Dormire poco: gli effetti sul nostro corpo

22 luglio 2018
Dormire poco è un'abitudine della nostra cultura attuale, dove lo stress, le tecnologie e lo stile di vita sedentario hanno un effetto negativo sul nostro riposo. Ma le conseguenze sono pessime.

Le abitudini sono cambiate radicalmente negli ultimi anni a causa di vari fattori. Indubbiamente, sempre meno persone riposano il tempo che il loro corpo richiede. Le continue distrazioni ed il ritmo frenetico della vita ci portano a dormire poco, e questo peggiora la nostra salute.

I telefoni cellulari, i computer, la televisione e l’impossibilità di staccare dallo stile di vita frenetico e ininterrotto che abbiamo sta riducendo la nostra capacità di riposo. È stato dimostrato dalla World Association of Sleep Medicine che il 45% delle persone soffre di disturbi del sonno.

Il cattivo riposo è ormai praticamente un’epidemia. Sempre meno persone si rendono conto che il sonno è altrettanto o persino più importante dell’alimentazione. Inoltre, chi lo sa spesso non lo mette in pratica. Quali sono le conseguenze del dormire poco per la nostra salute? Qui di seguito approfondiremo la questione.

Quali sono le conseguenze di dormire poco?

Dormire poco incide sulle prestazioni

Gli effetti negativi di un riposo inadeguato sono molti e possono generare gravi disturbi. Tra i più frequenti, spiccano:

  • Lesione cerebrale. Quando dormiamo, il cervello rigenera le cellule che gli permettono di “recuperare energia” e prevenire le malattie. Se riposiamo poco, non può ripulire le proteine che causano placche di Alzheimer o demenza.
  • Perdita di massa corporea: le persone che riposano meno di cinque ore a notte subiscono riduzioni nel loro indice di massa corporea. La media che si perde è intorno al 3,6% ed è dovuta alle carenze dei processi metabolici che si verificano durante la notte.
  • Disturbi alimentari: generalmente, le persone che riposano male, mangiano peggio. Quando dormiamo, generiamo la leptina, un ormone che provoca sazietà e regola il grasso corporeo. Se la sua produzione è ridotta, la conseguenza sarà un’alimentazione fuori orario e l’accumulo di grasso corporeo. Questo, inoltre, favorisce lo sviluppo di malattie come l’obesità e il diabete.
  • Mancanza di riflessi: le prestazioni cognitive e la coordinazione motoria diminuiscono notevolmente quando una persona non ha dormito abbastanza. Secondo la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) degli Stati Uniti, oltre quaranta mila persone hanno incidenti stradali ogni anno a causa di problemi legati alla mancanza di sonno.
  • Inferiori prestazioni: a causa della mancanza di lucidità e di energia, quando dormiamo poco ci esponiamo a una riduzione considerevole delle nostre capacità. Coloro che non riposano abbastanza tendono a rendere meno sul posto di lavoro o a scuola.

Perché dormiamo sempre meno?

Le radici di questa condizione, tipica della cultura del XXI secolo, sono diverse. La prima che possiamo elencare riguarda le cattive abitudini del sonno. Questo include pratiche come l’uso del telefono o del computer fino a pochi minuti prima di andare a dormire, così come guardare la televisione fino a quando non ci addormentiamo.

Dormire poco a causa dei cellulari

La ragione è che la percezione delle cellule gangliari, che si trovano nella retina e informano il nostro cervello sul fatto che sia giorno o notte, peggiora. Poiché sono molto sensibili alle luci a onde corte (come telefoni cellulari o tablet), l’orologio biologico della persona può essere influenzato dalla confusione dell’orario reale.

D’altra parte, anche uno stile di vita sedentario fa la sua parte in tutto questo. Poiché lo stile di vita della maggior parte delle persone non include l’attività fisica di trenta minuti al giorno
raccomandata dall’OMS, riposano peggio
.

Infine, dobbiamo anche menzionare l’alimentazione come un fattore rilevante. L’eccessivo consumo di caffeina, alcol o tabacco può portare a disturbi del ritmo del sonno. Pertanto, si raccomanda di moderare l’assunzione o, se possibile, di annullarla direttamente.

Consigli per dormire

Se siete tra quelle persone che tendono a dormire poco, questi consigli possono essere di grande aiuto nella sfida a cambiare questa cattiva abitudine:

  • Non ritardate il vostro riposo: non lavorate fuori orario se potete farlo in un altro momento. Quando il vostro corpo chiede una pausa, è importante dargliela e riprendere con più energia il giorno successivo.
  • Il debito del sonno non si recupera: la convinzione di “dormire di più” nei fine settimana per recuperare ciò che si è perso durante la settimana è falsa. Il ritmo del sonno deve essere giornaliero, non può essere pagato in una volta sola.
  • Evitate di mangiare troppo di sera: innanzitutto perché l’energia non viene consumata e verrà immagazzinata sotto forma di grasso. Inoltre, le funzioni vitali vengono ritardate durante il sonno, quindi la digestione viene eseguita in modo meno efficiente e possono presentarsi inconvenienti gastrici.
  • Disconnettate: una o due ore prima di andare a letto, mettete da parte il cellulare, il computer o qualsiasi altro dispositivo elettronico che vi tiene svegli. Al contrario, è meglio leggere o fare qualche altra attività che ci rilassa.

Le conseguenze del dormire poco sono diverse e molto evidenti. È quindi importante prendere le necessarie precauzioni e modificare le nostre abitudini per favorire un buon riposo. A lungo termine, noterete la differenza giorno dopo giorno e il vostro organismo vi ringrazierà enormemente.

Guarda anche