Cambiare abitudini: 10 cambiamenti che il vostro corpo apprezzerà

· 7 settembre 2018
Oggi è un giorno perfetto per cambiare abitudini. Scegliete uno stile di vita più sano e cominciate a vivere meglio già da subito.

Ci sono momenti in cui prendersi una pausa per riflettere e definire i propri obiettivi è assolutamente necessario. È importante valutare i risultati ottenuti, ridefinire i propri traguardi e valutare la possibilità di cambiare le proprie abitudini. Tutto con l’unico scopo di ottenere una vita sana e felice.

Continuate a leggere il nostro articolo, se avete già pensato di cambiare le vostre abitudini e volete conoscere tutti i benefici che comporta questa decisione.

Andateci piano

I cambiamenti non devono avvenire per forza in modo drastico. Difatti, delle piccole variazioni nelle abitudini, introdotte quotidianamente possono essere più che sufficienti perché si possano notare dei miglioramenti.

La costanza è una delle parole chiave, così come la pazienza, l’altra condizione coinvolta in questo processo.
Per variare i risultati bisogna cambiare l’equazione; ma per ottenere nuove variabili non si può rinunciare a metà strada.

Cambiare abitudini: piccoli dettagli che fanno la differenza

Prima di apportare qualunque variazione alla quotidianità, è importante rispondere a due semplici domande: perché? A che scopo? Una volta chiariti gli obiettivi, sia riaffermando quelli vecchi che aggiungendone di nuovi, sarà più facile definire ciò che si vuole cambiare.

cambiare allenamento

Scrivere i propri obiettivi

Dovete scrivere i vostri traguardi, plasmarli su un foglio di carta (o in un foglio elettronico) e riesaminarli spesso. Bisogna anche avere ben chiaro che gli obiettivi si possono cambiare e ciò non deve mai rappresentare un motivo di frustrazione.

Pianificare le attività quotidiane la notte prima

Le attività che si svolgono giornalmente rappresentano degli obiettivi specifici che faciliteranno il raggiungimento di mete più importanti. Se al risveglio, si hanno già le idee chiare su quali attività svolgere nelle ore successive, sarà più semplice ottimizzare l’uso del tempo senza troppe distrazioni.

Spazio all’improvvisazione

Anche svolgere della attività che non erano state programmate è altrettanto importante. Si devono avere ben chiari sia gli “obiettivi generali” del proprio progetto di vita, che quelli “specifici”.

Con la pianificazione degli obiettivi e delle attività quotidiane, lasciare spazio alla spontaneità non costituisce alcun problema né un rallentamento al raggiungimento delle mete prefissate.

Allenarsi

Il corpo umano è progettato per muoversi. L’abitudine a svolgere attività fisica è il cambiamento di programma che deve necessariamente essere messo in pratica dalle persone sedentarie.

cambiare allenamento

La lista dei benefici che porta l’esercizio fisico è estremamente ampia: una migliore autostima, un minore rischio di soffrire di patologie croniche, un benefico influsso sull’attività sessuale e una lunghissima lista di eccetera.

Attenzione al sovrallenamento

È vero che non esistono ancora degli studi scientifici che dimostrano in maniera incontrovertibile che un eccesso di esercizio fisico faccia male. Ma è anche vero, che la maggior parte dei preparatori atletici afferma che 150 minuti di allenamento alla settimana sono più che sufficienti.  Superando questa cifra, l’unica cosa che si rischia di ottenere è un logoramento del fisico, che può anche incorrere in lesioni indesiderate.

Dieta bilanciata

Il menu giornaliero dovrebbe includere la maggiore varietà di nutrienti  e proteine possibili. I regimi estremi non sono consigliabili, come d’altronde non lo è mangiare poco per patire la fame durante tutto il giorno. Il termine bilanciato ha il significato di non tendere mai agli estremi.

Mangiare con calma

L’abitudine di mangiare mentre si cammina è un lusso che l’organismo paga a caro prezzo.
Se lo si fa a colazione, il danno è anche maggiore. All’ora dei pasti, il sistema digerente si mette in azione indipendentemente dal fatto che siamo seduti a tavola o meno. Ciò origina una serie di disturbi che possono sfociare in conseguenze ben più gravi.

Una buona idratazione

Chi non è solito bere una sufficiente quantità d’acqua, dovrebbe includere questo punto tra i primi da seguire. La frase “l’acqua è vita” è più che una semplice affermazione retorica. È impossibile per l’organismo umano funzionare perfettamente se non è ben idratato.

cambiare allenamento

Non abusate del sale

Ancora un punto collegato all’alimentazione. L’abuso di sale è una delle problematiche più serie in ambito medico, con il quale si confronta la società moderna. In Paesi come il Messico, si considera il tema un problema di salute pubblica. La lista degli effetti nocivi è molto lunga: sovrappeso e ipertensione, sono solo due fra gli esempi possibili.

Rispettate i tempi del riposo

Il corpo ha bisogno di riposo, è assolutamente necessario per recuperare le energie. Un buon sonno ristoratore e può alleviare anche alcuni problemi legati all’ansia e al sovrappeso.