Acqua idrogenata, la soluzione per idratare meglio il corpo

27 Giugno 2019
Quella dell'acqua idrogenata è ormai diventata una vera e propria moda. Ma che cos'è? Come si ottiene? Quali sono i suoi benefici? Scopritelo in questo post

Il consumo di acqua idrogenata sta diventando una vera e propria tendenza, tra le persone che praticano sport. Questa bevanda innovativa è ricca di proprietà ed è molto utile per mantenere il corpo idratato. In questo articolo, vi sveleremo tutti i segreti di questo particolare tipo di liquido.

Come spesso accade, tuttavia, esistono anche molti detrattori dell’acqua idrogenata. C’è chi sostiene che non sia del tutto vantaggiosa per la salute e che, anzi, il suo consumo dovrebbe essere evitato. Senza perderci in ulteriori premesse, passiamo subito a descrivere le principali caratteristiche di questa particolare bevanda, oggigiorno sempre più di moda.

Cos’è l’acqua idrogenata?

L’acqua idrogenata è il risultato del mescolamento di acqua convenzionale con idrogeno molecolare disciolto. Ciò che si ottiene, come suggerisce il nome, è un tipo di acqua con un contenuto di idrogeno più alto del normale.

Perché è meglio di quella normale?

Il motivo per cui quella idrogenata ha più benefici rispetto all’acqua convenzionale va cercato proprio nelle quantità maggiori di idrogeno extra che contiene. Grazie a questo elemento, può raggiungere parti del corpo altrimenti irraggiungibili dai liquidi convenzionali, per esempio toccando il cuore delle cellule.

Inoltre, avendo un alto contenuto di idrogeno, quest’acqua possiede anche un maggior numero di antiossidanti, che sono altamente benefici per il funzionamento dell’organismo umano.

Per quanto riguarda le persone che praticano sport, questo tipo di acqua è sicuramente da preferire, perché influenza direttamente un gran numero di aspetti che riguardano l’attività agonistica. Non parliamo solo del momento della competizione, ma anche della preparazione allo sforzo e al suo corretto recupero. Le proprietà dell’acqua idrogenata, infatti, favoriscono un miglior riposo e permettono di ridurre notevolmente i rischi della disidratazione, ritardando l’affiorare della sensazione di affaticamento.

Benefici dell’acqua idrogenata

Abbiamo visto che esistono delle differenze tra l’acqua normale e quella idrogenata. Oltre ad essere consigliatissima a tutte le persone che praticano sport, specialmente a livello agonistico, dovreste sapere che questo tipo di acqua fa benissimo anche alle persone che non si dedicano principalmente all’attività agonistica.

Vediamo, dunque, quali sono i 5 principali vantaggi di questa bevanda:

  • Favorisce la guarigione delle ferite.
  • Ritarda l’apparizione della sensazione di fatica.
  • Previene le lesioni dei tessuti molli.
  • Accelera il processo di recupero, dopo lo sforzo agonistico.
  • Possiede proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.
ragazza-beve-in-spiaggia

Come potete vedere, se fate sport, l’acqua idrogenata è un liquido da prendere in assoluta considerazione. Oltre a tutti i suoi benefici, che vi abbiamo appena elencato, vi sentirete molto meglio durante lo svolgimento dell’attività fisica. Inoltre, una volta terminata la sessione di allenamento, i vostri gruppi muscolari saranno in grado di recuperare lo stato di normalità in tempi più rapidi.

Molto più che semplice idratazione

L’obiettivo di consumare acqua idrogenata è lo stesso di quella convenzionale, ovvero di idratare il corpo in modo che l’organismo possa contare su un adeguato livello di liquido. Molte persone che consumano questa bevanda si chiedono se le loro proprietà vadano oltre, e se può essere utile consumarla anche in altri momenti.

Se anche voi avete questo dubbio, vi diciamo subito che l’uso di acqua idrogenata produce importanti benefici anche a livello di salute della pelle. Per le sue proprietà, infatti, questo tipo di acqua riduce la comparsa di rughe, macchie e favorisce una maggiore elasticità.

Il problema è che risulta impossibile farsi la doccia o bagnarsi usando l’acqua idrogenata, dato che sarebbe necessaria una quantità sproporzionata di questo liquido. Ecco perché la pratica più comune è quella di lavarsi semplicemente il viso. Vi consigliamo di farlo almeno due volte al giorno: dopo svegliati e subito prima di coricarvi, alla sera.

Al contrario, usare l’acqua idrogenata per cucinare, non ha alcun senso. Infatti, quando questo liquido viene riscaldato e fatto bollire, l’idrogeno perde le sue proprietà. Il risultato è identico a quello che avreste usando dell’acqua convenzionale. Pertanto, lasciate stare: rischiate solamente di perdere tempo e denaro.

Donna beve dell'acqua idrogenata

Polemiche sull’acqua idrogenata

Si dice spesso che “il mondo è bello perché è vario”. Anche nel caso dell’acqua idrogenata, come su gran parte degli argomenti che riguardano la salute umana, si è aperto un grande dibattito a livello europeo e mondiale. Molti esperti hanno elogiato le proprietà di questo liquido innovativo, specialmente in relazione agli obiettivi benefici mostrati in relazione all’attività sportiva. Estendere il suo consumo alla popolazione “normale”, certamente produrrà vantaggi facilmente riscontrabili.

Il problema semmai è un altro. La maggior parte delle polemiche non riguarda l’acqua idrogenata in sé o gli studi realizzati circa la sua efficacia. Purtroppo il mercato ha subito iniziato a sfruttare la propaganda positiva di questo prodotto e molte associazioni di consumatori hanno già presentato diverse denunce per pubblicità ingannevole, proprio riferita all’acqua idrogenata.

In diversi paesi, infatti, alcune marche stanno promuovendo l’acqua idrogenata come una specie di “elisir miracoloso” capace di guarire infortuni, lesioni muscolari, articolari, tendiniti e via discorrendo. Anche in questo caso, l’importante è informarsi bene e, seppure i suoi benefici sono considerevoli, l’impatto sulla salute dell’organismo è limitato.

Ciò che è dovete tenere a mente è che l’idratazione è un aspetto essenziale per il benessere delle persone, facciano esse sport o meno. L’acqua idrogenata è certamente una soluzione interessante per recuperare i liquidi persi con l’attività fisica, il lavoro o per il calore. Ma la cura della propria salute personal va ben oltre il semplice consumo di quest’acqua che, tutto è, meno che miracolosa.