Esercizi con la powerball per la spalla

· 21 Febbraio 2019
Se volete rinforzare la parte superiore del corpo, ecco per voi una serie di esercizi che potrete fare con la powerball per la spalla, dove e quando volete

La powerball è uno strumento ancora poco conosciuto, ma che potrà diventare un grande alleato della fisioterapia. Ha le dimensioni di una palla da tennis e si basa su principi fisici elementari che consentono di allenare e curare varie parti del corpo. In questo articolo ci dedicheremo a mostrarvi alcuni esercizi da fare con la powerball per la spalla.

Se ancora non sapete cosa sia una “powerball”, inizieremo con una breve introduzione per aiutarvi a capire meglio caratteristiche e scopi di questo straordinario accessorio. Fondamentalmente, è una sfera di medie dimensioni, come una pallina da golf o una palla da tennis.

Dentro, ha un giroscopio; cioè, un elemento interno che ruota sul proprio asse e che contrasterà la forza creata da chi usa la powerball.

Funziona così: tenete la powerball mentre girate nella stessa direzione, con una velocità crescente. Il rotore aumenterà il ​​numero di giri e verrà emesso un fischio acuto.

I produttori di questo oggetto, paragonano il funzionamento della powerball a quello dei cubetti di ghiaccio all’interno di un bicchiere. Inoltre garantiscono che, realizzando questi movimenti, si è in grado di esercitare una contro-forza di un massimo di 16 chilogrammi. Questo peso è quello che permetterà di agire sui muscoli e creare benefici per il recupero di un determinato problema.

Ma vediamo ora, in che modo è possibile usare la powerball per la spalla.

A cosa serve la powerball?

Principalmente, questo prodotto serve ad esercitare i muscoli di tutto il corpo in modo semplice e pratico. Quest’ultimo è un aspetto da non sottovalutare: potrete portare la powerball sempre con voi, ovunque.

I gruppi muscolari che potete allenare con la powerball, sono:

  • Mani (polsi e dita).
  • Avambracci.
  • Bicipite.
  • Tricipiti.
  • Spalle.

Lavorando con questa speciale pallina, potrete allenare la forza di questi muscoli, sviluppare la resistenza e ottenere una migliore definizione. Anche se, all’inizio, non sarà facile riuscire a capire come funziona e a padroneggiare i movimenti, in poco tempo sarete in grado di manovrare con destrezza e approfittare dei suoi innumerevoli vantaggi.

Oltre a favorire la pratica sportiva di alcune discipline, la powerball è fondamentale nella prevenzione degli infortuni. Tra le più frequenti che possono essere evitate, sono la sindrome del tunnel carpale e il gomito del tennista.

Funzionamento della powerball

Esercizi con la powerball per la spalla

Usando la powerball per la spalla potrete intervenire su diverse problematiche e allenare ciò che vi interessa di più. Di seguito, vi illustreremo quattro esercizi da eseguire con l’ausilio di questo strumento innovativo:

Esercizio n. 1

Allungato lateralmente il vostro braccio, tenendolo all’altezza della spalla, mentre il rotore inizia ad attivarsi. Disegnate un cerchio di piccole o medie dimensioni, tenendo la powerball nella mano. Oltre a far lavorare le spalle, questo esercizio sarà utile anche per rinforzare la zona cervicale e per l’intera area della cintura scapolare.

Naturalmente, come nel resto degli esercizi qui descritti, l’aumento della velocità di rotazione, dovrà essere progressivo.

Mentre effettuate le rotazioni, cercate di percepire lo sforzo compiuto dal corpo quando lo lavora, in modo che possiate regolare l’allenamento in maniera ottimale. Un altro vantaggio della powerball è che favorisce una maggiore sensibilità nel controllo del corpo.

Esercizio n. 2

Il secondo esercizio con la powerball per la spalla servirà nel funzionamento degli estensori della spalla. Per questo motivo, è particolarmente indicato per discipline sportive come il tennis o il paddle tennis.

Per eseguire correttamente l’esercizio, dovrete iniziare a girare la powerball con il braccio rilassato, fermo, con le mani all’altezza dei fianchi. Appena la palla inizia a prendere velocità, spostate leggermente il braccio all’indietro. Dovreste notare subito il lavoro della spalla.

Lo sforzo non dovrebbe essere massimale. Per poter far lavorare adeguatamente la vostra spalla, vi consigliamo di portare indietro il polso oltre la linea dei glutei. Cercate di non arrivare a questo subito, rapidamente, ma sfruttando un movimento che dovrà essere lento e graduale.

Esercizio n. 3

Questo esercizio mira a rafforzare i rotatori esterni e i deltoidi. Per farlo, iniziate a girare la palla con il braccio flesso a 90°. La vostra mano dovrebbe essere rivolta in avanti.

Quindi, appena inizia ad aumentare la resistenza, portate il braccio verso fuori (senza però muovere il gomito). Dovreste sentire un consistente sforzo da parte dei gruppi muscolari coinvolti.

Una powerball vista da vicino

Esercizio n. 4

Per eseguire l’ultimo esercizi con la powerball per la spalla, dovrete iniziare come nel primo. Ovvero, tenendo il braccio in una posizione rilassata. Quando la powerball inizierà a girare, tenendo il braccio disteso, muovetelo verso l’alto.

L’idea è completare il movimento con il braccio esteso e la pallina che gira sopra la vostra testa. Dopo alcuni secondi trascorsi in questa posizione, riprendete lentamente la posizione di partenza.

Infine, per quanto riguarda la durata del lavoro nel primo mese, è consigliabile iniziare con 3 serie da 30 secondi con 1 minuto di riposo, a giorni alterni. La settimana successiva potrete seguire la stessa routine, eseguendola però tutti i giorni.

Arrivati alla terza settimana, aumenterete i tempi: 3 serie da 60 secondi (sempre con 1 minuto di riposo a giorni alterni). La settimana dopo, come già avrete capito, ripeterete questa routine ogni giorno.

In questo modo, con un aumento graduale del carico, eviterete possibili infortuni e imparerete ad usare alla perfeziona la vostra powerball, sfruttando così tutti i suoi pratici benefici.

  • Salillas, L. G., Vela, A. M. L., & Medina, J. Á. (2014). Preventión de las tendinopatías en el deporte. Archivos de Medicina Del Deporte. Archivos de Medicina del Deporte. https://doi.org/http://dx.doi.org/10.1016/j.electacta.2015.05.023