Quanto possono durare i cibi in frigo?

· 29 Maggio 2019
Sapere quanto tempo possono durare i cibi in frigo vi permetterà di evitare spiacevoli inconvenienti. In questo articolo vi diremo tutto ciò che c'è da sapere in proposito.

È importante essere consapevoli che i cibi hanno diversi tassi di deterioramento e che ci sono molti fattori che influenzano la conservazione del cibo all’interno del frigorifero. Prima di tutto, bisogna sapere che ciò che realmente fa andare male il cibo è la riproduzione dei batteri. A questo proposito, una domanda piuttosto comune è: quanto possono durare i cibi in frigo?

Anche quando il cibo viene cotto a temperature elevate, i batteri non vengono mai completamente eliminati. La quantità di batteri che rimane nel cibo continuerà a moltiplicarsi con il passare del tempo.

Certamente, i batteri che sono più dannosi tendono a crescere maggiormente nei cibi ricchi di proteine ​​rispetto agli alimenti zuccherati. Allo stesso modo, i batteri si sviluppano più velocemente in ambienti umidi, quindi il cibo secco ha la capacità di mantenersi più a lungo rispetto a quello umido.

Ad ogni modo, vale la pena ricordare che il cibo che viene tenuto fuori dal frigorifero a temperatura ambiente per più di 2 ore dovrebbe essere scartato, poiché i batteri si moltiplicano molto rapidamente a temperatura ambiente. Quanto possono durare i cibi in frigo?

Scadenza cibo
Quanto possono durare i cibi cotti in frigo?

Alcuni alimenti dovrebbero essere conservati in frigorifero per aiutare a ridurre la crescita di germi e mantenerli freschi e sicuri più a lungo. Una volta che il cibo è stato cotto, non può rimanere a temperatura ambiente per più di due ore prima di essere introdotto in frigorifero, per rallentare la crescita dei batteri.

Gli avanzi devono essere consumati entro 3 o 4 giorni, a seconda del tipo di cibo, dal momento che i batteri possono ancora crescere, anche in frigorifero.

Se avete difficoltà a ricordare per quanto tempo un piatto è stato nel frigorifero, vi consigliamo di etichettare i piatti con la data in cui sono stati cucinati per aiutarvi a tenere il conto. Inoltre, se pensate che non riuscirete a mangiare il cibo entro 3 o 4 giorni, è meglio metterlo in congelatore.

Abbiamo preparato una lista, in modo da riassumere quanto possono durare i cibi in frigo:

  • Formaggio a pasta dura: 6 mesi.
  • Burro: da 1 a 3 mesi.
  • Olive: 1 mese.
  • Uova fresche: da 3 a 5 settimane.
  • Formaggi a pasta molle non aperti: da 3 a 4 settimane.
  • Formaggio a pasta molle: da 1 a 2 settimane.
  • Uova sode: 1 settimana.
  • Maiale: 5 giorni.
  • Insalate: da 3 a 5 giorni.
  • Frutta e verdura: da 3 a 4 giorni.
  • Filetti arrostiti: da 3 a 4 giorni.
  • Pesce: da 3 a 4 giorni.
  • Carne: da 3 a 4 giorni.
  • Pollo cotto: da 3 a 4 giorni.
  • Purè di patate: da 3 a 4 giorni.
  • Zuppe e stufati: da 2 a 4 giorni.
  • Brodo di carne: da 1 a 2 giorni.

Cibo frigorifero
Suggerimenti

L’intossicazione alimentare e gli agenti patogeni di origine alimentare come la listeria o la salmonella sono rischi reali, ma sapere quanto tempo può passare per consumare un alimento e quando buttare il cibo può essere complicato. Pertanto, è necessario tenere in considerazione i seguenti suggerimenti:

1. Quando avete dei dubbi, non mangiatelo

Per prima cosa, raccomandiamo che se si perde il conto di quanto tempo il cibo è rimasto nel frigorifero, è meglio non rischiare di mangiarlo. È sempre meglio buttare il cibo piuttosto che farsi venire un’indigestione. Come abbiamo detto prima, etichettare e posizionare la data è una buona idea per classificare il cibo e ricordare a quando risale.

2. Conservare il cibo in modo saggio

Per una migliore conservazione, è consigliabile distribuire gli avanzi caldi in porzioni più piccole. Quindi metterli in piatti poco profondi in modo tale da farli raffreddare rapidamente. Inoltre, si consiglia di scegliere contenitori resistenti in modo per realizzare una conservazione degli alimenti assicuri pulita e in buone condizioni. La scelta di tuppers è l’opzione migliore.

3. Non lasciare i piatti a temperatura ambiente per lungo tempo

Infine, tenete presente che gli alimenti che rimangono in frigo troppo a lungo possono iniziare a far crescere batteri dannosi, quindi è meglio congelarli il prima possibile. L’ideale sarebbe provare a mettere il cibo in frigorifero entro 2 ore dopo la cottura.

Infine, si consiglia di lasciare la porta del frigorifero sempre chiusa per mantenere la temperatura fredda. Non provare mai gli alimenti per determinare se si possono mangiare ancora o meno. Non è possibile fare affidamento sull’aspetto o l’odore per determinare se il cibo è in buone condizioni.

Inoltre, è importante tenere a mente come ci si sente dopo aver mangiato il cibo dal frigorifero e possibilmente cercare di capire se gli eventuali lievi sintomi fisici che possono apparire sono quelli di un’ingestione.