La rodiola rosea: un potente adattogeno sportivo.

· 22 Febbraio 2019
Per aiutarci ad avere successo nello sport che preferiamo, esistono diversi prodotti che fungono da adattogeno sportivo. Una delle piante più interessanti in questo senso (e con un elevato contenuto di nutrienti) è la rodiola rosa.

La rodiola rosea è una pianta della famiglia delle Crassulaceae. Sebbene non sia ancora particolarmente conosciuta, questa pianta che cresce in climi freddi e di montagna contiene straordinarie proprietà, come quella di essere un potente adattogeno sportivo.

Si una tratta di una tra le più rare piante in natura a contenere dei componenti chiamati adattogeni, scoperti nel 1947 da uno scienziato russo. Tali sostanze sono in grado di regolare le funzioni del nostro organismo e di migliorare la sua risposta allo stress.

La rodiola rosea è stata utilizzata per decenni dalla medicina tradizionale russa e scandinava. Uno dei principali benefici di questa pianta è, infatti, quello di migliorare l’energia e la resistenza fisica, oltre che le funzioni cognitive, per cui oggi è particolarmente utilizzata dagli atleti.

A seguire, vedremo alcune sue caratteristiche, per conoscere meglio questa interessante pianta e i suoi utilizzi in quanto adattogeno sportivo. Si tratta di un’eccellente scelta da integrare alla dieta da sportivi.

Cosa sono gli adattogeni sportivi?

Secondo la teoria sistemica, gli adattogeni sono sostanze naturali che si trovano in pochissime piante e erbe nel mondo. Queste sostanze sono in grado di aiutare l’organismo a ottimizzare le sue prestazioni fisiche e mentali. Sono elementi che migliorano il triangolo della salute, composto da energia, l’intelligenza biologica e l’organizzazione.

Gli adattogeni aumentano la capacità di adattamento fisico e mentale a situazioni avverse dovute allo stress fisico e psicologico. Sono componenti in grado di attivare la mente e il corpo in situazione di affaticamento e di rilassarli in caso di stress. Un nuovo aiuto che viene dalla natura per le nuove forme di stress derivanti dai ritmi frenetici della vita moderna.

L’interesse del mondo dello sport per gli adattogeni è cresciuto negli ultimi anni. In effetti, quando il fatto che scatenante dello stress è lo sport, queste sostanze risultano essere molto utili non solo per garantire lo stato di salute dello sportivo, ma anche per migliorare le sue prestazioni.

Atleta affaticata

La rodiola rosea come adattogeno sportivo

In molte parti del mondo, l’uso della rodiola rosea come adattogeno sportivo è relativamente recente e poco conosciuto. Tuttavia, in alcuni Paesi scandinavi gli sportivi professionisti hanno utilizzato questa pianta per decenni. Questo era il caso, ad esempio, dei campioni olimpici russi.

L’impiego di questa pianta contribuiva, infatti, a incrementare l’energia muscolare. Inoltre, permetteva a questi atleti di gestire gli elevati livelli di stress cui venivano sottoposti e di ottimizzare le prestazioni sportive per vincere le tanto agognate medaglie olimpiche.

Negli anni sessanta, gli scienziati russi iniziarono ad approfondire lo studio delle proprietà della rodiola rosea, sulla base delle prestazioni sportive di alto livello che stimolava negli sportivi locali.

Oggi sappiamo che questa pianta offre -proprio grazie agli adattogeni che contiene- tre benefici fisici fondamentali per gli sportivi:

  • Il primo è quello di migliorare la resistenza muscolare nei periodi in cui gli atleti sono sottoposti a un elevatissimo livello di stress fisico.
  • Il secondo è la sua capacità di velocizzare i tempi di recupero non solo dell’energia muscolare, ma anche di quella cardiovascolare e di tutte le funzioni dell’organismo.
  • Infine, il terzo beneficio è la sua attività anabolica rilevante da un punto di vista farmacologico.

Altri benefici della rodiola rosea

Come dicevamo, il principale beneficio della rodiola rosea è la sua capacità di migliorare la resistenza fisica e di incrementare l’energia. Tuttavia, questa pianta possiede altri benefici utili alla salute degli atleti e di chiunque di noi.

Migliorare le prestazioni sportive

Grazie ai suoi componenti attivi che sono la rosavina e il salidrosido, la rodiola rosea aumenta la produzione di neurotrasmettitori come la serotonina e la dopamina, per cui è un eccellente alleato nella prevenzione e nella lotta alla depressione.

Proprio perché contribuisce all’aumento della dopamina, è anche utile nel trattamento del Parkinson. Proprio questo neurotrasmettitore è quello assente nelle persone che soffrono di questa malattia.

La rodiola rosea contribuisce anche al miglioramento delle funzionalità intellettive, in quanto stimola la circolazione cerebrale. Allo stesso tempo, le sue proprietà antiossidanti aiutano a ritardare l’invecchiamento.

Continuando con i benefici della rodiola rosea per la nostra salute, questa pianta abbassa i livelli di cortisolo, l’ormone responsabile dell’aumento di stress e del conseguente aumento di peso. Infine, questa pianto migliora anche le difese immunitarie, per cui aiuta l’organismo a prevenire le malattie e a guarire.