Ossessione per il peso, è positiva?

· 29 novembre 2018
Sebbene dobbiamo stare attenti ai chili di troppo, l'ossessione per il peso o realizzare qualsiasi azione della giornata pensando a esso o a come tenerlo sotto controllo può risultare controproducente

Dobbiamo evitare in tutti i modi di sviluppare un’ossessione per il peso che arrivi a condizionare la nostra vita.

Privare l’organismo delle calorie necessarie per disporre di energie a sufficienza in nome della nostra ossessione per il peso lo obbliga a usare i muscoli come combustibile.

Ossessione per il peso, un pericolo

Quando non si apportano all’organismo i nutrienti necessari per compensare lo sforzo fisico richiesto da un allenamento, l’individuo mette a rischio la sua salute.

Aumentare l’intensità dell’allenamento senza apportare al corpo le calorie necessarie per soddisfare la domanda fisica compromette soprattutto i muscoli, che vengono “divorati” dall’organismo per assicurarsi l’energia. A lungo termine ciò nuocerà anche al rendimento sportivo.

Ragazzo che si allena

Bisogna perdere peso in modo cosciente. Alimenti sani, assunti diverse volte al giorno, manterranno attivo l’organismo; i carboidrati garantiranno all’atleta un maggiore rendimento, purché consumati in proporzione allo sforzo fisico.

Allenamento, idratazione, alimentazione e riposo

Per qualsiasi atleta vale la stessa regola: allenamento, idratazione, alimentazione di qualità e riposo. Se uno di questi fattori viene meno, il rendimento sarà inferiore, così come le ottimali condizioni di salute. Dobbiamo stare attenti al peso? La risposta è sì, purché non si decida di ovviare a uno di questi elementi fondamentali.

Un allenamento rigoroso, accompagnato da un’alimentazione sana e completa, garantirà a ogni sportivo un rendimento ottimale. E ciò senza cadere necessariamente nell’ossessione per il peso.

Le giuste quantità

La colazione non deve mai mancare. Deve essere ricca di nutrienti e alimenti energetici, in modo da far fronte alle esigenze fisiche dell’allenamento sportivo. Si consiglia di consumare cibi che apportano energia anche a pranzo.

Le merende devono aiutare a mantenere adeguati i livelli di glicemia; la cena, infine, deve offrire i macronutrienti usati durante la giornata, così da ricostruire le strutture danneggiate.

Gli idrati di carbonio, i grassi, le proteine, le vitamine, i minerali, le fibre e l’acqua, ingeriti in quantità adeguate, apportano i nutrienti necessari per il corretto funzionamento dell’organismo.

Prima, durante e dopo

Dobbiamo mangiare prima dell’allenamento per mantenere adeguati livelli di glicemia e apportare all’organismo i nutrienti necessari.

Durante l’attività fisica è indispensabile offrire una corretta idratazione all’organismo per evitare cali di glicemia, ricaricarlo di glicogeno epatico e accelerare il recupero.

È fondamentale anche bere dopo l’allenamento per evitare il catabolismo, ovvero la riduzione delle molecole alla loro forma più semplice.

Reidratazione per recuperare il peso

Idratazione durante l'allenamento

Al termine dell’allenamento, bisogna realizzare una corretta reidratazione per recuperare il peso perso e le riserve di glicogeno muscolare. L’acqua è l’alleato ideale per ottenere ciò; è possibile bere anche succhi e bevande energetiche.

Masticare e idratarsi in modo corretto

Se prendiamo in considerazione questi consigli, l’ossessione per il peso svanirà. Ogni allenamento prevede una buona educazione nutrizionale. Ad esempio, aspetti prioritari sono una corretta alimentazione e riequilibrare i livelli di glicogeno dopo l’allenamento.

Masticare a dovere ogni boccone e insalivare bene favorirà la corretta digestione. L’ideale sarebbe bere poca acqua durante i pasti e in abbondanza negli altri momenti della giornata.

La qualità e la densità nutrizionale degli alimenti eviterà deficit derivati dalla mancanza di micronutrienti. Tale condizione può rappresentare un serio rischio per i muscoli.

No a snack, caramelle o bevande gassate

È indispensabile ridurre al minimo, o eliminare del tutto, snack, bevande gassate e caramelle. Possiamo sostituirli con frutta, verdura, semi e pesce. I cibi processati e ricchi di grasso sono sconsigliati se il nostro obiettivo è mantenerci in forma. Presentano un basso apporto nutritivo e calorie in eccesso.

Sonno ristoratore

Dormire per perdere peso

Se ci alleniamo di più, ma il nostro rendimento è inferiore, forse non stiamo riposando come dovremmo. Dormire, infatti, garantisce l’adeguato recupero dell’organismo. Chi fa sport spesso esagera con l’attività fisica e dà scarsa importanza a questo aspetto.

Alla pari di un buon riposo, la macronutrizione e la micronutrizione cellulare favoriranno il recupero delle energie e aumenteranno il fabbisogno dell’organismo.

L’aspetto più importante è evitare di raggiungere livelli di stress associati alla richiesta di energia immediata. In questi casi il corpo risponde rilasciando una grande quantità di adrenalina e noradrenalina, che aumentano il flusso sanguigno ai muscoli e rilasciano più glucosio nel sangue. La frequenza cardiaca accelera al fine di pompare più in fretta il sangue, le pupille si dilatano e la digestione viene inibita.

È importante fare attenzione ai chili, ma non c’è motivo di sviluppare un’ossessione per il peso che ci porta a maltrattare il nostro organismo. Una sana alimentazione, attività fisica corretta, idratazione e un buon riposo garantiranno benessere e un peso forma ideale.