La capacità psicomotoria nella danza

26 Maggio 2019
La psicomotricità è uno dei fattori che determinano i processi mente-corpo. Essa gioca un ruolo vitale nella danza, dal momento che il ballerino deve gestire la mente in funzione del corpo e, a sua volta, essere consapevole del suo ambiente e di come si sviluppa in esso.

Una ballerina che balla al ritmo della musica e trasmette un sentimento attraverso la danza è sempre molto emozionante da vedere. I ballerini sul palco eseguono i movimenti con apparente semplicità, ma in realtà i passi di danza sono piuttosto impegnativi e richiedono un sacco di lavoro fisico e mentale. In questo articolo, parleremo della capacità psicomotoria nella danza.

I ballerini devono sviluppare un’abilità che mantenga i movimenti connessi con tecnica, musica e sentimenti. Si tratta della capacità psicomotoria nella danza. Il termine “psico” si riferisce all’anima o all’attività mentale e “motore” alla capacità motoria. Quindi, la capacità psicomotoria è la disciplina che gestisce l’interazione tra conoscenza, movimento ed emozione.

Movimento ed emozione

Le nostre reazioni e movimenti sono prodotti dagli ordini forniti dal cervello. Il processo di impulso e risposta è costituito da diversi elementi. Tuttavia, ciò su cui vogliamo concentrarci ora è il modo in cui la capacità psicomotoria consente un migliore controllo degli impulsi e dei movimenti emotivi. Le abilità psicomotorie possono essere divise in tre tipi:

  • Cognitive: attenzione, concentrazione, memoria e creatività.
  • Motorie: padroneggiare il movimento del corpo.
  • Sociali: relazionarsi con l’ambiente e affrontare le situazioni.
Zumba

Questi fattori possono essere sviluppati separatamente e la capacità psicomotoria è data dall’unione di tutti questi elementi. Inoltre, non ci sono limiti di età per migliorare questa abilità. Tuttavia, durante l’infanzia si possono sfruttare al meglio le stimolanti capacità psicomotorie. Questo è il motivo per cui le persone che praticano uno sport o suonano uno strumento fin dalla tenera età, di solito hanno un migliore controllo psicomotorio.

La capacità psicomotoria nella danza

La danza è un’arte che consiste nella creazione di movimenti al ritmo della musica. È un mezzo espressivo in cui vengono raccontante delle storie e vengono trasmesse delle emozioni.

L’ex ballerina e coreografa Martha Graham una volta disse che “la danza è il linguaggio segreto dell’anima”. Questa frase molto poetica spiega perfettamente la capacità psicomotoria nella danza.

La capacità psicomotoria nella danza è assolutamente essenziale. Si tratta della fusione di abilità che si completano a vicenda. Cioè, per ballare bisogna avere una buona capacità psicomotoria, e per avere una buona abilità psicomotoria bisogna anche saper ballare. Quindi entrambe le parti si sviluppano beneficiando l’una dell’altra.

Perché la danza è ideale per la capacità psicomotoria?

Per le persone ordinarie, cercare di realizzare un ballo al ritmo della musica può essere molto complicato. Questo perché non hanno lo stesso livello di controllo del corpo e il senso dello spazio di un ballerino. Certamente, i ballerini devono lavorare molto duramente e per molto tempo per mettere a punto il controllo del loro corpo e stabilire una connessione con la loro mente per ballare.

Benefici della danza

Fondamentalmente, ciò che la danza fa nello sviluppo psicomotorio è coinvolgere tutto il nostro corpo. Un ballerino durante l’allenamento deve essere consapevole del fatto che deve controllare il proprio corpo dalla testa ai piedi, ricordare la coreografia, trasmettere emozioni ed esibirsi sul palco con facilità. Pertanto, la danza è l’opzione migliore per sviluppare le abilità psicomotorie:

  • Riflessi: reagire rapidamente e in modo intelligente agli stimoli.
  • Equilibrio: rimanere stabile nella posizione in cui ci si trova.
  • Ritmo: effettuare i movimenti con la frequenza e il tempo corretti.
  • Respirazione e rilassamento: imparare a controllare la respirazione quando serve. Inoltre, imparare a rilassare i muscoli del corpo separatamente e volontariamente.
  • Conoscenza del corpo: il corpo è lo strumento per l’arte della danza, per cui bisogna essere consapevoli delle parti che lo compongono.
  • Motricità: controllo e coordinamento del corpo.
  • Propriocezione: sentire la posizione dei muscoli e degli arti senza doverli guardare.
  • Interocezione: recettori che inviano informazioni al cervello in relazione con l’interno del corpo.
  • Creatività ed espressività: capacità di creare ed esprimere se stessi in base a ciò che sentite e pensate.

La danza è una disciplina molto bella che porta molti benefici. Le altre discipline come lo sport o la musica svolgono anch’essi un ruolo molto importante nello sviluppo della capacità psicomotoria. Tuttavia, la danza comporta un processo più complesso che lo rende molto più efficace, oltre a stimolare il cervello a sviluppare l’intelligenza. Come direbbe Pina Bausch «Ballate, ballate, altrimenti siete perduti».