Pesto di cavolfiore: ricetta e proprietà

· 9 novembre 2018
Il cavolfiore è un ingrediente sano e che possiamo cucinare in mille modi. Ad esempio, possiamo preparare un pesto di cavolfiore per dare risalto ai nostri piatti preferiti

Una volta assaggiato un buon pesto di cavolfiore, di sicuro non avrete più pregiudizi rispetto a questo tipo di verdura. In realtà, molte persone rifiutano di mangiare cavolfiori a causa dello sgradevole odore che emettono durante la cottura.

Non c’è niente di più facile di evitare che questo odore invada la vostra cucina, mentre preparate il pesto di cavolfiore: basta aggiungere un gambo di sedano, un goccio di latte, un po’ di aceto o del limone all’acqua della cottura e avrete neutralizzato l’odore.

Perché includere i cavolfiori nella dieta?

Uno sguardo veloce alle proprietà nutrizionali del cavolfiore vi farà capire perché dovreste integrare questo ingrediente alla dieta. Medici e biologi nutrizionisti consigliano di prevedere questa specie di cavolo nella dieta quotidiana di grandi e piccini.

Pesto di cavolfiore

Si tratta, infatti, di una valida fonte di vitamine del gruppo B (B1, B2, B3 e acido folico), ma non solo. In particolare, una porzione di cavolfiori contiene l’80% del fabbisogno raccomandato di vitamina C. Apporta anche vitamina K e proteine; ed è, inoltre, ricca di minerali indispensabili per l’organismo, quali magnesio, fosforo, potassio, calcio e manganese.

È scientificamente provato che il cavolfiore rinforza l’organismo e che consumare questa verdura migliora il nostro benessere. In cosa, esattamente, migliora lo stato di salute di chi mangia il cavolfiore?

  • La salute cardiovascolare: soprattutto grazie alla vitamina K, che stimola la circolazione sanguigna.
  • Disturbi dello stomaco. Il contenuto di fibre di questo alimento contribuisce alla buona digestione.
  • Ritarda l’invecchiamento, dato che possiede un contenuto notevole di antiossidanti.
  • Rinforza la pelle e la protegge dagli effetti nocivi dei raggi ultravioletti.
  • Abbassa i livelli di colesterolo. Il suo contenuto di omega 3 e acidi grassi aiuta a ridurre il colesterolo cattivo.
  • Stimola l’attività cerebrale; infatti apporta fosforo, un fattore importante per il funzionamento del cervello e del sistema nervoso in generale.
  • Aiuta a tenere sotto controllo il diabete, dato che la vitamina C e il potassio regolano il glucosio nel sangue.

Non c’è dubbio alcun dubbio su quanto sia importante includere i cavolfiori nella nostra alimentazione. Il punto è trovare il modo per renderli appetitosi, per fare in modo che mangiarli non sia un obbligo bensì un piacere.

Il pesto di cavolfiore

Di solito quando pensiamo ai cavolfiori, tendiamo a immaginarli bolliti e sconditi, quasi al naturale. Nel nostro immaginario vediamo i rametti di questa verdura separati dal fiore, come fossero parte di un’insalata. L’idea di masticare questo vegetale presentato in questo modo può risultare sgradevole.

Quando si tratta di bambini, la cosa si complica ulteriormente. I bambini, infatti, non sono esperti di alimentazione sana; a loro interessa solo che il piatto sia gustoso e che si presenti bene. Il cavolfiore, da parte sua, non risulta appetitoso.

Tuttavia, esistono modi per nascondere il cavolo e per far sì che tutti lo mangino senza notare la sua presenza. Il pesto di cavolfiore, ad esempio, è un modo per mangiare questa verdura senza che si veda.

Ricetta per il pesto di cavolfiore

Il pesto di cavolfiore che stiamo per presentarvi ha una consistenza particolarmente cremosa. Questo lo rende accettabile un po’ da tutti, dato che non si nota la presenza della verdura.

Cavolfiori interi

Ingredienti:

  • 1 cavolfiore
  • 1 cipolla
  • 2 o 3 spicchi d’aglio
  • Latte o brodo (q.b.)
  • 1/2 tazza di formaggio grattugiato
  • Olio d’oliva
  • Sale e pepe (q.b.)

Preparazione:

  • Lavare il cavolfiore ed eliminare il tronco centrale.
  • Separare i rami.
  • Bollite in acqua per 10 minuti.
  • Frullate.
  • Tagliate la cipolla e l’aglio e saltate in una padella con un filo di olio.
  • Aggiungete la cipolla e l’aglio al cavolfiore frullato.
  • Aggiungete del latte o del brodo, fino a ottenere la consistenza desiderata.
  • Mescolate con del formaggio grattugiato.
  • Condite con sale e pepe a piacimento.

Il pesto è pronto!

Piatti a base di pesto di cavolfiore

È interessante abbinare il pesto di cavolfiore con i cibi che preferiamo. In questo modo, daremo un tocco nuovo ai sapori di sempre e daremo un apporto nutrizionale eccellente al nostro organismo.

Ecco alcune idee:

  • Si tratta di un pesto ideale per condire la pasta; non dimenticate, infatti, la versatilità della pasta, che si sposa con qualunque ingrediente.
  • Salsa da accompagnamento per la carne. Una fetta di carne di vitello, di maiale o di pollo alla piastra avrà una marcia in più grazie a questo pesto.
  • Si sposa molto bene con il petto di pollo, per farcire le lasagne o una moussakà.

La creatività è sempre una buona alleata. Apportare leggere modifiche alla ricetta per il pesto di cavolfiore, aggiungendo altri ingredienti permette di elaborarla a seconda dei gusti personali.