Perché dovreste allenare il pavimento pelvico durante la gravidanza

· 31 Ottobre 2018
Durante il periodo della gravidanza il pavimento pelvico è indebolito, tra le altre cose, dai cambiamenti ormonali che soffriamo, motivo per cui è molto importante allenarlo nei mesi prima del parto

Il pavimento pelvico è un insieme di muscoli e legamenti che chiudono la cavità addominale nella sua parte inferiore.

La funzione del pavimento pelvico è quella di sostenere gli organi pelvici (vescica e uretra, utero e vagina e retto) nella posizione corretta, ed è quindi importantissimo per la salute.

Funzioni del pavimento pelvico

  • Funzione di continenza: il pavimento pelvico controlla gli sfinteri, quindi avere un pavimento pelvico forte ci aiuterà a controllare la minzione e la defecazione.
  • Funzione sessuale: avere dei muscoli perineali tonici migliora la qualità delle relazioni sessuali.
  • Funzione riproduttiva: il perineo è l’ultimo ostacolo che deve superare la testa del bambino, aiuta la testa a ruotare e produce una contrazione riflessa nell’utero che provoca la spinta nelle donne incinte durante il parto.
  • Funzione di sostegno: il perineo sostiene la vescica, l’utero, la vagina e il retto, motivo per il quale rafforzarlo è così importante (se inoltre siete anche incinte, a questi si deve aggiungere il peso del feto, quindi allenare  il pavimento pelvico durante la gravidanza è molto importante).
Esercizio per allenare il pavimento pelvico durante la gravidanza.

Esercizi per rafforzare il pavimento pelvico

Gli esercizi di Kegel consistono nella contrazione dei muscoli che formano parte del pavimento pelvico per allenarlo durante la gravidanza o in qualsiasi momento della vostra vita.

Uno degli esercizi da eseguire è quello di contrarre i muscoli quando si va in bagno per urinare e cercare di interrompere il flusso di urina volontariamente.

Ci sono diversi esercizi di Kegel che potete eseguire, come:

  • Il lento: contrarre i muscoli del pavimento pelvico per cinque secondi, mentre respirate lentamente, e poi rilasciare e rilassare per altri cinque secondi. Ripetere per 10 volte.
  • Il rapido: contrarre e rilassare i muscoli più velocemente possibile, per due o tre minuti. Iniziare con 10 ripetizioni e aumentarle gradualmente fino a 50 ripetizioni al giorno.
  • L’ascensore: si tratta di contrarre lentamente i muscoli, immaginando il movimento di un ascensore che sale lentamente e si ferma per alcuni secondi a ogni piano.
  • L’onda: si fa dapprima contraendo i muscoli attorno all’uretra e poi quelli dell’area anale, rilassandoli di nuovo in avanti.

Questi esercizi per rafforzare il pavimento pelvico possono essere eseguiti praticamente in qualsiasi momento e luogo, poiché dall’esterno nessuno può notare cosa state facendo. Si consiglia di praticarli il maggior numero possibile di volte ogni giorno.

Lavora il pavimento pelvico durante la gravidanza.

Vantaggi dell’allenamento del pavimento pelvico durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il feto cresce e l’utero ha bisogno di ingrandirsi per sostenerlo. Quindi la vescica deve sopportare una pressione maggiore, il che porta a problemi di incontinenza. Quindi, se si allena il pavimento pelvico durante la gravidanza, si diminuisce il continuo bisogno di andare in bagno.

D’altra parte, alle donne incinte si raccomanda di allenare e rafforzare il pavimento pelvico perché è un muscolo importantissimo che le aiuterà durante il parto e ridurrà significativamente le possibilità di una lacerazione durante il parto.

Un altro motivo importante per eseguire gli esercizi in questione è che si ritiene che consentiranno alla donna di recuperare molto meglio nel periodo post-partum anche in termini di relazioni sessuali.

Esattamente serviranno a tonificare i muscoli vaginali e ciò permetterà alle donne di tornare a godersi il ​​sesso il prima possibile dopo il parto. Inoltre, questa pratica può anche aiutare ad aumentare il piacere sessuale.

Cambiamenti nel corpo durante la gravidanza.

È anche importante sapere che esercitare quell’area è un ottimo modo per assicurarsi che la donna non possa soffrire di incontinenza durante il periodo post-partum. In questo modo potrete evitare di avere perdite di urina con gesti semplici e abituali come un colpo di tosse o una risata, per esempio.

Né dovremmo dimenticare che è considerata una buona pratica per le donne incinte per far fronte in generale all’aumento di peso che hanno vissuto con la gravidanza.

  • Grape, H. H., Dedering, Å., & Jonasson, A. F. (2009). Retest reliability of surface electromyography on the pelvic floor muscles. Neurourology and Urodynamics. https://doi.org/10.1002/nau.20648