Fate plank e amerete i vostri addominali

13 Gennaio 2019
Il plank è uno dei migliori esercizi che potete fare per avere un addome forte e definito. Ne esistono diverse varianti che vi permetteranno di aumentare gradualmente l'intensità di allenamento. Un aspetto importante è che potrete definire i vostri addominali senza uscire di casa

In genere è difficile allenare l’area dell’addome, ma esistono molti modi per farlo velocemente. Possiamo affermare che i vari esercizi in plank sono i più efficaci, anche se spesso risultano un po’ noiosi. Vi invitiamo a fare questi esercizi a casa per ottenere un addome definito.

Partiamo dal presupposto che l’intera area addominale è quella che sostiene e dà equilibrio al resto del corpo. Potenziando i muscoli dell’addome rafforzeremo la zona lombare della schiena. Questo ci eviterà di avere problemi alla schiena nel corso degli anni.

Il plank a casa: un ottimo affare per la vostra salute

Non ci sono trucchi né inganni quando si tratta di fare plank. È molto semplice, dovete fare una routine che va dai 5 ai 10 minuti al giorno. Vi ricordiamo che fare plank è alla base di una buona routine di esercizi. Se andate a correre o a fare jogging è importante integrare queste attività con esercizi per gli addominali.

plank all'aperto

Fare plank a casa esercita i vari muscoli del busto. Per questo, è importante conoscere alcune delle numerose varianti di questo esercizio. Potrete ottenere dei buoni risultati anche con l’esercizio base.

Da dove iniziare per fare gli esercizi in plank a casa

Come nella vita, se vogliamo raggiungere i risultati desiderati, ogni cosa che facciamo deve avere un obiettivo. Porsi un obiettivo è più importante che raggiungerlo. Come dice il detto: “l’utopia non viene mai raggiunta, ma serve per andare avanti”. Questo è il tipo di atteggiamento che dovrete avere quando fate gli esercizi in plank a casa.

In questo modo, con una forte motivazione, potrete iniziare ad allenarvi per 5 minuti al giorno. Se volete, potrete fare due sessioni di 2 o 3 minuti ciascuna. È dimostrato che facendo questo tipo di esercizi per 30 giorni otterrete grandi risultati. Non è impossibile, provate!

Perché fare il plank a casa?

L’allenamento in plank non richiede l’uso di attrezzi ed è facile da svolgere. Potete allenarvi quando volete, in qualsiasi momento della giornata e nella stanza della casa che trovate più comoda.

Facendo plank pochi minuti al giorno noterete dei miglioramenti nella stabilizzazione del bacino e della colonna vertebrale. Correggerete anche la vostra postura. Inoltre, anche altre parti del corpo beneficeranno di questo esercizio, come ad esempio la schiena, il petto, le cosce e i bicipiti.

Rafforzando la zona addominale aumenterà la vostra autostima e l’energia del corpo fluirà in maniera più armonica. Questo è un altro aspetto positivo da prendere in considerazione prima di iniziare i vostri allenamenti.

plank in sospensione

Potete utilizzare delle fasce elastiche per TRX per migliorare gli esercizi di plank per l’addome.

Come eseguire un plank addominale in maniera impeccabile

  1. Stendetevi dritti sul pavimento cercando di allungare il più possibile la schiena senza inarcarla nella parte bassa.
  2. Le mani ed i gomiti devono essere allineati alle spalle.
  3. Mantenete lo sguardo fisso guardando leggermente verso il basso, in modo da non inarcare la zona cervicale.
  4. Combinate il movimento alla respirazione. È attraverso questa combinazione che vengono attivati i muscoli.
  5. Mettete in tensione i muscoli del corpo adiacenti all’addome: i glutei e i quadricipiti. La tensione deve partire dai piedi.

Importante: se avvertite che non potete sostenere la posizione iniziale, significa che dovete fermarvi, fare una pausa di alcuni secondi e ricominciare. Alla fine dell’esercizio fate dello stretching per tonificare i muscoli.

In conclusione: fare gli esercizi di plank a casa è solo una questione di volontà. Se iniziate, fatelo con determinazione e cominciate con 5 minuti al giorno. Quando otterrete i risultati desiderati vi accorgerete quanto facile e veloce sia stato il vostro “cammino”.