Benefici dei salti per il treno inferiore

1 Febbraio 2020
Gli esercizi che mirano a rafforzare il treno inferiore sono fondamentali in molte attività sportive. Tra questi, i salti sono un ottimo strumento per potenziare questa abilità.

Quando si lavora sulla potenza del treno inferiore, gli esercizi con i salti sono un’ottima opzione. Si tratta di un tipo di allenamento che mira a sviluppare la massima forza dei muscoli in pochissimo tempo. In questo articolo, parleremo dei benefici dei salti per il treno inferiore.

Benefici dei salti per il treno inferiore

I principali benefici dei salti non solo per il treno inferiore, ma per tutto il corpo, sono i seguenti:

  • Stimolano il metabolismo.
  • Attivano e stimolano il sistema linfatico.
  • Aiutano a guadagnare velocità: introdurre i salti nella vostra routine di allenamento migliora la cadenza e il passo.
  • Bruciano calorie: in una sessione di 30 minuti potete bruciare fino a 300 kcal.
  • Tonificano il corpo: i salti sono esercizi molto efficaci, per questo motivo i pugili includono il salto con la corda nelle loro routine di allenamento.
  • Favoriscono l’acquisizione di resistenza muscolare: se li eseguiamo spesso, la resistenza migliora considerevolmente.
  • Aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari normalizzando la pressione sanguigna.
  • Favoriscono l’assorbimento del calcio: questo si traduce in una maggiore massa ossea o, almeno, nella riduzione della perdita di massa ossea nelle persone anziane.

Donna che salta
Benefici dei salti per l’allenamento HIIT

Includere i salti nelle sessioni di allenamento HIIT – High Intensity Interval Training o allenamento ad alta intensità – è molto importante, poiché questo tipo di esercizi renderà molto facile il resto del lavoro.

Tuttavia, vale la pena tenere presente che questo tipo di allenamento non è adatto a tutti. Ci sono persone che non possono assolutamente praticare l’allenamento HIIT, ad esempio chi soffre di problemi alla schiena o di determinate patologie della colonna vertebrale, quali ernie, scoliosi o problemi alla caviglia o all’articolazione del ginocchio.

I salti e l’allenamento pliometrico

Un altro tipo di allenamento in cui i salti sono un elemento chiave sono gli esercizi pliometrici. Si tratta di esercizi incentrati su movimenti esplosivi e, nella maggior parte dei casi, basati sul peso corporeo o su carichi leggeri.

Senza andare oltre, gli squat ne sono un buon esempio. Gli esercizi pliometrici si basano su movimenti eseguiti molto velocemente, allo scopo di ottenere la massima forza nel minor tempo possibile.

La missione principale di questi esercizi è quella di stimolare la potenza. Inoltre, grazie alle loro caratteristiche, ci aiuteranno anche a migliorare la resistenza, la velocità, la forza e le prestazioni in generale.

Salto in palestra

5 esercizi con i salti che dovreste provare

Se state pensando di includere i salti come parte della vostra routine, potreste sperimentare i seguenti esercizi:

  • Salto con le ginocchia al petto: prendiamo slancio da una posizione semi accovacciata e solleviamo entrambe le gambe più in alto possibile. Sarà fondamentale essere in grado di attutire adeguatamente l’impatto che si verifica quando si cade a terra.
  • Jump box: il movimento è uguale al precedente, ma con uno slancio verso l’alto e in avanti. Finiremo con entrambe le gambe contemporaneamente sulla scatola. Inoltre, questo esercizio ci consentirà di quantificare e valutare le prestazioni in varie discipline sportive. Pensate che con nient’altro che una scatola pliometrica, è possibile eseguire una routine di allenamento molto efficace.
  • Burpee: nella fase finale del burpee tradizionale, dobbiamo spingerci in alto da una posizione accovacciata e saltare il più possibile. Anche questo è un altro ottimo strumento per includere gli esercizi con i salti nella routine di allenamento.
Salti ginnastica in palestra

  • Squat con salto: eseguite uno squat tradizionale e, quando siete giù, prendete slancio per saltare. Ancora una volta, sarà fondamentale essere in grado di affrontare correttamente la caduta.
  • Passo con salto: questo esercizio è molto simile agli squat. Tuttavia, qui entra in gioco un fattore chiave: l’equilibrio. Bisognerà fare un passo avanti – con la gamba sinistra, per esempio – e, quando le ginocchia formano un angolo di 90 gradi, saltare per posizionare la gamba destra in avanti e la gamba sinistra più indietro.

Esercizi da fare in casa
Conclusioni

Come abbiamo visto, i benefici dei salti sono innumerevoli per la nostra salute. Tuttavia, in molti casi questi non sono affatto facili da eseguire.

Anche se sappiamo tutti come saltare, bisogna acquisire una buona tecnica per prevenire gli infortuni e fare in modo che l’obiettivo venga raggiunto correttamente. Vale la pena rivolgersi ad un professionista e… saltare!

  • Anek, A., Kanungsukasem, V., & Bunyaratavej, N. (2011). Effects of the circuit box jumping on bone resorption, health-related to physical fitness and balance in the premenopausal women. Journal of the Medical Association of Thailand= Chotmaihet thangphaet, 94, S17-23.
  • Gross, M., Hoppeler, H., & Vogt, M. (2014). Quantification of the Metabolic and Physical Demands of the 90-Second Box Jump. J Athl Enhancement 3: 2. of, 7, 2.
  • Khodaei, K., Mohammadi, A., & Hamedinia, M. R. (2017). Evaluation of plyometric exercises intensity using ratings of perceived exertion scale. MEDICINA DELLO SPORT, 70(3), 299-306.
  • Tran, T., Faulkinbury, K., Stieg, J., Khamoui, A. V., Uribe, B. P., Dabbs, N. C., … & Judelson, D. A. (2010). Effect Of 10 Repetitions Of Box Jumps And Depth Jumps On Peak Ground Reaction Force. The Journal of Strength & Conditioning Research, 24, 1.