Faccio fatica ad addormentarmi: perchè?

2 luglio 2018
Molte persone soffrono di disturbi del sonno, facendo quindi fatica ad affrontare serenamente i piccoli e i grandi ostacoli della giornata successiva. La domanda che ci poniamo, se anche noi soffriamo di insonnia è: perchè faccio fatica ad addormentarmi?

Cadere “tra le braccia di Morfeo” è qualcosa che per alcune persone può risultare molto difficile. Di fatto, ogni giorno migliaia di persone si rivolgono a un esperto a causa di problemi legati al sonno. La domanda più frequente è: “perchè faccio fatica ad addormentarmi?

Non riuscire a dormire a sufficienza fa sì che il nuovo giorno diventi una camminata in salita. Lo stesso succede quando il sonno non è di buona qualità; mancanza di energia, problemi di concentrazione, basso rendimento e cattivo umore, sono caratteristiche tipiche di chi fa fatica ad addormentarsi. Questo articolo è per chiunque si stia chiedendo “Perché faccio fatica ad addormentarmi?”.

Quali sono le cause per cui facciamo fatica ad addormentaci

  • Disturbi dell’umore. Chi soffre di depressione o di forte ansia, può essere soggetto ai disturbi del sonno; questo succede perchè la mente non riesce a rilassarsi.
  • Mancanza di abitudini del sonno. L’organismo ha bisogno di una routine associata all’ora di andare a dormire; se cambiamo sempre orario o stanza in cui dormire, sarà difficile entrare nella fase pre-sonno. Infatti, è una buona abitudine preparare il corpo perchè sia pronto ad addormentarsi.
  • Vedere la televisione o i film a letto. Anche se può essere piacevole per molti, questa abitudine influisce negativamente sul risposo. A seconda del programma che state guardando, il cervello si manterrà attivo. Infatti, gli stimoli visivi e uditivi provocano uno stato di eccitazione dell’organismo.
  • Utilizzare il cellulare. Così come detto poc’anzi, anche il cellulare ha effetti negativi sul sonno. Funge da stimolante e non permette che il cervello si rilassi. Inoltre, la luminosità dello schermo nell’oscurità della propria camera, è un contrasto dannoso per gli occhi.
  • Problemi e stress. È vero che oggigiorno sono troppi i problemi quotidiani che ognuno di noi deve affrontare: i figli, l’educazione, la stabilità lavorativa, l’economia di casa, sono un tema su cui vale la pena riflettere.
  • Pensare in ogni istante della giornata a trovare soluzioni, impedisce di chiudere gli occhi e di rilassarsi. Allo stesso modo, le situazioni stressanti causano contratture muscolari dolorose e fastidiose.
  • Il consumo di caffeina e di zuccheri. Alcuni prodotti, oltre al caffè in sè, contengono questo ingrediente che mantiene chi ne assume in uno stato di allerta. Caffè, tè, bevande gasate e cioccolato sono nemici del sonno.

Faccio fatica ad addormentarmi: attività fisica, un buon libro e niente alcolici

  • Esercizi notturni. È vero che fare attività fisica può generare stanchezza in chi la pratica, ma ricordiamo che la stanchezza non è direttamente associata al sonno.
  • A tutti coloro che si chiedono “perché faccio fatica ad addormentarmi”, consigliamo di fare attività fisica al mattino. Se la farete poco prima di andare a dormire invece, il corpo sarà ancora carico di energia.
  • Alcolici in eccesso. Questo tipo di bevanda colpisce l’organismo nella sua totalità. Può anche darsi che inizialmente il soggetto riesca a dormire, ma non dormirà davvero bene e al momento di iniziare la giornata, le conseguenze saranno peggiori di quelle che scaturiscono dalla mancanza di sonno.
  • Disordine dell’ambiente in cui dormiamo. È necessario che l’ambiente sia adatto a un sonno ristoratore. Perchè il corpo si rilassi del tutto, tutti i sensi devono trovare pace.
  • Un letto comodo e lenzuola morbide al tatto sono indispensabili. L’oscurità fa sì che la vista non trovi modo di distrarsi e che quindi gli occhi si chiudano. Anche l’olfatto conta e viene stimolato dai cattivi odori o dagli ambienti in cui l’odore è pesante; stessa cosa vale per l’udito: per riposare bene, si ha bisogno di silenzio.
  • La lettura riflessiva o analitica. Anche se leggere prima di andare a dormire può essere  una buona abitudine, bisogna essere consapevoli di cosa sia meglio leggere. Le letture che stimolano la riflessione o l’analisi mantengono attivo il cervello.
  • La postura corporea. Così come ci sono i consigli per una corretta postura da mantenere mentre si lavora in ufficio, bisogna scegliere anche una postura corretta per dormire. A volte può succedere che per motivi esterni, per dolori, o a causa di lesioni, non si possa mantenere la posizione più adatta. Bisogna scegliere una postura e mantenerla fino a quando non subentra il sonno. Iniziare a girarsi e rigirarsi nel letto provoca nervosismo.

Come mi comporto se faccio fatica ad addormentarmi?

Chi soffre di disturbi del sonno con una certa frequenza dovrebbe cercare di individuare la vera causa e di trovare una soluzione; ad esempio, rivolgendosi a un medico, se necessario, o apprendendo delle tecniche di rilassamento.

Bisogna sempre ricordare che il momento del riposo deve essere piacevole e come tale bisogna prepararsi un bel po’ in anticipo prima di andare a dormire.

Guarda anche