Gli effetti del consumo di alcol sull’organismo

· 29 agosto 2018
Il consumo di alcol ha una quantità enorme di effetti negativi sul nostro corpo. Scoprirli vi farà passare per sempre la voglia di bere troppo.

Sono molti gli effetti indesiderati sul corpo provocati dal consumo di alcol; per non parlare del fatto che dobbiamo considerare la quantità ingerita e le circostanze, dato che più ne consumiamo peggio è e visto che il consumo di alcol a stomaco pieno ha ripercussioni meno gravi di quello a stomaco vuoto.

Andiamo a vedere, in questo articolo, quali sono gli effetti indesiderati di questa sostanza sull’organismo.

Fasi degli effetti del consumo di alcol sull’organismo

Con questo elenco vi parleremo dei possibili effetti dell’alcol sulla base delle quantità consumate.

  1. Il primo effetto, è quello di sentirsi sovreccitati, euforici e privi di freni inibitori.
  2. Il secondo si verifica quando inizia l’intossicazione dovuta al consumo di alcol; questo effetto colpisce il sistema nervoso e, di conseguenza, si perde la capacità di coordinazione dei movimenti nonché l’equilibrio.
  3. Il terzo effetto è quello della fase ipnotica; essa genera confusione, sonno, nausea, vomito e persino mal di testa.
  4. La quarta fase è quella dell’anestesia e consiste nel dire parole che non hanno “un filo logico”, nel perdere forza muscolare e nel non controllare lo stimolo a urinare.
  5. La quinta è la fase più critica, dato che può portare a un arresto cardiaco e alla morte.
Giovani che bevono in compagnia

Effetti del consumo di alcol sull’organismo

Molti degli effetti che il consumo di alcol provoca sull’organismo non sono immediati, ma compaiono, piuttosto, a lungo termine:

  • Colpisce il sistema nervoso, provocando sbalzi di umore, pronuncia errata delle parole, reazioni più lente del normale e perdita dell’equilibrio.
  • Può alterare l’azione dei neurotrasmettitori, modificandone la strutture e il funzionamento. Ciò produce una serie di effetti, come la capacità di reazione, i riflessi rallentati, la perdita di capacità di coordinazione dei movimenti, tremori e allucinazioni; perdita dell’autocontrollo, della memoria, della capacità di concentrarsi e di compiere le normali funzioni motorie.
  • Causa gravi danni alle cellule cerebrali.
  • Riduce anche la quantità di vitamina B1 nel corpo, il che rende reale il rischio di soffrire della malattia di Wernicke-Korsakoff, una malattia che altera i sentimenti, i pensieri e la memoria.
  • Produce disturbi del sonno.
  • Se consumato in dosi molto elevate, può persino indurre lo stato di coma, che provoca danni mentali molto seri.
  • In alcuni casi si presentano periodi di anemia e il ritmo cardiaco aumenta.
  • Può anche aumentare la pressione sanguigna o arteriosa, provocando danni al muscolo cardiaco.
Giovane a un colloquio di lavoro

  • Ricollegandoci al punto precedente, quando il muscolo cardiaco è debilitato, ne risente la sua capacità di pompare sangue.
  • Tutti i disturbi gastrici conseguenti sono dovuti al fatto che l’etanolo corrode e irrita la mucosa gastrica, provocando bruciore allo stomaco.
  • Impedisce la produzione di globuli bianchi e di globuli rossi.
  • Nei casi in cui non ci siano globuli rossi a sufficienza (indispensabili per il trasporto dell’ossigeno) si produce anemia magaloblastica.
  • La carenza di globuli bianchi produce una falla del sistema immunologico, che aumenta il rischio di contrarre infezioni batteriche e virali.
  • Può essere causa di infertilità e di disfunzione erettile.
  • Il consumo di alcol in gravidanza può provocare nel feto la sindrome alcolica fetale, con sintomi quali ritardo nella crescita, alterazione dei tratti cranio-facciali, malformazioni cardiache, epatiche, renali e oculari.
Alcol in gravidanza

  • Il danno più grave, in gravidanza, si ripercuote sul sistema nervoso centrale del feto, in cui può prodursi un grave ritardo mentale.
  • L’alcol genera anche i sintomi della dipendenza alcolica (o alcolismo), chiamata così dal consumo incontrollato di alcol.
  • L’alcol aumenta la produzione di succhi gastrici, il che provoca irritazione e infiammazione delle pareti dello stomaco, generando ulcere e possibili emorragie interne che possono risultare fatali.
  • Può anche provocare il cancro allo stomaco, alla laringe, all’esofago o al pancreas.
  • Si produce pancreatite acuta, che consiste in una infiammazione del pancreas che può arrivare a provocare la morte.
  • L’alcol apporta una grande quantità di calorie pur contenendo un bassissimo valore nutritivo; impedisce l’assorbimento di alcuni minerali e vitamine, azzera l’appetito, causando malnutrizione.

Ci sono molte malattie provocate dal consumo di alcol, e in questa sede ne abbiamo citate diverse per dimostrare l’importanza di non assumere alcol senza darsi un limite, in modo da evitare di danneggiare gravemente la propria salute.