Recupero dopo l’allenamento, ecco come farlo al meglio

· 15 Marzo 2019
Se fate sport regolarmente o fate una qualsiasi attività fisica, è necessario dare importanza ad un corretto recupero. Ecco alcuni consigli. 

Dopo una sessione d’allenamento, è normale sentirsi stanchi. Ciò è dovuto al fatto che abbiamo sottoposto il corpo a grandi sforzi, stancandoci come conseguenza. Per riottenere le energie, seguite questi consigli che vi proponiamo per un buon recupero dopo l’allenamento.

Come vedrete, si tratta di quattro passi semplici e vantaggiosi. Se li seguite, non solo il recupero sarà più rapido ed efficace, ma otterrete anche risultati migliori e benefici per la salute.

Le 4 fasi chiave per un recupero ottimale

L’attesa è finita; nei seguenti paragrafi vi spiegheremo i quattro passi da seguire per recuperare al meglio dopo un allenamento.

1. Reintegrare i liquidi

Dopo aver fatto allenamento, il corpo è ovviamente disidratato. Questo per via della grande quantità di liquidi persa come conseguenza della sudorazione.

La disidratazione è direttamente proporzionale alla durata e all’intensità dell’esercizio eseguito. Ciò vuol dire che chi fa un allenamento intenso di tipo aerobico dovrà prestare particolare attenzione alla reintegrazione dei liquidi.

Il modo migliore per recuperarli è bevendo acqua o bibite isotoniche indicate per gli sportivi. Questo tipo di bibite contiene una maggiore concentrazione di minerali e stimolano una rapida ripresa.

Se siete persone che non bevono molta acqua, potete anche provare con dei succhi naturali come quelli fatti in casa. Si preparano facilmente e, siccome sono naturali, portano grandi benefici.

Stretching post allenamento

2. Fare stretching

La prima cosa da fare dopo aver terminato un allenamento è una sessione di stretching. Bisogna tenere in considerazione che i muscoli sono stati sottoposti a grande sforzo, perciò sono tesi e hanno bisogno di rilassarsi.

Il modo migliore per farlo è stirandoli in maniera sicura e lenta. Da qui, dovrete prestare particolare attenzione ai muscoli che avete sforzato maggiormente.

Lo stretching è il modo migliore per evitare la tensione muscolare e i crampi, che molto spesso sorgono dopo un allenamento. Inoltre, rilassare i muscoli permette un recupero di migliore qualità.

Ricordate che lo stretching post-allenamento è importante quanto il riscaldamento. In effetti, non dovreste mai dimenticarla perché permette di evitare lesioni muscolari e di allenarsi in maniera più efficace.

3. Riposare

Un falso mito sul mondo dello sport è la credenza che quanto più ci si allena, migliori saranno i risultati. Non è proprio così, visto che è fondamentale rispettare i periodi di riposo e recupero. Per questo, dopo aver finito una sessione d’allenamento, bisogna lasciare al corpo il tempo per recuperare.

I periodi di riposo sono necessari per evitare sovraccarichi, tensioni e lesioni. In più, se il riposo viene tralasciato, è impossibile migliorare il rendimento e la forma fisica.

È certo che per i veri amanti dell’allenamento è difficile rimanere un giorno fermi in casa, ma bisogna sempre pensare che lo sforzo vale la pena.

4. Dieta sana per un recupero sano

Abbiamo detto più volte che dopo aver finito un allenamento il corpo si trova disidratato per la grande quantità di liquidi persa. La stessa cosa succede con i nutrienti, utilizzati dall’organismo per superare gli sforzi imposti. Per questo è fondamentale mangiare cibi sani dopo l’esercizio fisico.

Alimentazione sana per il recupero dopo l'allenamento

Se volete che lo sforzo abbia dei risultati concreti, è importante consumare cibi sani. Dopo un allenamento bisogna dare la priorità agli alimenti ricchi di proteine e carboidrati e consumarli in piccole quantità.

Per esempio, ci sono delle ricette facili e rapide che vi permetteranno di mangiare sano a pranzo o cena dopo esservi allenati.

In sintesi, l’idratazione, lo stretching, l’alimentazione ricca e il riposo sono le chiavi per garantire all’organismo un recupero ottimale. Proprio come abbiamo detto, sono 4 punti molto semplici e non costa niente rispettarli. Inoltre, sono l’unico modo per ottenere i risultati sperati.

  • Sánchez Benito, J. L. (2009). Efectos del ejercicio físico y una dieta saludable. Nutricion Clinica y Dietetica Hospitalaria29(1), 46–53. https://doi.org/10.1007/s10995-010-0571-1
  • De la Reina, L., Martínez, V., Larkin, T. E., Junta, P. D., Defrantz, A. L., Evans, J., … Soto Morga, Antonio, J. (2003). Manual De Teoría Y Práctica Del Acondicionamiento FísicoJournal of Chemical Information and Modeling (Vol. 1996, p. 190). https://doi.org/10.1017/CBO9781107415324.004
  • Pérez-Guisado, J. (2008). Rendimiento deportivo: glucógeno muscular y consumo proteico. Apunts. Medicina de l’Esport43(159), 142–152. https://doi.org/10.1007/s10672-009-9128-0