Fare sport con il raffreddore fa bene o male?

8 Maggio 2019
Moltissime persone, specialmente in inverno, si chiedono se fare sport con il raffreddore faccia bene. In questo articolo vi spiegheremo pro e contro di ciò

Gli sportivi non amano saltare nemmeno un allenamento. Anche quando piove e fa freddo, continuano imperterriti a correre ed esercitarsi per mantenere corpo e mente sempre al massimo. Ma se una persona scegli di fare sport con il raffreddore, è davvero una buona scelta? In questo articolo cercheremo di capirlo.

La decisione di allenarsi e fare sport con il raffreddore dipende, ovviamente, da ognuno di voi. Lo stato di salute è comunque personale e, in base alle cause, i sintomi e la gravità di questo malanno, dovrete valutare con buon senso e prudenza l’opportunità di correre in strada o recarvi in palestra. Oltre a innocui raffreddori di stagione, infatti, potrebbero esserci condizioni cliniche e patologie per cui l’allenamento potrebbe essere un pericoloso aggravante.

Si può fare sport con il raffreddore?

Riguardo a questo interrogativo, ci sono due principali opinioni contrastanti. Alcuni pensano che sia meglio rimanere a letto, prendendo le dovute cure, fino a quando lo stato di salute non torna alla normalità. Altri sono convinti che fare sport sia il modo migliore per eliminare il virus. In realtà, entrambi i punti di vista sono accettabili, almeno in parte. Vediamo perché.

Anzitutto, possiamo certamente confermarvi che svolgere dell’esercizio fisico aiuta a combattere il virus che causa il raffreddore. Tra le altre cose, perché aiuta a rafforzare il sistema immunitario.

Bisogna fare sport con il raffreddore

Quando si fa sport, infatti, i globuli bianchi (responsabili della difesa del corpo da virus e batteri), circolano più facilmente attraverso il flusso sanguigno. Ciò permetterà all’organismo di combattere le infezioni più velocemente.

D’altra parte, l’opzione di riposare fino a recuperare le energie è certamente valida. Il sistema immunitario ha bisogno che il vostro corpo sia riposato e privo di situazioni di stress, per funzionare meglio e ricostituire le forze necessarie.

Quando è appropriato fare sport con il raffreddore e quando no?

Potrete allenarvi, in modo sicuro, quando i sintomi del raffreddore sono leggeri e tollerabili. Per esempio nel caso di semplici starnuti, una congestione lieve o un mal di gola passeggero. Se i sintomi sono lievi ma, nonostante la loro presente, vi sentite in buona salute, non esistono i presupposti per fermare la vostra routine di allenamenti.

Può darsi che i sintomi del raffreddore o dell’influenza siano più forti e più intensi. Ad esempio, la presenza di tosse, congestione toracica, febbre, stanchezza, mal di stomaco e dolori muscolari. In questi casi, non è conveniente praticare sport né altri tipi di attività fisica.

Soprattutto, l’esercizio è controproducente in presenza di febbre, perché potrebbe causare disidratazione. In questi casi è consigliabile riposare, stare al caldo ed seguire una buona dieta per riacquistare forza e sentirvi meglio.

Quanto lo sport o l’esercizio fisico sono appropriati?

L’esercizio regolare e moderato aiuta ad avere un sistema immunitario più efficiente. Soprattutto se accompagnato da una buona dieta, riposo adeguato e assenza di stress. Svolgere attività di pochi minuti, ogni giorno o più volte alla settimana, vi permetterà di tenere lontani i malanni stagionali.

Al contrario, quando si fa esercizio in modo intenso ed estremo, gli effetti sul sistema immunitario possono essere negativi. In questo caso, se si verifica un raffreddore, è consigliabile non svolgere attività ad alta intensità. Questi esercizi potrebbero ridurre la quantità di globuli bianchi, indebolendo il sistema immunitario.

La tipologia dello sforzo (quantità, durata e frequenza) dovrebbe essere valutata in relazione ai sintomi del vostro raffreddore. È sempre consigliabile non svolgere attività impegnative a fronte di sintomi minimi, in quanto ciò faciliterà un processo di recupero più rapido ed efficace. Vediamo ora qualche consiglio pratico che vi farà comodo, se avete deciso di fare sport con il raffreddore:

1. Copritevi bene

Se le temperature sono basse e avete il raffreddore, vi consigliamo di indossare una maglietta termica. Questi indumenti mantengono il calore corporeo ed espellono il sudore. Se fa molto freddo, è consigliabile indossare diversi strati di vestiti e non uno solo. È importante che vi copriate bene, ma senza esagerare.

Ragazza prepara uno sprint

2. Proteggete naso e gola

Per evitare le conseguenze del freddo, è bene coprire naso e bocca, poiché sono aree delicate e che vi esporranno al contatto diretto con l’aria fredda. È anche consigliabile coprire la gola, la testa e indossare dei guanti. Tenete presente che il 75% del calore corporeo viene perso dalla zona della testa.

3. Stretching e riscaldamento, questioni fondamentali

Se notate i sintomi di raffreddore, è molto importante che eseguiate un adeguato riscaldamento, prima di iniziare a fare sport e soprattutto, in modo graduale. Terminata l’attività fisica, l’opzione migliore è un buon allungamento senza spogliarsi e una buona doccia con acqua calda.

4. Buona idratazione e nutrizione

Il fatto di avere il raffreddore o un’influenza accelera il processo di disidratazione, quindi è essenziale bere molta acqua, anche se non si ha sete. È anche importante accompagnare la pratica sportiva con una buona dieta, ricca di carboidrati, minerali e vitamine.

In conclusione, lo sport e l’attività fisica sono estremamente importanti per il corretto funzionamento del corpo. Ma se avete il raffreddore, è fondamentale valutare prima i sintomi per determinare se è possibile fare sport in maniera sicura, senza che rappresenti un pericolo per la vostra salute.