Come prevenire la fascite plantare?

23 maggio, 2020
La fascite plantare è una patologia che colpisce principalmente gli atleti e che limita notevolmente la loro mobilità.
 

La fascite plantare è una patologia i cui effetti limitano gravemente la vita delle persone che ne soffrono. Non poter nemmeno camminare senza sentire un dolore lancinante alla pianta del piede è davvero fastidioso. In questo articolo vi diremo come prevenire la fascite plantare.

Cos’è la fascite plantare?

Cominciamo ricordando cos’è la fascite plantare. Come ogni patologia che termina con il suffisso -ite, abbiamo a che fare con un problema che ha a che fare con un’infiammazione. In questo caso specifico, si tratta dell’infiammazione della fascia plantare.

La fascia plantare è un tessuto elastico che va dall’osso del tallone, detto calcagno, all’area metatarsale delle dita dei piedi. Pertanto, copre praticamente l’intera pianta del piede. La sua funzione è quella di mantenere stabile l’arco del piede quando camminiamo, nonché di assorbire e distribuire le forze esercitate sul piede.

Cause e prevenzione

Per capire come prevenire un infortunio, per prima cosa dobbiamo conoscere le cause che lo hanno provocato.

Cause della fascite plantare

Nel caso della fascite plantare, le cause sono generalmente correlate al fatto che la fascia plantare sia sottoposta a stress eccessivo:

  • Sforzo eccessivo. I corridori di lunga distanza sono quelli che riscontrano questo problema più frequentemente. Infatti, correre per lunghi periodi di tempo è uno sport che richiede il massimo dalla fascia plantare e ciò può far apparire dei disturbi.
 
  • Correre su un terreno irregolare. Un altro modo per sovraccaricare la fascia plantare è farla lavorare di più. In questo caso, il terreno irregolare costringerà la fascia plantare a rimanere stabile mentre i tiri e la pressione arrivano da più angolazioni.
  • Curvatura del piede. Un piede cavo, cioè che presenta una curvatura eccessiva, è più predisposto a soffrire di fascite plantare.
  • Sovrappeso. Maggiore è il peso, maggiore è la forza che esercitiamo sulla fascia plantare. Quindi può motivare la comparsa dei sintomi.
Dolore al piede


Come prevenire la fascite plantare?

Tenendo conto di quanto sopra, comprenderemo meglio le seguenti raccomandazioni per evitare la comparsa della fascite plantare.

Prima di tutto, dovremmo cercare di alternare la corsa con altri esercizi come andare in bicicletta, nuotare o fare circuiti o altre forme di esercizio in palestra o a casa.

Inoltre, è preferibile correre su superfici lisce e morbide. Pertanto, sarà preferibile non correre sempre sull’asfalto, poiché la sua durezza influenzerà la fascia plantare e le ginocchia.

Infine, sempre in relazione alla corsa, dobbiamo assicurarci di indossare le scarpe da running adeguate, il che ci porta al punto successivo: conoscere la nostra fisiologia. È bene effettuare uno studio della nostra impronta, per sapere se sforziamo il piede di più da una parte o dall’altra.

 

Oppure, se abbiamo un piede eccessivamente curvo o piatto, bisogna fare attenzione a quale tipo di calzature comprare e se sarà necessario portare delle solette correttive. Altrimenti, possiamo danneggiare il nostro corpo ogni volta che facciamo jogging o camminiamo senza saperlo.

Inoltre, è importante non trascorrere troppo tempo in piedi giorno dopo giorno. A meno che non siamo costretti a lavorare, non è bene trascorrere lunghe ore in piedi, causando una pressione costante sulla fascia.

Infine, la fascia plantare merita un’attenzione particolare dopo la pratica sportiva.

Prevenire la fascite plantare

Questo è ancora più importante se siamo in sovrappeso. Per questo motivo, dobbiamo fare in modo di ridurre la pressione se vogliamo evitare la fascite plantare, e anche molti altri problemi.

Inoltre, sarà utile stirare i muscoli delle gambe e la fascia plantare stessa. In questo senso, lo stiramento dei polpacci contribuirà a mantenere i muscoli sani e il tendine di Achille pronto a resistere agli sforzi richiesti.

In ultima istanza, si potrebbe ricorrere alla fisioterapia. Oltre a raccomandare gli esercizi e lo stretching, un fisioterapista usa diversi metodi per aiutare a rilassare i muscoli e la fascia plantare, comprese le tecniche di termoterapia / crioterapia e l’elettroterapia.

Inoltre, possiamo massaggiare noi stessi la pianta del piede. Questa pratica può essere fatta tranquillamente a casa e aiuta a prevenire le lesioni.

 
  • Artidiello Bustio Dinorah, Hernández Echevarría Diamelys Caridad, Aguilar Artidiello Heilyn, Salazar Camacho María Caridad. Fascitis plantar. Rev. Ciencias Médicas  [Internet]. 2015  Abr [citado  2019  Oct  29] ;  19( 2 ): 206-213.
  • Díaz López Ana María, Guzmán Carrasco Patricia. Efectividad de distintas terapias físicas en el tratamiento conservador de la fascitis plantar: revisión sistemática. Rev. Esp. Salud Publica  [Internet]. 2014  Feb [citado  2019  Oct  29] ;  88( 1 ): 157-178.
  • López-Gómez José Antonio, Martínez-Sanz José Miguel, Martínez-Rodríguez Alejandro, Ortiz-Moncada Rocío. Planificación dietético-nutricional para llevar a cabo una Ultramaratón, la Transvulcania: informe de caso. Rev Esp Nutr Hum Diet  [Internet]. 2016  Jun [citado  2019  Oct  29] ;  20( 2 ): 120-126.