Le cose da non fare per dimagrire

· 3 novembre 2018
Il tentativo di perdere peso e dimagrire è una guerra per molte persone e sembra non avere mai una fine. Ma ci sono degli errori molto comuni che commettiamo senza rendercene conto e che ci impediscono di fare progressi.

Perdere peso è uno degli obiettivi principali di molte persone. La cosa fondamentale per perdere peso è bruciare più calorie di quelle assunte. In teoria sembra semplice, ma in pratica è più complesso di così. Ci sono abitudini apparentemente innocue che possono impedirvi di raggiungere il vostro obiettivo. In questo articolo vedremo 5 cose da non fare per dimagrire.

Esagerare con gli zuccheri: la prima cosa da non fare per dimagrire

Ecco la prima delle cose da non fare per dimagrire. Dovreste eliminare gli alimenti che contengono, come principale ingrediente, lo zuccheroPer poterlo fare bisogna considerare che ci sono degli zuccheri presenti naturalmente in alcuni alimenti e che questi non danneggiano la salute.

Questo è il caso del latte, i cui carboidrati sono zuccheri. Si tratta però di lattosio, che è uno zucchero presente naturalmente nel latte.

Evitare alimenti processati

Come norma generale, gli alimenti processati sono meno sani di quelli trattati. Nonostante ciò, esistono alimenti processati che sono sani come quelli naturali.

cose da non fare per dimagrire

La loro salubrità dipende dal valore nutrizionale, al quale bisogna prestare molta attenzione. Ma è meglio che allontaniate dalla vostra dieta alimenti come patatine fritte, cibi da fast food e carni processate. Mangiare questo genere di cibi è di certo una delle cose da non fare per dimagrire.

Alimenti che contengono grassi idrogenati

Questi tipi di grassi si trovano in alimenti come margarina, patate fritte, pasticceria industriale, molti tipi di biscotti e alimenti precotti. Sono molto utilizzati nell’industria poiché, a differenza di altri tipi, questi sono solidi e migliorano tanto la consistenza quanto la durabilità degli alimenti.

Oltre ad avere un elevato apporto calorico, i grassi insaturi provocano l’accumulo di trigliceridi e colesterolo, portano alla comparsa di patologie cardiovascolari, diabete e patologie metaboliche.

Dormire poco

Abbiamo già parlato della grande importanza del riposo, sia a livello fisico che cerebrale. Ma è anche un buon modo per dimagrire. Al contrario di come potrebbe suggerire la logica, cioè che meno si dorme, più calorie si consumano.

cose da non fare per dimagrire

Dormire è un ottimo modo per tenere i grassi sotto controllo. È consigliabile dormire almeno 7 ore per non alterare i meccanismi ormonali del corpo. Inoltre, uno studio del Centro di Investigazione Biomedica sull’obesità e la nutrizione conferma che per ogni ora di sonno in più, si riduce fino al 36% il rischio di obesità. 

Mangiare lentamente

Il corpo ha bisogno di circa 20 minuti per inviare al cervello il segnale che indica sazietà. Se mangiamo troppo velocemente, ingeriremo più calorie di quelle necessarie. Altrimenti, non continueremmo a mangiare perché il cervello avrebbe inviato il segnale di non farlo perché non necessario. Perciò, mangiate lentamente e assaporate ogni boccone.

Colazione abbondante e cena leggera

Nonostante il modo in cui sono distribuite le calorie della giornata non sia più importante della quantità o la qualità di queste, è ovvio che, essendo l’uomo un animale diurno è in grado di processare meglio le calorie assunte di mattina piuttosto che quelle serali. Per questa ragione, bisogna fare una colazione abbondante per non arrivare troppo affamati all’ora di cena.