Le sigarette elettroniche sono una vera alternativa?

· 1 agosto 2018
Le sigarette elettroniche sono al centro di una tendenza che le vede sostituirsi al tabacco. Queste, pur non essendo propriamente salutari, sembrerebbero essere un po' meno nocive rispetto al fumo del tabacco.

Tanti fumatori hanno trovato nelle sigarette elettroniche un’alternativa meno pericolosa – in teoria – delle sigarette classiche. Nondimeno, esistono opinioni contrastanti sulle conseguenze dello “svapo” sulla nostra salute.

Alcuni esperti dicono che, sebbene non sia una delle abitudini più salutari al mondo, le sigarette elettroniche sarebbero sensibilmente meno dannose di una sigaretta normale. Ma esistono opinioni diverse.

La popolarità delle sigarette elettroniche

Un numero consistente di fumatori ha trovato nelle sigarette elettroniche un’allettante – e meno dannosa – alternativa al fumo del tabacco. È risaputo che fumare è dannosissimo per la salute e  questa consapevolezza ha dato un forte impulso alle e-cigarette.

le sigarette elettroniche hanno visto crescere il loro consumo negli ultimi anni grazie anche al fatto di essere ammesse all'interno di luoghi pubblici

Uno dei motivi alla base di questa impennata dipende dal fatto che i fumatori avevano, con queste, la possibilità di svapare in luoghi prima off limits.

Sull’uso delle sigarette elettroniche esisteva, fino a poco tempo fa, una sorta di vuoto legislativo. Di fatti, non era infrequente trovare sempre persone che le usavano in luoghi pubblici. Tuttavia, delle nuove disposizioni hanno cambiato il panorama e, alla stregua di queste, dovremmo chiederci se in effetti svapare è innocuo per la salute o resta comunque un rischio.

Quanto è sano svapare?

Studi recenti hanno mostrato come inalare del vapore sia un’alternativa più “salutare” del fumare tabacco. A dimostrazione di ciò, alcuni studiosi – Joan Grimalt e Esther Marco – hanno sviluppato un metodo per analizzare i diversi componenti della sigaretta elettronica e metterli a confronto con quelli delle normali sigarette.

Gli studiosi spiegano che, a differenza del fumo del tabacco, le sigarette elettroniche contengono solo nicotina. Nel caso del tabacco, la combustione produce altri tipi di sostanze considerate altamente cancerogene, come nel caso del benzene.

I principi attivi delle sigarette nocivi per la salute sono numerosi. Di fatto i tabagisti assorbono: benzene, toluene, etilbenzene, xilene, stirene, nicotina ed altri derivati.

L’UCL (University College London) ha condotto uno studio sulle effetti derivanti dall’uso delle sigarette elettroniche fornendo dei risultati che hanno confortato gli svapatori.

Nel concreto, la ricerca ha interessato un gruppo di fumatori passati alla sigaretta elettronica facendo emergere che, dopo sei mesi, nei loro organismi si erano drasticamente ridotte le sostanze cancerogene.

Critiche alle e-cigarette

Nonostante alcuni studi abbiano indicato come svapare sia meno dannoso rispetto alla sigaretta, circolano ancora pareri discordanti.

C’è che asserisce che queste ricerche pecchino nella metodologia nel momento di determinare la tossicità del prodotto. A parte ciò, sempre più associazioni riconoscono una minore nocività alla sigaretta elettronica rispetto a quella tradizionale.

In più, ci sono gli aspetti legati alla “vulnerabilità” degli ex fumatori. Prima che la sigaretta elettronica venisse approvata, molti medici hanno fatto notare come l’uso di questa in luoghi pubblici e la vendita indiscriminata avrebbe potuto “tentare” chi, con notevole sforzo, aveva smesso di fumare.

Infatti, sebbene non vi siano presenti le sostanze cancerogene più nocive, le e-cigarette contengono nicotina, ed è per questo motivo che gli ex fumatori possono lasciarsi sedurre da tentazioni dannose per la salute.

Analogamente, sarà più semplice per i giovani avere accesso alla nicotina rischiando di accorciare le distanze tra lo svapo e la sigaretta vera e propria.

Svapare vs Fumare

Le sigarette elettroniche sono meno dannose perché contengono solo nicotina, al contrario del tabacco.

Ne è risultato che svapare sia meno nocivo che fumare sigarette, sebbene sarebbe meglio non prendere nessuna delle due abitudini. È altrettanto importante educare e rendere i giovani consapevoli di ciò che comporta la sigaretta elettronica. Dunque, svapare fa male o non fa male alla salute?

Diversi studi hanno concluso che aspirando del vapore comunque si corrono meno rischi che con il tabacco e, inoltre, non è consigliabile per le persone in sovrappeso.

È importante ricordare che fumare tabacco implica l’assunzione di una gran quantità di sostanze, oltre la nicotina, ancora più nocive per la salute in generale. Ecco perché, la sigaretta elettronica, contenendo unicamente nicotina, risulta meno dannosa.