3 motivi per eliminare gli alimenti trasformati e perdere peso

· 16 Marzo 2019
Se volete perdere peso e recuperare uno stile di vita più sano, una buona idea è quella di eliminare gli alimenti trasformati. Ecco perché e come fare.

Nel corso degli anni, purtroppo, i cibi trasformati sono diventati un alimento centrale nella dieta quotidiana di molte persone. Si tratta di prodotti preconfezionati, già pronti che vengono acquistati con l’idea di risparmiare tempo. Vengono elaborati con ingredienti capaci di creare una certa assuefazione e, per questo motivo, sono spesso preferiti dai bambini. In questo articolo vi spiegheremo per quale motivo è meglio eliminare gli alimenti trasformati dalla vostra dieta.

Come vedrete nelle prossime righe, infatti, questi cibi contengono degli elementi scarsamente nutritivi e che favoriscono l’accumulo di grassi, con un conseguente aumento di peso. Per rimanere in forma e proteggere, quindi, il benessere del vostro organismo, il primo passo da fare è limitare o eliminare gli alimenti trasformati.

Perché eliminare gli alimenti trasformati?

1. Contengono troppi zuccheri

Gli alimenti trasformati vengono prodotti con l’aggiunta di un gran quantitativo di zucchero. Ciò significa che a quelli naturali, propri di ogni pietanza, vengono aggiunti grosse dosi di zuccheri artificiali assai dannosi per l’equilibrio dell’organismo. Come mai? Si tratta di un’esigenza di sapore: lo zucchero addolcisce e rende più stuzzicante qualsiasi cibo. Oltre a solleticare il palato dei consumatori, inevitabilmente crea anche dipendenza.

La prima ragione che dovrebbe spingervi ad eliminare gli alimenti trasformati dalla vostra dieta sta nel fatto che questo eccesso di zuccheri è da evitare, dal momento che favorisce situazioni come il sovrappeso e l’obesità. Senza dimenticare ulteriori problematiche come il diabete, l’ipertensione o vari problemi relativi all’insufficienza renale.

Le verdure aiutano a eliminare gli alimenti trasformati

Gli alimenti trasformati che includono più zucchero sono le bibite analcoliche. Pensate che una sola lattina può apportare, al vostro organismo, più della metà della quantità raccomandata giornaliera di zuccheri. Lo stesso vale per i succhi di frutta preconfezionati. Il loro contenuto in frutta è molto basso – nella maggior parte dei casi non supera il 40% – mentre invece il contenuto di zucchero è decisamente alto.

Per questa ragione, vi consigliamo di preparare bevande e succhi da voi, nella vostra cucina, in modo da usare solamente ingredienti naturali. Oltre ad evitare le pericolose conseguenze derivanti da un costante eccesso di zuccheri, manterrete tutte le vitamine dei frutti appena spremuti. Le bibite potranno essere sostituite da tè e infusioni, che non hanno gas né altri elementi chimici.

Se volete perdere peso, per prima cosa dovrete eliminare le bibite gassate dalla vostra dieta. Si tratta di un sacrificio che noterete solo all’inizio, dato che la vostra bocca è assuefatta dal sapore di queste bevande ampiamente pubblicizzate. Meglio sostituirle con succhi naturali o tè. Si tratta solo di riabituare il vostro organismo a ingredienti più naturali.

2. Aumentano le possibilità di obesità

Anche se le informazioni appena viste basterebbero, da sole, a spingere una persona di buon senso ad eliminare gli alimenti trasformati, questi prodotto continuano ad avere un grande mercato. Come mai? Oltre al sapore accattivante, costruito a base di zucchero e additivi chimici, hanno il vantaggio di poter essere consumati immediatamente. Questo mix strategico fa si, quindi, che si tratti di cibi molto coinvolgenti per chi ha poco tempo per cucinare e voglia di appagare il palato, magari al termine di una dura giornata di lavoro.

Donna beve té

Il problema è che il consumo di questi alimenti trasformati non nasce da un’esigenza nutrizionale, ma dal semplice piacere, per così dire, dalla “gola”. Infatti, paradossalmente, più si consumano questi cibi, più si ha voglia di essi.

Ma un consumo eccessivo di alimenti trasformati porta a situazioni di obesità e sovrappeso. I disturbi della salute derivanti da un eccesso di grasso sono molto più di un semplice problema estetico. Dietro di loro si nascondono patologie che possono ridurre notevolmente la qualità della vostra vita. Le persone che consumano questi cibi quotidianamente avranno maggiori probabilità di soffrire di un attacco di cuore, problemi ad ossa o articolazioni e anche di apnea notturna.

Togliere dalla dieta i cibi trasformati, allontanerà lo spettro di problematiche che riguardano un drastico e pericoloso aumento di peso. Seguire una routine alimentare sana ed equilibrata, infatti, vi porterà ad avere una migliore qualità della vita, una forma fisica ottimale e una maggiore resistenza alle malattie.

3. Hanno un basso contenuto di nutrienti

La terza ragione per eliminare gli alimenti trasformati e perdere peso sta nel fatto che questi cibi sono poveri di nutrienti. Quando consumate degli alimenti trasformati, il corpo riceverà principalmente grassi e zuccheri dannosi. Ovvero, non contengono vitamine o fibre, né proteine ​​o minerali.

Donna fa la spesa

Quando avete fame e consumate degli alimenti trasformati, state facendo di tutto meno che nutrire il vostro organismo in modo adeguato. Da un lato, priverete il corpo di ciò che ha realmente bisogno. Dall’altro, non sazierete la fame e ciò ci porterà, pochi minuti dopo, ad avere nuovamente voglia di qualche spuntino, con conseguenze nefaste per la vostra linea.

Speriamo che i tre motivi che vi abbiamo mostrato in questo articolo siano sufficienti per convincervi ad eliminare gli alimenti trasformati dalla vostra routine alimentare. Vi consigliamo di realizzare questo cambiamento non di colpo, ma progressivamente. In questo modo, il vostro organismo potrà abituarsi al cambiamento senza traumi e con conseguenze positivo per il metabolismo e la vostra salute.