Muscoli che dimentichiamo di allenare: quali sono?

· 29 ottobre 2018
Tutti abbiamo abbandonato un esercizio in palestra perché non ci piaceva farlo; abbiamo anche sicuramente avuto la tentazione di trascurare un gruppo muscolare durante la nostra sessione, perché consideravamo "non indispensabile" allenarlo.

Gli esercizi che coinvolgono i pettorali, i bicipiti, gli addominali e le gambe, non mancano praticamente mai in una sessione di allenamento muscolare. Dobbiamo tuttavia ammettere che ci sono muscoli che dimentichiamo di allenare.

Infatti, tutti abbiamo delle preferenze e tendiamo a mettere da parte quegli esercizi che non ci piacciono. Anche voi avete una personale lista di muscoli che non allenate mai?

Sappiate che un corpo sano e ben proporzionato ha bisogno di mantenere in allenamento tutte le sue componenti.

Sebbene alcuni muscoli non giochino alcun ruolo a livello estetico, compiono però molte funzioni che rendono importante mantenerli forti e resistenti. Quali sono i muscoli che dimentichiamo di allenare?

Ecco i muscoli che dimentichiamo di allenare

Di seguito, vi mostriamo un elenco dei gruppi muscolari che più di frequente tendiamo a dimenticare di allenare. Se ne riconoscete almeno uno, siete ancora in tempo per invertire il senso di marcia!

1. Adduttori

Come precedentemente detto, in molti hanno preso coscienza del fatto che allenare le gambe è importante tanto quanto allenare i pettorali. Tuttavia, bisogna farlo in modo completo, e ciò vuol dire includendo anche gli adduttori.

Questo gruppo muscolare è situato nella parte interiore della coscia e ha la funzione di collegare la gamba al resto del corpo, oltre ad avere un ruolo nelle variazioni di velocità dei movimenti e nei cambiamenti di direzione.

Possiamo allenarli mediante esercizi quali “le ballerine” o i sumo squat. Allo stesso tempo, esistono anche macchinari appositi in palestra, che vi permetteranno di allenare gli adduttori con il peso che preferite.

Macchina per adduttori

2. Gli avambracci

Pochi sportivi capiscono fino in fondo l’importanza di avere avambracci forti e resistenti.

In molti esercizi (soprattutto in quelli del sollevamento pesi olimpico, come nel power clean o nel deadlift) gli avambracci sono sottoposti a movimenti faticosi.

Inoltre, nella maggior parte degli esercizi per i pettorali, per i bicipiti, tricipiti e spalle, sottoponiamo questi muscoli -situati tra il gomito e il polso, a grandi pesi.

Esistono esercizi specifici per allenare gli avambracci, come il curl o le flessioni su e giù.

Potete anche allenarli con un semplice asciugamano bagnato, rimanendo in casa: prendete l’estremità dell’asciugamano e attorcigliatela al massimo. Quindi resistete per alcuni secondi e tornate alla posizione iniziale.

3. Muscoli soleo e gemelli

Torniamo alle gambe. Quando alleniamo i bicipiti, i glutei, i quadricipiti e i muscoli ischiocrurali – sebbene in misura minore-  questi assorbono di solito tutta la nostra attenzione.

E che ne è dei muscoli situati nella parte inferiore delle gambe?

I gemelli sono situati nella parte posteriore della gamba, tra il ginocchio e la caviglia; mentre il muscolo soleo si trova immediatamente sotto i gemelli, ed è unito alla caviglia tramite il tendine di Achille.

Allenare i muscoli gemelli

Se vi state chiedendo come allenare questi muscoli che dimentichiamo di allenare, niente di più facile! Sollevare i talloni è molto utile. I sollevamenti possono essere fatti con l’aiuto di un bilancere o con la macchina, in piedi o seduti.

Possono essere allenati con scatti di corsa o saltando la corda.

4. Muscolo trapezio

Le spalle e i dorsali fanno solitamente parte delle sessioni di allenamento muscolare; questo non vale per il trapezio, composto da muscoli che dimentichiamo di allenare.

Questi sono posizionati proprio sotto il collo e le spalle e sono fondamentali per prevenire le lesioni, per favorire l’equilibrio e per rafforzare la schiena.

In palestra, potrete trovare una grande varietà di modi per allenare il muscolo trapezio. Tra questi, spiccano:

  • Alzata di spalle
  • Sollevamenti frontali con disco
  • Sollevamento pesi fino al collo
  • Press dietro la nuca

5. I lombari

Allo scopo di mantenere un addome piatto e definito, solitamente ci sottoponiamo a dure e intense sessioni di addominali. Questo può indurci a dimenticare i muscoli antagonisti degli addominali: i lombari.

Anche solo eseguendo alcune serie di esercizi spinali dopo aver fatto gli addominali, molti sportivi riescono a ottenere risultati più efficaci. Inoltre, è il modo migliore per mantenere la schiena dritta, prevenire lesioni e -non di minore importanza- per prevenire la comparsa del mal di schiena.

Ragazza fa squat

6. I glutei

Per quanto sia un punto saldo negli allenamenti femminili, i glutei vengono spesso dimenticati negli allenamenti maschili. Niente di più sbagliato: si tratta di un gruppo muscolare molto importante.

In primo luogo, perché contribuiscono alla forza e alla stabilità delle gambe nei loro movimenti.

Al tempo stesso non possiamo negare che questa parte del corpo diventa sempre più importante dal punto di vista estetico.

Ormai lo sapete: la prossima volta che state eseguendo solo esercizi per addominali o pettorali, ricordatevi anche di quei muscoli che dimentichiamo di allenare.

Certo, i risultati potrebbero sembrare insignificanti e il corpo non cambierà improvvisamente allenandoli, ma il corpo, nel complesso, ve ne sarà grato.