Sindrome del piramidale: quali sono le cause?

· 10 Marzo 2019
Il dolore alla coscia e alla natica poò essere sintomo della sindrome del piramidale. Senza dubbio, si tratta di un disturbo da non sottovalutare.

Conosciuta anche come “sindrome del piriforme”, la sindrome del piramidale è causata dal punto di innesco o dalla compressione del nervo sciatico. Il dolore, il formicolio e l’intorpidimento ne sono i principali sintomi.

Scoprite di più su questa condizione nel seguente articolo.

Cosa è la sindrome del piramidale?

Prima di tutto, dobbiamo parlare del muscolo piramidale, che è piatto e a forma di piramide (da qui il nome). Esso è connesso alla regione glutea, la parte anteriore dell’osso sacro e con l’incisura ischiatica. Il grande nervo sciatico è profondamente saldo al piramidale, visto che lo attraversa completamente.

Questa sindrome si manifesta quando il nervo sciatico si comprime o schiaccia attraverso il muscolo piriforme. Una delle cause principali è la lesione del muscolo gluteo, ma può manifestarsi anche in caso di anomalie anatomiche nella struttura di questo muscolo, infortuni da soprallenamento o sforzi.

Inoltre, è stato confermato che la sindrome del piramidale ha origine dall’ipotrofia o riduzione del volume muscolare. Questo si verifica quando una persona soffre di un disturbo o esegue esercizi troppo intensi per perdere peso.

Persino chi esegue sollevamento pesi può soffire di sindrome del piramidale, e questo a causa dell’aumento del volume dei muscoli che circondano il piramidale e che esercitano una pressione maggiore su questa parte del corpo.

Inoltre, determinate anomalie come la presenza di masse tumorali, di aneurisma dell’arteria glutea inferiore o le anomalie del nervo sciatico, possono contribuire a comprimere il nervo contro il muscolo e a scatenare questa sindrome.

Quali sono i sintomi della sindrome del piramidale?

I segnali che ci avvisano della comparsa della sindrome del piramidale iniziano come un leggero formicolio o intorpidimento della natica e della coscia superiore posteriore. Quindi, questi disturbi si trasformano in dolore che si espande alla coscia inferiore o alla parte più bassa della gamba.

sindrome del piramidale

Possono anche manifestarsi dolori alla parte superiore del piede – il collo del piede – o al bacino, a causa del fatto che il soggetto camminerà zoppicando o con la schiena incurvata. Inoltre, si può manifestare con debolezza della gamba interessata e formicolio o sensazione di bruciore.

Per i suoi sintomi, la sindrome del piramidale o del piriforme può essere confusa con altre patologie associate al nervo sciatico.

Esiste un trattamento per la sindrome del piramidale?

In molti casi, questa sindrome viene diagnosticata dopo aver scartato altre patologie, tra cui la stenosi spinale lombare, la patologia discale lombare o altro tipo di problema pelvico, visto che i sintomi sono simili.

La diagnosi molto spesso è difficile da fare, sebbene negli ultimi tempi sia stato dato inizio a uno studio chiamato “risonanza magnetica nucleare”, che è solitamento abbastanza preciso. Un’altra opzione può essere una neurografia per risonanza magnetica, che esplora i nervi periferici e visualizza il loro stato generale.

Il trattamento della sindrome piramidale può prevedere riposo, assunzione di farmaci antinfiammatori non stroidei o rilassanti muscolari e fisioterapia. Tra i principali metodi, troviamo gli esercizi di cinesiterapia passiva, allungamento attivo del muscolo e il rilassamento posisometrico. Si consiglia anche ai pazienti di fare nuoto o terapie con acqua per migliorare il quadro.

Altri trattamenti

Oltre ai precedenti metodi, esistono alcuni esercizi da fare in casa, tra cui allungamenti profondi delle cosce e dei glutei prima di alzarsi dal letto. I massaggi eseguiti da un professionista possono aiutare anch’essi.

Se fa molto male, la persona può posizionarsi con lo sguardo all’insù e posizionare una palla da tennis o da ping pong sulla natica dolorante. Quindi, bisogna sfruttare il peso del corpo per muovere la palla avanti e indietro, oltre che lateralmente.

dolori lombari

Un altro metodo per alleviare il dolore è applicare una borsa di acqua calda sulla parte interessata, o prendere un analgesico.

In alcuni casi più gravi, il medico può prescrivere punture di tossina botulinica o di corticosteroidi, allo scopo di ridurre gli spasmi muscolari della parte interessata. L’intervento chirurgico viene scelto in un’ultima analisi e nel caso in cui nessuna opzioni precedenti abbia dato risultati.

La sindrome del piramidale è una contrattura più comune di quanto non pensiamo; visto che colpisce il nervo sciatico, non può essere trascurato. Dinnanzi a qualunque dolore, formicolio o intorpidimento della gamba, della coscia o del gluteo, è bene consultare un medico e sottoporsi agli esami prescritti.

  • Gutiérrez Mendoza, I., López Almejo, L., Clifton Correa, J. F., & Navarro Becerra, E. (2014). Síndrome del piramidal (piriforme). Medigraphic.
  • Mendoza, I., Almejo, L., Correa, J., & Becerra, E. (2014). Síndrome del piramidal. Orthotips10(2), 85–92. https://doi.org/10.1016/j.jembe.2017.02.007