $ 115.000 – per aiutare le persone colpite dal virus in quella città.

Da parte sua, il Chelsea ha messo a disposizione il proprio hotel per le persone colpite dal COVID-19. Un’iniziativa del genere è molto significativa, soprattutto nel caso in cui fosse necessario il loro trasferimento dagli ospedali di Londra o non ci fosse spazio a sufficienza.

Solidarietà in Italia

 

L’Italia è il paese più colpito dal coronavirus. Per fortuna, ci sono delle buone notizie riguardanti molti giocatori che stanno donando denaro per aiutare il sistema sanitario nazionale. Ad esempio, il giocatore torinese Simone Zaza ha donato € 30.000 e il calciatore del Napoli Lorenzo Insigne € 100.000.

Il Milan A.C., che ha sede in una delle città più colpite del paese, ha fatto delle cospicue donazioni alla fondazione AREU per le emergenze sanitarie. Uno dei suoi giocatori più importanti, Zlatan Ibrahimovic, ha lanciato una campagna chiamata “Calciamo il coronavirus” che ha già raccolto € 100.000.


L’altra squadra milanese, l’Inter, ha donato 300.000 mascherine e prodotti per l’igiene personale alla protezione civile degli ospedali locali. Da parte loro, i proprietari della Juventus, la famiglia Agnelli, hanno fatto una donazione di 10 milioni di euro per ridurre l’emergenza sanitaria che affligge le città piemontesi e torinesi.

Giocatori che donano in Spagna

Continuando con gli esempi di donazioni nel campo del calcio, nella lega spagnola il Club Almería distribuirà 1.200.000 euro di cibo per i bisognosi, le autorità sanitarie e i volontari che stanno aiutando a prevenire più casi di coronavirus nel paese.

Allo stesso modo, l’allenatore dell’Atletico Madrid Diego Simeone ha iniziato una campagna sui social network per raccogliere fondi e donarli alla Croce Rossa.

Sempre dall’Atletico Madrid, Saúl e Álvaro Morata si sono uniti a Sergio Busquets del Barcellona FC in un’iniziativa chiamata “Ne usciremo insieme” per sostenere i commercianti e le piccole aziende che dovranno affrontare una grande crisi economica a causa del virus.

 

Lionel Messi ha deciso di donare un milione di euro. Questa somma verrà distribuita tra un ospedale a Barcellona e un altro che si trova in Argentina.

Infine, nella Bundesliga, i giocatori del Bayern Monaco Joshua Kimmich e Leon Goretzka hanno donato un milione di euro e creato una piattaforma di raccolta fondi chiamata “We Kick Corona”.

Altri esempi di donazioni per combattere il coronavirus

Non solo nel campo del calcio ci sono state buone azioni. Diversi giocatori della NBA hanno fatto donazioni: Kevin Love of the Cleveland Cavaliers ha dato $ 100.000 ai lavoratori dello stadio Quicken Loans Arena – casa dei Cavalieri – per sostentarsi mentre non ci sono le partite.

Giannis Antetokounmpo ha fatto lo stesso con i dipendenti del Fiserv Forum, lo stadio Milwaukee Bucks. Nel frattempo, Zion Williamson dei Pelicans di New Orleans ha promesso di pagare un mese di stipendio per tutti i lavoratori allo Smoothie King Center Stadium.

Inoltre, il giocatore Rudy Gobert dei Jazz di Utah, che è risultato positivo al COVID-19, ha donato 500.000 euro per aiutare il sistema sanitario negli Stati Uniti.

Test atleti coronavirus
 

Il basket spagnolo si unisce al tennis con due grandi atleti: Pau Gasol e Rafael Nadal. Questi sportivi hanno dato il via ad una campagna per gli atleti di diverse discipline per donare e raggiungere la cifra di 11 milioni di euro, che servirà ad aiutare più di un milione di persone.

Infine, il campione di tennis svizzero Roger Federer donerà un milione di franchi svizzeri alle famiglie a basso reddito che vivono nel suo paese.

Conclusioni

Senza dubbio, queste azioni dimostrano la grande solidarietà e la grande coscienza sociale di questi atleti, che stanno aiutando il mondo in questa situazione così difficile. Inoltre, inviano anche un messaggio di unità e di speranza alla comunità, qualcosa che in questi giorni è importante tanto quanto i soldi.

 
  • Infobae –  Roger Federer hará una millonaria donación para luchar contra el coronavirus en Suiza – Marzo 2020 – https://www.infobae.com/america/deportes/2020/03/25/roger-federer-hara-una-millonaria-donacion-para-luchar-contra-el-coronavirus-en-suiza/
  • Rodríguez, M.A. – El deporte saca la cartera e impulsa iniciativas solidarias contra el coronavirus – MARCA – https://www.marca.com/futbol/2020/03/18/5e724eca268e3e3f688b459d.html